Brescia domina con Giddens il Credito di Romagna si congeda con l’ennesima sconfitta.

0

FORLI’-Il match rispecchia tutte le potenzialità inesplose di Brescia, dominatrice del parquet romagnolo nonostante un inizio a ritmi bassi che vedono Forlì prendere il largo ma le strigliate del focoso Martellossi riaccendono gli animi di Giddens e compagni che mettono alle corde la squadra di Galli. Le difese lente di entrambe le squadre permettono di vedere un’ottima trama da entrambe le parti ma la classe dei lombardi è di netto superiore a quella romagnolo per lo più con un Crow in meno nel motore che mette a referto soltanto 2pt e tanti fischi. A Tyler Cain la retrocessione matematica non fa alcun effetto, in campo si danna l’anima, in difesa e in avanti prendendosi gioco di Cuccarolo e Rinaldi, il pubblico di casa in piedi lo applaude al termine del match lustrandosi gli occhi e ammirando questo centro sbarcato dal nulla sotto San Mercuriale, ma che rivedremo in palcoscenici più importanti.Dall’altra parte Giddens fa il diavolo a quattro realizzando una doppia doppia con 25pt e 13rimbalzi a referto e tanto nervosismo con il pubblico e con il coach Martellossi, il siparietto a metà dell’ultimo parziale non è stato un buon esempio, ma il focoso coach ospite non gradisce cali di tensione nonostante in campo, per i romagnoli, ci sono solo under di belle speranze. Stagione finita per Ferguson&C. che chiudono l’annata sotto gli applausi gelidi dei 1000 accorsi a visionare gli ultimi 40’ nella speranza di veder finalmente nascere una nuova realtà in una città che merita un basket ad alto livello.

CREDITO DI ROMAGNA FORLI’ VS CENTRALE DEL LATTE BRESCIA – 87-101

1°Tempo – Match a ritmi bassi fin dai primi minuti con il solito Cain a mettere sotto pressione Rinaldi nel pitturato e a destreggiarsi bene dalla marcatura di Giddens, per Brescia inizio svogliato da parte di Fultz che sbaglia due passaggi facili e perde palla malamente sull’attacco di Ferguson che regala il primo vantaggio di giornata per gli uomini di Galli (6-3). Forlì continua a dominare la scena con buone trame e con la regia di Saccaggi riesce a mettere in ritmo Ferguson e Crow che provano a prendere il largo realizzando canestri pregevoli, ma la classe di Giddens e la buona vena di Bushati permettono a Brescia di rimanere attaccati al carro (16-12), Martellossi non è contento e prima del time-out spedisce in panchina uno spento Fultz per un più pimpante Di Bella. Quando Giddens alza il ritmo per Forlì diventa difficile contenere lo strapotere fisico dell’ala di Martellossi, Crow fatica a contrastarlo in fase difensiva e grazie alla buona vena del play Di Bella e del lungo Rinaldi, Brescia recupera il gap di svantaggio e pareggia il punteggio, per Forlì tutto da rifare (18-18). Giddens spettacolo: prima si prende il fallo di Crow in entrata poi nel recupero di Rinaldi su Rosignoli delizia la platea con una schiacciata in transizione che fa innervosire il Pala Credito di Romagna e chiude il primo parziale con il risultato ribaltato sul 22-25 per Brescia.

Martelossi risfodera Fultz in regia ma è Loschi che apre le danze del secondo parziale con una tripla e Forlì non si demoralizza, prova a rimanere attaccata a Brescia grazie alla tripla di Eliantonio che disorienta Giddens in chiusura e riporta sotto i Romagnoli. Brescia inizia benissimo a rimbalzo dove il neo entrato Cuccarolo sovrasta i lunghi di casa Eliantonio e Rosignoli, ma è Di Bella a fare la differenza e a mettere in ritmo Loschi e compagni che dilagano sul 28-34 a 6’00 dall’intervallo lungo. Saccaggi perde le staffe e si becca un tecnico per proteste, i tifosi presenti non risparmiano di insulti la terna arbitrale. Le azioni di Forlì non portano a nulla in campo regna una gran confusione nel gioco degli uomini di Galli, Brescia ringrazia e si riporta subito nella metà campo dei padroni di casa grazie a Fultz e Bushati che provano a mettere Loschi in condizione di punire gli ospiti, l’ala di Martellossi non si risparmia, ma in entrata incontra Cain che vanifica tutte le speranze per Brescia chiudendo in stoppata l’azione di Loschi. (31-39 ). Forlì riprende a giocare grazie alle strigliate di coach Galli; Ferguson con la tripla riporta sotto i biancorossi ma, nella ripartenza veloce dei lombardi, è il solito Giddens a riportare gli equilibri per Brescia sul 36-41. Buon impatto per Eliantonio che si prende il lusso del 10pt personale, mettendo la tripla allo scadere dei 24” e sfodera assist per i compagni con Cain che giova dell’utilità del compagno per mettere il suo 12pt personale. Per Brescia Giddens è il padrone indiscusso della scena, giocatore ovunque, a rimbalzo in difesa, nelle conclusioni dalla lunga, in entrata mette fisico contro Eliantonio e Cain, i suoi 17pt nel primo tempo dicono tutto il valore dell’americano (43-52).

