Assigeco-Givova: dopo due over time all’ultima retina bruciata. Vince Casalpusterlengo

di Gianmario Calzari

ASSIGECO  –  GIVOVA NAPOLI 87-80 d.2ts (17-22; 14-14; 13-16; 18-10; 11-11; 14-7) 

ASSIGECO: Poletti 2; Costa ; Vencato 5; Chiumenti 15; Ricci 8; Young 8; Sant Roos 18; Donzelli ; Spissu 15; Carrizo 16; Alessandri ; Gallinari. All: Andrea Zanchi. Vice: Michele Carrea.

GIVOVA NAPOLI: Spinelli 3; Jackson 22;  Ganeto 6;  Brooks 18; Brkic 16; Metreveli 4; Malaventura 6; Allegretti 5; Sabbatino . All.: Marco Calvani. Vice: Esposito Massimo Riccardo

Codogno (LO) –  Al PalaCampus tutto è pronto. Per l’Assigeco la partita con Napoli dà il via ad una pesante, importante settimana: tre gare al Campus in sette giorni (giovedì ci sarà il recupero con Brescia e domenica prossima la sfida con Ferentino) e la possibilità di rilanciarsi dopo i due passi falsi con Torino e Biella. I campani arrivano a Codogno carichi dopo la vittoria al PalaBarbuto su Barcellona. La classifica dice sei punti per Napoli e quattro per Casalpusterlengo. Per entrambe una gara da recuperare. I quintetti sono i migliori: Spinelli, Jackson, Ganeto, Brooks, Brkic, per coach Marco Calvani. Vencato, Ricci, Donzelli, Sant-Roos, Poletti per coach Andrea Zanchi. Per la prima volta in questo campionato i rossoblu si presentano con il roster al completo. Anche capitan Chiumenti è disponibile. Si parte. Ed è subito Luca Vencato che smuove per primo il numeratore. Prime schermaglie veloci tra Ricci e Brooks, poi due palle perse dai casalini portano al primo time out sul 8-15. Entra in gioco Young, ma la coppia americana di Napoli tiene banco e sembra poter trascinare i biancoazzurri. Si rivede Alberto Chiumenti sul parquet del Campus e subito dà la carica che serve: fallo subito, due liberi centrati e Young che spara dalla distanza e colpisce da sotto. Metreveli e Brkic pesano sotto le plance, ma Casalpusterlengo è lì. Con tutta la sua voglia. Con tutta la sua energia.

Matteo Malaventura non si tira mai indietro. Howard Sant-Roos si prodiga per contenerlo, ma il capitano degli ospiti riesce a pungere dalla distanza e in penetrazione. Napoli è sempre avanti. Capitan Chiumenti e Young finalmente in quintetto assieme, sono una buona certezza. Spissu un cecchino. Dall’altra parte Valerio Spinelli, dall’alto della sua esperienza, sbaglia poco in fase di impostazione e Jackson continua a macinare punti. Si chiude un primo tempo vivace vissuto sulle giocate di Jacson da una parte e la buona prova del rientrante Chiumenti dall’altra. La maggior precisione al tiro dei campani (56%-44%) fa la differenza sul punteggio di metà gara 31-36.

Si riparte con un parziale di 0-7: ancora Jackson e Brkic puniscono le ingenuità dei casalini che vedono il punteggio allargarsi a favore di Napoli. E’ Young a cercare di ricucire le distanze e Poletti costringere Brkic all’errore. Aumenta l’intensità difensiva dell’Assigeco, ma Spinelli è sempre il Signore del gioco, difficile da contenere. E Brooks ringrazia, bruciando la retina. La sagacia tattica di Carrizo è utilissima in questo scorcio decisivo e con Capitan Chiumenti riporta sotto i suoi. 41-46 con 2’ 30’’ da giocare. Punteggio basso, difese ermetiche, ma Napoli sempre avanti. Sul fallo antisportivo fischiato a Vencato e con i due centri dalla lunetta del solito Jackson, si fissa il punteggio alla terza sirena.44-52.

Si riparte per gli ultimi 10’ con una tripla di Carrizo e una palla rubata da Sant-Roos che schianta la retina. 49-52 time out e si riprende. Sembra un’altra partita. Inizio quarto devastante e Sant-Roos schiaccia ancora. A rimbalzo c’è solo il rossoblu e Pippo Ricci spara da tre. Il PalaCampus esplode, ma è ancora lunga. Carrizo si mette a guidare gli attacchi di Casalpusterlengo e la partita cambia. La tripla di Sant-Roos riporta la parità sul tabellone. 56-56. Ricci in entrata allarga la retina 58-56 con 3’50’’ da giocare. Ganeto stenta su Sant-Ross. Poletti sfonda la retina e Jeckson è sempre in lunetta. Finale concitato con l’Assigeco che ci crede. Coronarie a rischio e Spinelli in lunetta. ½ e 1’ ancora. Ganeto in ripartenza per il 62-62. Sbaglia il gioco da tre. 26’’ e ancora time out. Ultima palla pesante per la Givova. Brkic sul ferro per l’over time.

Non bastano 40’. L’ultimo quarto ribalta le sorti della gara. Tutto è ancora da giocare. La giostra del punteggio e mossa da Ganeto, Brkic, Chiumenti, Sant-Roos. Ora è tutto cuore. Sul parquet e sugli spalti. Sbaglia Ganeto due volte. Non sbagliano Carrizo e Jackson dalla distanza. Carrizo per il tiro da tre che entra, ma la linea è pestata. Ancora parità. Ancora over time. 73-73.

Spissu ancora da tre. Freddezza ai liberi di Sant-Ross. 1’07’’ 82-79. Antisportivo di Brkic su Spissu, mattatore di questo rocambolesco finale. Non è mai finita. Cinque falli per Ganeto e ancora Spissu come un veterano dalla lunetta. Applausi , ovazione. E’ finita la maratona al PalaCampus con i rossoblu meritati vincitori. 

MVP BASKETINSIDE: Alberto Chiumenti 15punti, 9rimbalzi, 7/9 ai liberi, 24 di valutazione, tanto cuore e… bentornato capitano!!!

Fotogallery a cura di Michela Costa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy