Crollo Fortitudo Bologna, colpo grosso Novipiù Monferrato

0

Novipiù Monferrato – Flats Service Fortitudo Bologna 89-67 (12-21, 16-18, 33-10, 28-18)

Novipiù Monferrato: Dalton Pepper 21 (1/3, 6/10), C.j. Kelly 19 (3/5, 3/7), Niccolo Martinoni 16 (4/6, 1/4), Andrea Calzavara 15 (1/4, 4/7), Abdel Fall 10 (5/8, 0/0), Tommaso Fantoma 6 (2/3, 0/5), Alessandro Baj 2 (1/1, 0/0), Nicolo Castellino 0 (0/0, 0/0), Raffaele Romano 0 (0/0, 0/0), Seraphin Kadjividi boussounka 0 (0/0, 0/0), Mario Bertaina 0 (0/0, 0/1), Tommy Pianegonda 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 17 – Rimbalzi: 28 6 + 22 (Abdel Fall 9) – Assist: 20 (C.j. Kelly 8)

Flats Service Fortitudo Bologna: Mark Ogden 29 (8/12, 3/6), Alessandro Panni 13 (4/6, 1/3), Deshawn Freeman 11 (5/8, 0/0), Alessandro Morgillo 6 (2/6, 0/0), Pietro Aradori 5 (1/7, 1/3), Alberto Conti 3 (0/1, 1/2), Riccardo Bolpin 0 (0/3, 0/2), Nicola Giordano 0 (0/1, 0/0), Luigi Sergio 0 (0/0, 0/2), Vitalii Kuznetsov 0 (0/0, 0/0), Celis Taflaj 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 9 / 12 – Rimbalzi: 38 10 + 28 (Mark Ogden 12) – Assist: 12 (Riccardo Bolpin 4)

Mamma mia che Novipiù. Monferrato Basket batte la Fortitudo Bologna con il punteggio di 89-67. Un secondo tempo clamoroso dei ragazzi di coach Fabio Di Bella che centra con merito il primo successo della fase ad orologio. Con questa vittoria i rossoblu salgono a quota 12 punti agganciando Agrigento in classifica. Nel girone Rosso le altre corrono ma la stagione è ancora lunghissima. Bisognerà provarci fino alla fine.

Monferrato che scende in campo con il solito quintetto: Calzavara, Kelly, Pepper, Fall, Martinoni. Il roster di Bologna è profondissimo e l’assenza del solo Fantinelli non preoccupa più di tanto coach Caja. Ogden e Bolpin alla fine sono della partita. La Fortitudo parte subito con il piede sull’acceleratore. Ogden e Panni firmano il primo break: 0-5. Un libero di Calzavara per provare a ripartire. Martinoni segna dall’arco. Squilli di Freeman e Aradori. Monferrato assorbe il colpo. Pepper si sblocca subito dalla distanza. Martinoni e Fantoma per accorciare il gap. Bologna spara a salve qualche possesso ma nel finale di quarto torna ad allungare. Ogden e Morgillo chiudono il primo quarto sul 12-21. Tornati in campo tripla di Pepper. Fantoma risponde a Panni, poi Fall si beve Freeman e per la prima volta in serata fa impazzire il PalaEnergica. 21-28 timeout Bologna. Tripla di Calzavara, poi troppa poca precisione per tornare davvero a contatto. Bologna non si fa pregare più di tanto e firma un break che la fa scappare nuovamente. Ogden è incontenibile. Già 16 punti per lui. Si va all’intervallo sul 28-39. Quello che succede poi è un film tutto da rivedere e gustare nei giorni a venire. La Novipiù gioca con ardore. Kelly e Pepper con due missili da fuori valgono il -6 in apertura. Panni con la solita maestria mantiene il vantaggio. Poi verso metà frazione la gara si infiamma. Martinoni accorcia ai liberi. Due giocate mastodontiche di Kelly che è entrato finalmente in partita valgono il pari sul 44-44. Fall è formidabile, capitan Martinoni sigla il primo vantaggio. Bologna è in difficoltà. La stoppata difensiva di Kelly è una bomba emotiva che carica tutti. Pepper, Calzavara e Kelly bombardano da fuori senza pietà. Si va all’ultimo riposo sul 61-49. Parziale di 33-10 in questo quarto. Serviva una reazione: eccola. I rossoblu sono gasati dal pubblico che ora ci crede. Calzavara con due triple risponde a Conti. Pepper sale a quota 22 punti. Fall si destreggia bene in area. Kelly altra magia da lontanissimo. 85-58 con poco meno di 3’ da giocare. Bologna fino all’ultimo con onore, con gli oltre cento supporter al seguito a cantare senza sosta. Nel finale c’è spazio anche per Bertaina e Baj con quest’ultimo che si toglie anche la soddisfazione di segnare il canestro che chiude i conti sul 89-67. Vittoria meritatissima: sabato prossimo si va a Piacenza. Bisogna crederci e giocarsela. Sempre!

Il commento di coach Fabio Di Bella: “Che dire, sono orgogliosissimo dei miei ragazzi. Per me quella con la Fortitudo è da sempre una partita speciale essendo stato capitano della Virtus. In più, affrontare coach Attilio Caja, una vera icona del basket a Pavia, è una soddisfazione in più in una serata davvero bellissima. Sono contento di questa vittoria che arriva 6 anni esatti dopo la scomparsa di mia madre. È stato un coronamento dell’ottimo lavoro di questa settimana. Abbiamo giocato un primo tempo complicato. La Fortitudo è una delle migliori difese del campionato e giocano una pallacanestro molto intensa. Non siamo riusciti a concretizzare molto. Abbiamo lasciato la difesa ad uomo per dedicarci più ad una situazione di zona modulata ad hoc. Penso che tutto il popolo casalese questa sera possa essere soddisfatto della prestazione. Un gioco fatto di attacco e difesa a due direzioni. Ci era capitato in casa con Vigevano, abbiamo replicato una prestazione molto simile”.

UFF.STAMPA NOVIPIU’ MONFERRATO