Chieti torna a vincere, espugnata Latina

0
Foto di Vito Massagli

La Lux Chieti torna alla vittoria dopo le due sconfitte di Chiusi e Nardò: a farne le spese e la Benacquista Latina, squadra mai doma e coriacea, capace di recuperare i 17 punti svantaggio accumulati dai teatini e di portarsi avanti a soli due minuti dalla sirena finale, peccando di sfortuna e decisione. Partita sontuosa per il solito Davide Meluzzi (20 punti a referto) che cancella la partita storta di domenica scorsa contro Nardò, e per il centro Tsetseroku, decisivo nello strappo teatino del secondo quarto, quando l’inerzia si è spostata ai ragazzi di coach Maffezzoli. Latina esce tra gli applausi e con il rammarico di aver sbagliato nel momento decisivo della gara, patendo l’assenza di Fall sotto le plance. 21 punti per D. Jackson, giocatore decisivo nei momenti di difficoltà di Latina, mostrandosi un’autentica spina nel fianco nella difesa teatina.

Neanche il tempo di festeggiare che mercoledì si torna già in campo: la Lux Chieti sarà di scena nel difficile campo di Forlì, per il recupero della 1a giornata di ritorno.

CRONACA

A palla a due, Latina scende in campo con Passera, Henderson, Radonjic, Mohoua e Bozzetto; risponde Chieti con Bartoli, Meluzzi, Amici, Sims e Jackson. Latina parte bene sfruttando l’esperienza di Passera e la mano calda di Radonjic, sfruttando bene le transizioni. In fase di non possesso, la squadra di coach Gramenzi copre bene sia l’area che il pitturato. Chieti ha un inizio molle, macchinoso e lento, con poche idee in fase offensiva e una difesa confusionaria. Latina tocca i +9 grazie ad una tripla di Jackson (15-6). Chieti si sveglia e inizia a macinare gioco grazie all’asse Amici-Tsetserouku e il play Meluzzi che piazzano un mini break di 5-0 (15-11). I pontini iniziano a cedere offensivamente e, dopo un canestro di Dincic (15-13), coach Gramenzi chiama timeout per parlare su. Il primo quarto termina sul 17-16.

Nel secondo quarto, Chieti si porta per la prima volta in vantaggio grazie ad una maestria in piede perno di Dincic (17-18). Latina non ci sta e, trascinata da un Durante on fire, piazza il parziale di 7-0 (24-18) che costringe coach Maffezzoli a chiamare timeout. Chieti alza dunque l’asticella in termini di pressing e gioco, Latina soffre sotto canestro l’assenza di Bozzetto (due falli per lui già nel primo periodo) e gli ospiti raggiungono la parità 26-26. I pontini sono confusi e subiscono il passivo grazie al gioco sotto canestro di Chieti che si portano avanti di 4 (26-30). Il timeout chiamato da Gramenzi rinvigorisce timidamente i pontini che continuano a subire il gioco rapido in transizione di Chieti che raggiungono il massimo vantaggio (26-38) grazie ad un gigantesco Tsetserouku. Gramenzi si gioca il tutto per tutto schierando Passera e Bozzetto ma Chieti non si scompone e chiude in vantaggio prima dell’intervallo lungo: 31-42.

Alla ripresa dall’intervallo lungo, con entrambe le squadre che piazzano lo stesso starting five, Latina prova ad accorciare le distanze con diversi tentativi dall’arco dei 6.75 ma senza successo. Chieti difende con ordine e sfrutta al meglio gli errori dei padroni di casa, toccando i +17 di vantaggio (37-54). Con il passare dei minuti, Chieti si crogiola sul nutrito vantaggio e, costellata di falli, inizia a concedere terreno ai pontini che, minuto dopo minuto, vanno in fiducia e si rimettono il partita grazie all’asse Passera-Jackson capace di piazzare un sontuoso 10-0 (47-54) che porta Maffezzoli a chiamare timeout per bloccare il buon momento di Latina.si Alla ripresa dei giochi, Meluzzi piazza subito la tripla da quasi 8 metri (47-57), Henderson non ci sta e piazza il 2+1 (50-57). Capitan Meluzzi trascina i teatini che iniziano ad accusare la stanchezza ma, alla sirena, Latina è a -6: 53-59. Si preannuncia, dunque, un quarto quarto vietato ai deboli di cuore.

Ad inizio quarto quarto, Chieti gioca con un’intensità tale da costringere Latina a 3 falli in meno di un minuto di gioco. Dopo un iniziale equilibrio, e con i nervi a fior di pelle, Latina pareggia i conti grazie ad un canestro pazzesco di Veronesi: 62-62. L’equilibrio ripreso dai pontini, dopo che Chieti è stata avanti per buona parte della gara, dona fiducia agli uomini di coach Gramenzi che giocano con più fiducia e intelligenza. La partita si infiamma e la paura di sbagliare da ambo le parti è tanta: già a 5 minuti dal termine, entrambe le squadre sono in bonus. Gli errori si susseguono, Chieti si aggrappa alle folate di Amici e Meluzzi mentre Latina difende con le unghia e con i denti il prezioso vantaggio. A un minuto dalla sirena, Amici pareggia i conti: 69-69. Latina, sul capovolgimento di fronte, sbaglia il tiro decisivo. Sims, con il solito tiro educato, porta in vantaggio Chieti (69-71). Gramenzi chiama timeout per disegnare l’attacco, Henderson si confonde e concede il possesso a Chieti che, al quarantesimo, vince