2°Tempo – Forlì riparte con i soliti ritmi blandi del primo tempo, Brescia più rapida nei ribaltamenti, prende spesso in velocità gli uomini di Galli che rimediano a fatica in difesa, buon inizio per Ferguson e Saccaggi che riportano sotto Forlì nonostante la pessima giornata realizzativa di Crow (2pt finora) condiziona il match per i romagnoli. Giddens continua a macinare punti a tabellino prendendosi gioco di Saccaggi e realizzando la solita schiacciata plastica per sancire il suo 22esimo personale. (49-59 Brescia). Loschi e Dibella premono sul accelleratore di Brescia, la difesa di Forlì è talmente statica che non prova minimamente a limitare le entrate avversarie, per Forlì sembra calato il sipario mentre la squadra di Martelossi ritrova il gusto di giocare e divertirsi in campo. (53-67 ). Per Forlì l’intramontabile Cain non molla mai una giocata, nonostante la poca verve dei compagni, è sempre il più positivo e prova a vincere tutti i duelli con il lungo e più statico Rinaldi.La tripla di Saccaggi tiene aperta ancora la pratica e la super difesa di Cain su Cuccarolo nella controffensiva lombarda, tengono vive le speranze di un possibile recupero o perlomeno di un finale dignitoso (56-67 ). Ferguson e Cain tengono vive le speranze ma è il solito onnipotente Giddens che si prende gioco di Rosignoli con un cross-over pregevole per poi concludere con la tripla del 61-70 e il suo 25esimo personale di giornata. Crow in giornata negativa, beccato dal pubblico risponde per le rime dopo aver chiesto garanzie in settimana per un progetto serio societario, il pubblico di casa non gradisce nonostante la stagione del riminese sia stata comunque a buon livello. Brescia chiude il parziale con la bomba di Loschi allo scadere dei 24”, che sancisce il 64-77 per la compagine di Martellossi.

Loschi continua a mietere il suo tabellino di giornata con triple su triple mentre la fortuna per Forlì sembra alquanto svanita, viste le conclusioni facili di Ferguson e Rosignoli uscite di un niente. Brescia è uno schiacciasassi e incrementa il suo vantaggio su 69-84 mentre Martellossi suona la carica in panchina non contento della prestazione dei suoi. Attimi di tensione Giddens/Martellossi, il lungo americano non gradisce i rimproveri del coach e ne nasce un siparietto acceso sul parquet con lo staff che prova a mantenere la calma nonostante i lombardi padroneggiano sul parquet romagnolo (74-87 ). Giddens si prende gioco anche del neo entrato Mascherpa che prova a fermalo con le cattive, dalla lunetta mette i tiri a disposizione ed incrementa il vantaggio di Brescia, la difesa di Brescia è nulla sul duo Cain Ferguson che continuano ad incrementare il loro bottino odierno (78-91). Coach Galli capisce il momento e mette in campo i giovani Ravaioli e Battistini, ma Brescia continua a divertirsi e produrre gioco con i soliti Di Bella e Fultz ormai padroni in regia e abili nel mettere in ritmo il solito LoschiCain mette il suo 27esimo punto nonostante coach Galli gli mette a disposizione un quintetto di giovani, ma il lungo di casa continua ad incitare i giovani dando l’esempio.Standing ovation per Tyler Cain che si prende gli applausi pregevoli di tutta Forlì per il lavoro fatto nella stagione, Forlì in campo con tutti i giovani a 2’00” dal termine mentre Brescia continua a punire i biancorossi con Giddens e Maspero (82-97 Brescia). Loschi chiude la pratica dalla lunetta siglando i liberi concessi, Forlì rimette in gioco la palla ma per i biancorossi finisce la stagione sotto gli applausi dei presenti.

Top Player Basket inside: Tyler Cain 27pt (Credito di Romagna)

Credito di Romagna Forlì: Basile 3, Cain 27, Mascherpa 0, Battistini 2, Ravaioli 0, Crow 2, Ferguson 22, Saccaggi 13, Eliantonio 10, Rosignoli 8. Allenatore: Massimo Galli

Centrale del latte Brescia: Bushati 9, Slay ne, Procacci 0, Rinaldi 14, Loschi 19, Fultz 11, Di Bella 14, Cuccarolo 0, Giddens 29, Maspero 5. Allenatore: Alberto Matellossi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here