Brescia sprecona con Trieste, Maspero leva le castagne dal fuoco

0

BRESCIA: Fultz, Giddens, Loschi, Slay, Rinaldi

TRIESTE: Carra, Wood, Coronica, Harris, Diliegro

Arbitri: Nicolini, Buttinelli, Triffiletti

Parziali: 28-20, 45-33,

In seguito alla sconfitta sul campo di Jesi accorsa nel turno infrasettimanale i vertici societari della Centrale del Latte Brescia giunsero alla decisione di sollevare dal proprio incarico Alberto Martelossi. Ne è seguita una dura contestazione da parte dei tifosi che si sono schierarati dalla parte del tecnico di Udine, anche i giocatori si sono opposti alla decisione societaria e hanno chiesto il ritorno di coach Martelossi. Richiesta accordata.

Insomma dopo questi giorni a dir poco turbolenti si ritorna a giocare. Gli ospiti partono bene con un 7-0 di parziale nei primi due minuti, mette a referto il primo canestri per i padroni di casa jr Giddens con un imperiosa schiacciata, Carra infila una tripla buttandosi all’indietro e 10-2 per Trieste, poi i ragazzi di coach Martelossi piazzano un controparziale di 9-0 che fa intuire a tutti i 2500 accorsi al San Filippo che qualcosa è cambiato. Ora è brescia che fa la partita e grazie alle buone percentuali dalla lunga distanza e ai canestri in contropiede fugge e arriva a toccare anche le 12 lunghezze di vantaggio prima di un paio di canestri che riportano Trieste a -8.

Trieste prova a ricucire lo strappo affidandosi ai suoi giovani: Ruzzier, Tonut, Fossati e Candussi, ma Brescia spegne sempre sul nascere ogni tentativo di rimonta ospite riuscendo a mantenere costantemente un vantaggio di 10 lunghezze. I ragazzi di coach Dalmasson tirano male dalla media e così cercano di affidarsi ai loro lunghi Diliegro e Candussi; al contrario Brescia tira chiude il primo tempo con ottime percentuali: 11/18 da due e 6/8 da tre punti. Il quarto si chiude con la Leonessa avanti di 13 lunghezze con i triestini che non sembrano in grado di ribaltare l’inerzia della partita.

Trieste non molla e torna a fino a -7 con 6 minuti da giocare, ma Brescia oggi non può proprio permettersi di perdere e in un amen torna a +16 grazie alle triple dei suoi due americani: Slay e Giddens. I ragazzi di coach Dalmasson d’orgoglio riescono a riacciuffare la partita grazie a un paio di triple di Brandon Wood e ai canestrisi in contropiede ritrovano a -5. Il quarto si chiude sul punteggio di 64-59.

Candussi con un 2/2 dalla lunetta riporta i suoi a -3, prima di infilare la tripla che vale il pareggio a quota 64 nell’azione successiva. Nel momento più delicato per la Centrale del Latte arriva il momento di un giocatore inatteso, ci pensa infatti Giacomo Maspero che piazza un personale parziale di 7-1 rimettendo sei lunghezze di distanza tra le due formazioni. Cuccarolo sbaglia una schiacciata già fatta e poi si dimentica Candussi che appoggia facilmente il canestro del 71 pari con 3:47 da giocare, il time out di coach Martelossi è inevitabile. Bell’uscita di Brescia dal minuto di sospensione che mette a segno un parziale di 4-0 grazie a Rinaldi e Giddens, time out Dalmasson. Wood ne mette altri due e Carra con un 2/2 riporta i suoi a -2 a 1:30. Fasi concitate del match, poi Giddens piazza il solito jumper e riporta brescia a +4 con 28 secondi sul cronometro. Il gioco dei falli tattici alle lunghe porta Diliegro in lunetta con i suoi a -2, ma sbaglia il primo segnando così la vittoria di Brescia.

MVP BasketInside: JR Giddens – 30 punti, 9 rimbalzi e 6 assist.

BRESCIA: Bushati 3, Slay 13, Procacci ne, Rinaldi 7, Loschi 12, Fultz 4, Di Bella 4, Cuccarolo 4, Giddens 30, Maspero 8. All. Martelossi.

TRIESTE: Fossati 0, Tonut 2, Harris 14, Ruzzier 3, Coronica 2, Diliegro 15, Candussi 10, Carra 10, Urbani ne, Wood 23. All. Dalmasson.

Fotogallery a cura di Riccardo Cherubini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here