Biella sfata il tabù Bergamo

0

Biella sfata il tabù Bergamo, si prende la rivincita sull’andata (+ 16) e mette una serie ipoteca per i play out. Se Biella dovesse portare a casa un risultato positivo a Roma mercoledì vorrebbe dire arrivare prima nel girone. Una partita molto fisica quella tra Bergamo e Biella, con i lombardi che hanno affrontato la partita senza Parravicini e con Tony Easly in panchina, fatto salvo uno scorcio del primo quarto, ma assolutamente non dentro al match. Biella ha avuto un Hawkins super nel primo tempo, un Laganà metronomo nei momenti topici e un Carroll decisivo con due triple nel momento clou. Zugno è stato l’ultimo ad arrendersi invece per i lombardi.

Squarcina parte con Hawkins, Berdini, Barbante, Carroll, e Miaschi, mentre Calvani risponde con Pulazi, Da Campo, Seck, Jones e Zugno, lasciando in panchina Easly non al meglio della condizione. Inizia le ostilità Pulazi, ma poi è Biella a condurre le danze, memore dell’inizio shock in campionato mesi addietro e per un Da Campo che è infallibile dalla lunga distanza ci pensano Hawkins e Carroll a tenere a debita distanza Bergamo. Quando Carroll mette una tripla da grande distanza sul 15 a 7 è costretto a chiamare time out Calvani per evitare distrazioni modello Roma. Il rientro dei lombardi è deciso e in poco tempo arriva al pareggio sul 15 pari. Easly non incide e grazie a Hawkins già in doppia cifra alla prima sirena Biella piazza un contro-parziale di otto punti che la mandano al primo riposo sul 23 a 15. Biella cerca di partire forte anche nella ripresa ma Bergamo è arcigna non molla e arriva a un possesso sul 29 a 26. Le difese si alzano, gli scontri duri non mancano, gli sfondamenti non si contano e all’intervallo lungo Biella è avanti solo di sei punti. Si entra in zona Miaschi alla riapertura delle ostilità, ma per una tripla d’autore il giovane biellese sbaglia una serie impressionante di liberi che non depone alla fiducia della squadra, quando Biella dimostra di poter andarsene ci pensa Zugno con un parziale di cinque a zero a rimettere in carreggiata i lombardi. Dalla lunga distanza poi non sbagliano un colpo i vari Masciadri e Pullazi. All’ultima sirena Biella è avanti di soli quattro punti. Per cuori forti gli ultimi minuti Biella non molla, Carroll stringe i denti, Barbante, nonostante i quattro falli mette in campo una difesa intelligente. Lagana gestisce al meglio i palloni anche quando il pressing lombardo diventa asfissiante, poi si accende Carroll in un minuto due triple impossibili scavano il solco e per Bergamo non è più partita. Il vantaggio di Biella aumenta e colma anche il doppio confronto. La salvezza è più vicina per i lanieri

Edilnol Biella vs Bergamo 82 – 66 (23 – 15; 36 – 30; 56 – 52)

Edilnol Pallacanestro Biella: Berdini 9, Bertetti 0, Laganà (C) 15, Barbante 2, Miaschi 13, D’Almeyda 6, Pollone 3, Vincini 0, Hawkins 20, Carroll 14 Allenatore: Iacopo Squarcina.

Withu Bergamo: Da Campo 10, Bedini 9, Parravicini n.e., Seck 4, Vecerina 4, Jones 0, Masciadri 8, Easly 0, Pullazi 13, Zugno 18. All Marco Calvani

Tiri Liberi Biella 16/24 Bergamo 8/14 Rimbalzi Biella 37 Bergamo 41 Assist Biella 17 Bergamo 16

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here