Boscagin decisivo, Verona espugna Trapani sul filo di lana

0

Una prova di grande cuore e carattere non basta alla Pallacanestro Trapani per avere la meglio della capolista Verona. Una gara tiratissima che si risolve solo nei secondi finali, quando i granata sbagliano una rimessa decisiva e regalano il sorpasso finale ai veneti. Altra buona prestazione nel complesso per i granata, che devono purtroppo registrare l’ennesima sconfitta.

19° GIORNATA A2 Gold

Pallacanestro Trapani- Tezenis Verona 91-92
(28-27, 51-49, 70-68)

Tabellino:

Pallacanestro Trapani:Renzi 17, Meini 14, De Vincenzo, Baldassare 15, Bossi 1 ,Urbani, Bray 14 ,Ferrero 7 ,Conti 2,Legion 21

Tezenis Verona: Umeh 14, Reati, De Nicolao 25, Boscagin 19, Bartolozzi, Ndoja, Mazzantini, Gandini,Giuri 14, Monroe 20

Lo 0-5 di De Nicolao apre un match dall’avvio scoppiettante e dinamico. Trapani risponde da par suo con i piazzati di Legion e la tripla di Baldassarre, innescando le polveri di un match ad alta intensità. De Nicolao è una furia, e con 11 punti in 5 minuti spinge i suoi avanti 11-18 al quinto minuto.Legion però è caldo, piazza la sua prima bomba di serata,mentre poco dopo Baldassare ricuce ancora lo stappo per il 15-18 al 6?. Le difese funzionano davvero poco, e Umeh da un lato e Renzi dall’altro hanno vita facile sotto canestro. Trapani raggiunge la prima parita a quota 22 all’8° minuto, mentre a 90 secondi dalla prima sirena mette per la prima volta il muso avanti sul 25-24 grazie alla tripla di Meini. Nel finale di tempo Baldassare e un cinico Meini dalla lunetta provano l’allungo, ma la tripla di Boscagin tiene a -1 Verona sul 28-27 con cui si chiude la prima frazione.

Intensità a mille anche in avvio di 2° quarto, quando Trapani chiude meglio in difesa e piazza un 9-0 firmato Ferrero e un super Bray per il +10 sul 37-27 al 13? minuto, mentre Verona accusa il colpo non trovando più la via del canestro e si rifugia nel time out. Gli ospiti si aggrappano così alla precisione di Giuri, che con 7 punti in 2 minuti permette al 15° minuto agli scaligeri di dimezzare il gap sul 41-36. La capolista però ha un De Nicolao sontuoso, che quando decide di accendersi sono guai seri. Tre triple in successione permettono al cecchino ospite di toccare 22 punti (6/6 da 3), nel primo tempo e a Verona di tornare avanti sul 46-47 a meno di due minuti dal riposo. I granata però non si lasciano impressionare alimentando punti con Legion e Renzi, restando avanti alla sirena sul 51-49 che manda tutti al riposo lungo.

Due triple di Boscagin e due della coppia Renzi/ Baldassare aprono il 3 periodo, innalzando ancora la media punti generale della serata. I punti non mancano, cosi come i sorpassi. Umeh e Monroe, bucano la retina avversaria, e al 5° rimettono avanti Verona sul 57-59. A cavallo del quarto arriva poi antisportivo fischiato a Monroe, che da il la alla seconda tripla di Renzi e al nuovo sorpasso granata.Inizia cosi un tira e molla, fatto di grande intensità e agonismo che esalta anche il pubblico del PalAuriga,che vede grande lotta e impegno nei suoi.A 2 minuti dal termine, i liberi di Monroe rimettono avanti Verona di 1 sul 64-65. L’elastico non si spezza, e dopo la Tripla di Giuri i granata tornano a spingere con Ferrero e i liberi di Legion, per ritrovarsi avanti di 2 alla fine del terzo periodo sul 70-68.

Verona parte ad handicap qualrto periodo, fallisce un paio di attacchi e Trapani affonda i colpi. Il piazzato di Conti, la bomba di Bray e il coast to coast di Legion, mettono fieno in cascina per Trapani, che si allontana sul 79-72, dopo i primi 3 minuti. La buona zona di Trapani vacilla però poco dopo, lasciando prima a Monroe e poi da Boscsgin un paio di 2+1 trasformati, che riportano Verona a-1 (81-80) a 5 minuti esatti dalla fine della partita. Il finale è caldissimo, ogni attacco fallito si paga a caro prezzo e l’equilibrio non si schioda. Bray e Renzi non realizzano e Monroe riporta i suoi avanti sul 83-84 a meno di 3 minuti dalla sirena. A 2 dalla fine il sottomano di Meini riporta sul +1 Trapani (89-86), che poi difente forte, manda fuori fase Monroe, e riparte in transizione con Legion, che firma il -3 89-86 a 90 secondi dalla fine. Il clima si fa incandescente, i granata difendono a tutta e Verona deraglia.Monroe perde l’ennesima palla, e Meini da sotto non perdona per il 91-86 a 65 secondi dal termine. Sembra fatta, ma Boscagin infila la tripla del -2 e Ferrero perde una sanguinosa palla che manda Umeh a prendere un fallo e a tirare dalla lunetta per pareggiare a 23 secondi dalla fine. L’americano però fa solo 1 su 2, rimbalzo di Bray e fallo per la rimessa Trapani sul 91-90 per i granata a 20 secondi dal termine. Lardo chiama il suo time out,ma lo schema fallisce, Meini e Baldassare pasticciano e regalano incredibilmente il pallone a Brescia. Trapani prova a resistere, sporca il pallone, ma deve difendersi ancora 3 secondi dalla fine quando Monroe trova libero sottocanestro Boscagin che sulla sirena mette l’atroce sorpasso per il 91-92 finale.