Casale supera un'arcigna Casalpusterlengo. Marshall ancora MVP

0

Ultimo turno di campionato prima di Natale. I ragazzi di coach Marco Ramondino affrontano la neo promossa Assigeco di Andrea Zanchi. Due squadre diverse, con obiettivi diversi. Entrambe vogliono ottenere una vittoria per smuovere le rispettive classifiche. Una squadra, quella lombarda, costruita con il giusto mix di esperienza e gioventù. CRONACA – Ricci apre le danze con il tiro da tre, dando via al “Teddy Bear Toss” che conterà oltre 600 peluches che saranno consegnati negli ospedali della zona. Ci pensa Marshall a portare avanti Casale con 8 punti in meno di due minuti. Sempre l’americano in 4 minuti è già 4/4 dalla lunga distanza. La Novipiù sembra essere in totale controllo del match, con Casalpusterlengo che si affida alle conclusioni dell’esperto Alvin Young. Sul cubo dei cambi si siede Martinoni, entra e ne piazza subito 5. Il timeout per coach Zanchi è più che mai obbligatorio. Due falli di Amato mandano in lunetta gli ospiti, che rimarginano il divario. Tiro pazzesco di Saint-Ross che riporta l’Assigeco a meno due: 24-22. Schiacciata di Fall, ma è ancora Saint-Ross a firmare il vantaggio ospite, 26-27. Casale costruisce bene ma sembra essere un po’ compassata al momento di concludere. Tomassini sblocca i suoi, nonostante l’ottima difesa avversaria. La lotta a rimbalzo premia Casalpusterlengo, che riesce a ottenere importanti seconde possibilità per andare a concludere a canestro. Donzelli senza paura da sette metri e la partita rimane aperta, anche se dall’altra parte Amato ricaccia via i brutti pensieri. La condizioni fisiche di Young non sono perfette, ma la mano è ancora morbida e chirurgica (39-34 al 19’). L’ultimo squillo è di Fall, che fissa il punteggio sul 41-38. Qualche errore di troppo in avvio, poi ci pensa il solito Marshall sempre con i piedi oltre l’arco. Casalpusterlengo soffre tremendamente le uscite dai blocchi del “34” di Casale, che si fa sempre trovare pronto al tiro. Con l’ingresso in campo di capitan Martinoni la Novipiù sembra trovare maggiore equilibrio a rimbalzo in attacco. Assigeco brava a non mettere in ritmo i tiratori casalesi, ma molto imprecisa nella metà offensiva del campo. La partita continua a essere condizionata dai tanti errori di entrambe le parti. Terzo quarto che va in archivio sul 53-44. Due bombe, di Blizzard e Donzelli, aprono l’ultimo periodo. Il clima si scalda subito con il volo in contropiede di Amato e l’ottima conclusione di Carrizo. Ancora Amato entra ruba l’ennesimo pallone, servendo Blizzard sotto canestro. Casalpusterlengo è sempre più Saint Roos dipendente: ruba palloni, smista assist e segna punti. Zanchi si sbraccia troppo e arriva il tecnico alla panchina dei lombardi, con Blizzard che va in lunetta a segnare il tiro libero. Sembra finita, ma Carrizo tiene a galla i suoi con il tiro da tre punti, e sulla successiva azione offensiva Saint Roos trova ancora il fondo della retina. Match riaperto, 70-64 al 38’. I liberi di Fall e il piazzato di Martinoni spengono definitivamente le ultime speranze degli ospiti. Il match si conclude 77-65. Casale: Amato 12, Tomassini 4, Natali 2, Blizzard 9, Martinoni 11, Rattalino ne, ruiu ne, Fall 9, Giovara M. ne, Samuels 7, Marshall 23 Casalpusterlengo: Poletti 4, Costa, Vencato 3, Ricci 7, Maghet, Sgorbati ne, Young 8, Saint Roos 22, Donzelli 10, Spissu ne, Carrizo 11 

Fotogallery a cura di Stefania Monsini