Chieti vince e convince contro una mai doma Stella Azzurra Roma

0

I biancorossi, dopo il passo falso di Guidonia contro l’Eurobasket, tornano alla vittoria in una gara maschia.

Nella sua giornata di festa (100 presenze e 1000 punti con la canotta biancorossa), il top scorer dei biancorossi è capitan Meluzzi (20 punti e 3 assist), mentre i top scorer dei capitolini sono Ghirlanda e Nikolic (14 punti).

In avvio di gara la Lux, dopo essere andata sotto (0-2 con i liberi di Raspino), piazza un parziale di 5-0 con la tripla di Meluzzi e la schiacciata di Bartoli (5-2 dopo meno di un minuto e mezzo di gioco).
Roma prende le misure e piazza un break di 0-6, interrotto da Bartoli (7-8 dopo poco meno di tre minuti e mezzo dalla palla a due).
Roma, dopo aver toccato il massimo vantaggio (7-12 al giro di boa), vede la veemente reazione teatina che a 02:30 da fine quarto ritrova il +2 con il jumper di Amici (16-14).
Salvioni realizza per i suoi ma il finale di quarto è di chiara marca biancorossa e, con la tripla di Dincic (21-16), si giunge al primo mini intervallo.

Roma torna sul parquet con il piglio giusto e con un Ghirlanda in formato stratosferico (11 punti in altrettanti minuti, 5 in avvio di quarto) agguanta la parità in meno di un minuto e mezzo di gioco (21-21).
Meluzzi realizza in lunetta, Ghirlanda risponde presente ma il 2/2 a cronometro fermo di Dincic rimette Chieti avanti dopo meno di due minuti di gioco (25-23).
Chieti aumenta i giri in difesa e, con le bombe di Meluzzi e Woldetensae, costringe coach D’Arcangeli al timeout (31-23 a 06:58 dalla pausa lunga).
L’attacco romano è in fase di rottura ed il solo Ghirlanda riesce ad impensierire la difesa teatina, i biancorossi sono precisi a cronometro fermo e corrono in contropiede, riuscendo con il libero di Amici a toccare il +14 (40-26 a 03:43 da fine quarto).
Chieti perde qualche palla di troppo e Roma fa la voce grossa a rimbalzo, con Maffezzoli che vuole parlarne con i suoi (42-32 a 01:35 dall’intervallo lungo).
Roma raggiunge il -7 con Marcius ma la Lux risponde con l’1/2 dalla lunetta di Amici: al ventesimo il risultato è di 43-35 per i padroni di casa.

La Lux riparte con una grandissima intensità e piazza un importante break di 12-1 in poco più di tre minuti e mezzo di ostilità (55-36), con coach D’Arcangeli che chiama timeout.
Gli attacchi di entrambe le squadre abbassano vertiginosamente le proprie percentuali e così, per rivedere un canestro, si deve aspettare l’1/2 dalla lunetta di Jackson (a 03:50 dall’ultimo mini break 56-36).
I velleitari tentativi di rimonta dei romani vengono arginati dai biancorossi e, con l’1/2 dalla lunetta di capitan Meluzzi, si giunge al trentesimo sul 63-43.

Chieti tocca il +24 ad inizio quarto e ormai la partita ha poco da dire: nonostante ciò, Roma non demorde e ricuce abbondantemente il gap, portandosi sul -15 a poco meno di due minuti dalla conclusione dell’incontro, con coach Maffezzoli che chiama timeout dopo una poderosa schiacciata di Menalo (73-58).
Ad un gioco da 3 punti di Lips rispondono Innocenti e Marcius: al quarantesimo il tabellone recita 76-62 per la compagine teatina.

LUX CHIETI BASKET – STELLA AZZURRA ROMA 76-62 (21-16; 43-35; 63-43)

LUX CHIETI BASKET 1974 76: Tsetserukou 5, Woldetensae 6, Klacar 0, Bartoli 13, Lips 8, Amici 8, Meluzzi 20, Dincic 13, Jackson 3, Graziani NE.

STELLA AZZURRA ROMA 62: Innocenti 4, Nikolic 14, Ghirlanda 14, Barbante 0, Menalo 8, Raspino 5, Pugliatti 7, Maglietti 0, Marcius 8, Visentin 0, Salvioni 2, Ndzie NE.

Federico Ionata – Staff Comunicazione Lux Chieti Basket 1974

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here