Batticuore Verona: recupera Ferentino e afferra il terzo posto in classifica

0

Tezenis Verona – FMC Ferentino 81-79

Rocambolesca vittoria per la Tezenis, che nei 3′ finali recupera uno baratro di 8 punti (65-73), ribalta il match in un amen e afferra il terzo posto in classifica, complice la sconfitta di Biella a Trento. Decidono una tripla dall’angolo di Taylor e i tiri liberi di Smith e Reati, con quest’ultimo che cattura un rimbalzo offensivo chiave per l’affermazione finale. Ferentino viene sconfitta al termine di una gara coraggiosa, sorretta dalla coppia Green-Garri (38 punti in due), ma non sarebbe bastata per accedere alla posteseason neppure la vittoria. I ragazzi di Ramagli, invece, affronteranno i Playoff contro Veroli, vincitrice nello scontro diretto per il sesto posto contro Barcellona.

L’inizio della partita di Verona è contratto e svagato, tanto che i primi punti (su tiro libero con Gandini) arrivano dopo quasi 3′. Ferentino non ne approfitta granché, attiva subito Rodney Green e prova a scattare con Pierich (7-4), ma la Tezenis si sveglia subito dal torpore e indovina il 7-0 di parziale coronato  da un canestro e fallo di Smith (chiuderà con 14/19 dalla lunetta). Ma la FMC è arrivata a Verona pronta a giocarsi le ultime speranze Playoff (tifando Barcellona), gioca bene in difesa e risponde andando a +4 (15-11) con la spinta dal perimetro della coppia Giuri-Parrillo. E’ proprio Giuri che aggiunge altri punti preziosi, sfruttando l’atteggiamento difensivo svagato dei padroni di casa e fissando il 21-16 di fine primo quarto.

La Tezenis alza lo sguardo al tabellone ad inizio secondo periodo e vede un preoccupante -8 (16-24), cucito da Garri con un gioco da tre punti. Ci pensa la coppia Smith-Taylor a togliere Verona dall’imbarazzo, e sono ancora due liberi di Gandini a ricucire lo strappo (24-24). Ma la Tezenis non è in partita, sbaglia molto da tre, trova un paio di soluzioni vincenti ma forzate con Boscagin e Taylor e non riesce a difendere sui giochi in cui è coinvolto Garri, che prima della sirena dell’intervallo va a segno due volte, e con l’aiuto di Green e Bucci manda le squadre a riposo sul 39-33 per gli ospiti.

Il copione della gara sembra uguale ad inizio secondo tempo: Ferentino attiva Mosley che firma con un paio di canestri il +10 per i suoi (43-33). Solitamente Verona qui alza l’intensità in difesa per correre in campo aperto, e puntualmente il piano si attua con efficacia, grazie alla solidità difensiva dei lunghi e le mani e le gambe rapide degli esterni. Quando Da Ros infila il canestro dopo l’uno contro uno contro Garri, il parziale conta 12-2 Tezenis per la parità (45-45). Ora la squadra di casa funziona, Reati gonfia la retina da tre, il vantaggio si fa interessante (54-49). E’ sempre Green però a tenere attaccata Ferentino: a fine terzo quarto il punteggio è di 54-53 per Verona.

Nell’ultimo periodo i cattivi presentimenti di una possibile sconfitta che rovinerebbe un’intera stagione, indeboliscono e accorciano le braccia dei tiratori scaligeri. Ferentino sembra viaggiare con più convinzione e leggerezza, Garri non è marcabile e con Guarino firma il +6 FMC (65-59). La squadra di Gramenzi continua a premere, mentre il pubblico inveisce per un tecnico fischiato contro Boscagin. Arrivano prima il +7 (70-63) firmato da Giuri, poi il +8 (73-65) con una tripla di Green dall’angolo a poco più di 3′ dalla fine. Sembra fatta, ma Verona ci crede: 6 punti consecutivi di Smith, che entra nella difesa ad ogni possesso, oltre ad un brutto 0/2 ai liberi di Giuri, riducono subito lo scarto. Boscagin dalla lunetta firma la parità (75-75). Garri rompe l’equilibrio a favore di Ferentino (77-75), Taylor risponde sparando una tripla difficile per il +1 (78-77), ancora Garri ribalta tutto dalla lunetta (79-78). Il finale è palpitante: Reati si prende un tiro da tre senza ritmo che va corto, ma è bravo ad andare a rimbalzo, subire fallo e convertire i liberi (80-79). La palla persa di Guarino sigilla poi la vittoria di Verona: con tanta fatica, ma il terzo posto finale è realtà.

Tabellini:

Verona: Smith 26 (6/7, 0/2), Taylor 17 (5/11, 1/3), Boscagin 6 (0/4, 1/3), Callahan 7 (3/4, 0/4), Gandini 5 (0/1), Carraretto 3 (0/2, 1/3), Reati 10 (1/1, 2/6), Da Ros 7 (3/6, 0/1), Grande.

Ferentino: Guarino 9 (1/3, 1/3), Bucci 6 (1/5, 0/1), Green 17 (7/12, 1/1), Pierich 6 (0/3, 1/4), Garri 21 (8/12), Giuri 11 (4/6, 1/3), Parrillo 3 (0/1, 1/1), Mosley 6 (2/3).