Bentornata Manital Amoroso è super, Young e soci durano 20’

0

TORINO E’ la sfida tra la quinta e la sesta forza del campionato LNP, Torino e Barcellona si presentano di fronte a circa 3500 spettatori, nutrita la presenza anche dei tifosi siciliani che hanno scelto di seguire la compagine giallorossa in questa lunga trasferta.

Tra i torinesi i primi a scendere in campo sono Evangelisti, Sandri, Amoroso, Steele e Bowers,  Calvani replica schierando Filloy, Collins, Toppo, Maresca, Young.

AVVIO GIALLOBLU’ I primi ad iscrivere il proprio nome  a referto sono Bowers e Maresca. I gialloblù pigiano sin dall’inizio sull’acceleratore e  Amoroso dalla lunga e Sandri con un pregevole tap in mandano a vuoto la zona siciliana. Maresca e Toppo provano ad annullare la prima minifuga con due spunti personali, ma l’inedita coppia di lunghi Amoroso e Sandri si conferma in gran spolvero e l’allungo Manital prosegue. Gli ospiti riescono comunque ad impattare al 5’ con due iniziative di Toppo e Young (tripla), con l’assist che Collins confeziona su misura ancora  per il lungo giallorosso mettono le frecce del sorpasso. Si rivede Wojciechowski  che bussa due volte dal perimetro con la concretezza di una guardia, i padroni di casa tornano fermamente a condurre le danze. Nel finale di quarto è  Evangelisti show : il capitano sfodera il suo marchio di fabbrica  dalla distanza, poi colpisce dalla media e lancia Bowers in contropiede, la Manital si ritrova in un attimo avanti di nove lunghezze.

BARCELLONA NON DEMORDE Apre le marcature Mancinelli che corregge un tiro di Gergati, gli uomini di Pillastrini sembrano aver ritrovato lo smalto dei tempi migliori e con la tripla di Evangelisti  raggiungono il vantaggio a doppia cifra. Barcellona si affida allora all’estro di Young ed alla caparbietà di Fantoni per tentare la risalita. Mancinelli serve un assist al bacio per un ritrovato Kuba, mentre Young è costretto momentaneamente a lasciare il campo dopo un contrasto di gioco.La coppia Maresca e Fantoni  si fa valere sotto i tabelloni, la Manital replica con Steele dalla distanza e con un libero di Gergati. Nel finale di quarto Ganeto ruba palla e realizza in slalom tra i difensori gialloblù, la determinazione di Amoroso che cattura un rimbalzo offensivo frutta altri due punti ai torinesi, Barcellona è più ruvida dalla lunetta ma  risale grazie ad una conclusione pesante di Collins che chiude il quarto.

STEELE E AMOROSO SUGLI SCUDI L’avvio del terzo periodo si apre nel segno di Steele: il play a stelle strisce innesca il turbo, le sue iniziative mandano ripetutamente a vuoto la difesa ospite. L’unica pecca difensiva di Torino trova un attento Toppo pronto ad approfittarne, ma la Manital corre e trova un nuovo massimo vantaggio con Amoroso (52 – 38).I siciliani sembrano aver smarrito la bussola in attacco e Bowers e Amoroso infieriscono costringendo coach Calvani ad un nuovo time out. Il  monologo gialloblù è interrotto dalla tripla di Young e da Fantoni a cronometro fermo. Il tempo scorre con i padroni di casa che amministrano il vantaggio senza troppi patemi grazie agli exploit di Gergati ed Amoroso, mentre tra i siciliani Young e Fantoni  non demordono. Il lungo gialloblù è immarcabile e trascina la Manital fino al +20, Collins firma dai 6 e 75 la tripla che tiene ancora vive le speranze barcellonesi.

MANITAL IN CONTROLLO Pinton e Gergati scaldano la mano dalla distanza, l’esterno gialloblù si ripete subito dopo imitato da Collins. I primi minuti del quarto volan via con i torinesi che provano a gestire concedendo anche spazio allo spettacolo in attacco e la Sigma che prova timidamente a rientrare. La tripla di Wojciechowski  a 5’ dalla fine se non è un’ipoteca poco ci manca, gli ospiti si affidano quindi ad un mai domo Ganeto. L’uscita di Kuba tra gli applausi sembra già il tributo a gara archiviata, ma Pinton dalla lunga  Young in contropiede procurano nuovamente  qualche brivido ai gialloblù e costringono Pillastrini al time out (81 -71). Torna in campo una Manital determinata che non lascia spazio a scivoloni, e arrotonda il vantaggio con Gergati e Amoroso difendendo la differenza canestri in vista dei play off.

MANITAL PMS TORINO-SIGMA BARCELLONA 86-76 (27-18, 42-36, 67-50)

TORINO: Mancinelli 3, Evangelisti 12, Baldasso, Sandri 4, Amoroso 19, Wojciechowski 13, Zanotti, Steele 11, Bowers 12, Gergati 12. All. Pillastrini. Ass. Comazzi, Canella.
BARCELLONA: Varotta ne, Young 20, Toppo 8, Maresca 9, Natali 3, Collins 15, Filloy 3, Ganeto 9, Pinton 3, Fantoni 6. All. Calvani.
ARBITRI: Roberto Materdomini, Antonio Migotto, Duccio Maschio.

Fotogallery a cura di Marco Magosso & Antonio Caracciolo