Con gli alieni Bortolani e Saccaggi Biella vola in testa. Rieti, è crisi?

Seconda sconfitta casalinga consecutiva per la NPC. Biella espugna il PalaSojourner grazie ad una prova super dei suoi due talenti, per la NPC si salva solo Cannon. Decisivo per i piemontesi anche l’apporto di Barbante, delude ancora Brown.

di Giammarco Imperatori

STARTING FIVE:

NPC RIETI: Passera, Brown, Stefanelli, Cannon, Vildera     

Allenatore: Rossi

BIELLA:Polite, Omogbo, Saccaggi, Bortolani, Donzelli                                        
Allenatore: Galbiati

PRIMO QUARTO- Cannon e Vildera piazzano subito il 5-0 di parziale dopo appena 1’ e 30’’ di gioco. I piemontesi faticano a trovare il canestro anche dalla linea della carità.
Pollone rompe il digiuno ospite dopo ben 3 minuti di gioco con un comodo appoggio in contropiede.
Nonostante le pessime percentuali al tiro e degli attacchi poco incisivi da parte di Biella la Npc non ne approfitta e a metà della prima frazione è avanti 9-6.
Gli americani reatini scavano il solco e portano la compagine amarantoceleste sopra di 9 lunghezze(20-11) costringendo Galbiati al primo timeout di serata a meno di 2 minuti dalla fine del primo quarto.
Cannon esce e si spegne la luce per l’attacco reatino ma i rossoblu non ne approfittano e realizzano solo con Bortolani.
Torna il numero 5 in maglia bianca e realizza immediatamente un gioco da 3 punti che manda le squadre al primo miniriposo sul 23-14.
SECONDO QUARTO-L’impatto degli ospiti sembra essere diverso rispetto ai primi 10’ di gioco ma Pastore trascina i suoi e rispedisce i piemontesi a -9(28-19).
Il match è molto strano perché la NPC non riesce ad allungare, mentre gli ospiti non riescono mai a rientrare sotto i 5 punti di scarto fino a quando la NPC si addormenta, con un Vildera in netta crisi d’identità, e Biella riesce a tornare ad un solo possesso pieno di svantaggio(30-27) che obbliga Rossi a richiamare all’ordine i suoi.
Dopo il blackout della NPC arriva quello di Biella che permette ai padroni di casa , guidati da uno splendido Cannon da 12 punti all’intervallo, di tornare sopra di 6 lunghezze.
Il tiro sulla sirena di Bortolani non va a bersaglio, mandando le squadre al riposo sul 35-29.
TERZO QUARTO-  La faccia di Passera e soci sembra diversa, e la tripla di Stefanelli accompagnata dal gran canestro di Cannon mandano subito la squadra di coach Rossi sul +10(40-30).
La reazione ospite non tarda ad arrivare: il controbreak concluso dalla tripla di Bortolani riporta subito i piemontesi sotto di 4(43-39).
La Zeus si addormenta nuovamente, e dopo aver piazzato l’ennesimo parziale si fa rimontare dal 6-0(49-47) firmato tutto da Saccaggi che costringe Rossi al timeout a 3’ dall’ultimo miniriposo.
Rieti riesce a reagire e a chiudere la frazione di 5(56-51) grazie ad un ottimo Stefanelli.
QUARTO QUARTO-
La tripla di Barbante inaugura gli ultimi 10’ di gioco. Lombardi dalla lunetta avrebbe anche l’occasione di portare per la prima volta i suoi alla parità, ma fa 0/2.
Biella spreca almeno 4 attacchi per pareggiare o sorpassare, Cannon la punisce e riporta la Zeus sopra il possessi di vantaggio(58-54).
Barbante è scatenato e infila nuovamente dall’arco. Rieti capitalizza solo un punto da un antisportivo di Brown(59-57).
Barbante è il giustiziere dalla lunga, Rieti si inceppa in maniera preoccupante in attacco e Biella a 5’ dalla sirena lunga è sopra di 3 punti(59-62) e ha la palla in mano.
Il timeout di Rossi tarda ad arrivare, Saccaggi punisce nuovamente dalla lunga e Rieti è in piena crisi d’identità.
Il minuto di sospensione arriva, ma Rieti adesso è costretta a recuperare 8 punti in 3 minuti e 45 secondi quando ne ha segnati soltanto 3 dall’inizio della frazione.
Cannon è il vero ed unico trascinatore della NPC e la riporta sotto di 5(62-67).
La pressione la sentono entrambe le squadre che collezionano errori su errori tanto che in 2 minuti di gioco le due squadre segnano soltanto un punto per parte.
Bortolani, classe 2000, ma con un talento cristallino chiude probabilmente i conti con un canestro dal parcheggio del palazzo che chiude il match.
L’ultimo minuto è solo passerella, Rieti perde 63-73.

Zeus Energy Group Rieti – Edilnol Biella 63-73 (23-14, 12-15, 21-22, 7-22)

Zeus Energy Group Rieti: Jalen Cannon 23 (9/15, 0/0), Elijah Brown 9 (0/6, 1/5), Giovanni Vildera 9 (4/7, 0/0), Francesco Stefanelli 6 (1/4, 1/6), Dario Zucca 6 (3/6, 0/1), Andrea Pastore 5 (1/2, 1/5), Marco Passera 3 (1/1, 0/3), Niccolo Filoni 2 (1/2, 0/1), Carlo Fumagalli 0 (0/0, 0/0), Aleksa Nikolic 0 (0/0, 0/0), Gabriele Mammoli 0 (0/0, 0/0), Lorenzo maria Fornara 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 22 – Rimbalzi: 38 15 + 23 (Jalen Cannon 14) – Assist: 12 (Elijah Brown, Marco Passera 4)

Edilnol Biella: Lorenzo Saccaggi 21 (6/7, 2/5), Giordano Bortolani 19 (3/5, 3/9), Simone Barbante 10 (0/1, 3/5), Eric Lombardi 7 (2/4, 1/2), Emmanuel Omogbo 6 (2/3, 0/2), Ed Polite jr 4 (0/2, 0/0), Matteo Pollone 4 (2/2, 0/0), Federico Massone 2 (1/2, 0/0), Daniel Donzelli 0 (0/2, 0/0), Lodovico Deangeli 0 (0/0, 0/0), Gianmarco Bertetti 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 25 – Rimbalzi: 29 7 + 22 (Eric Lombardi, Ed Polite jr 6) – Assist: 13 (Federico Massone 5)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy