Dodici successi consecutivi in casa. Biella fa suo il derby contro Tortona

Ferguson sigilla la partita, ruba una palla a pochi secondi e mette dentro il canestro della vittoria.

di Giuseppe Rasolo

E sono dodici i successi consecutivi in casa, una vittoria sofferta ottenuta a 3” e 84 dalla sirena con un’entrata di Ferguson che, questa sera, non ha brillato come cecchino. Tortona ha dato filo da torcere con una difesa alta e un pressing tuttocampo che ha mandato in confusione alcuni giocatori di Biella. Gli Orsi son andata avanti sia nel secondo che nel terzo quarto ma poi hanno dovuto piegarsi all’istanct killer di Biella che quando si avvicina al finale del match è più fredda dei suoi avversari. Con questa vittoria Angelico aumenta il divario sugli inseguitori, si prepara al meglio per le finali di Coppa Italia e si gode un momento magico. Che sia la volta buona per tornare in serie A. con uno striscione scaramantico la Curva Barlera ha già votato per questo ritorno, e in effetti sembra proprio l’anno giusto. Certi segnali ci sono, come quello di aver vinto senza schierare capitan De Vico. Adesso tutti a Bologna.

Biella – Tortona 80 – 78 (23 – 23; 42 – 46; 62 – 63)

Biella: Ferguson 14, Hall 17, Massone 0, Venuto 10, Pollone 7, De Vico n.e., Udom 10, Pollone M. n.e., Wheatle 5, Rattalino n.e., Tessitori 17, Pasqualini n.e.. All. Carrea

Tortona Greene 14, Cosey 21, Alviti 7, Ricci 16, Sanna 0, Taverna 0, Conti 0, Mascherpa 0, Ricci. F. n.e., Garri 11, Apuzzo n.e., Cucci 9. All. Cavina

Rimbalzi Biella 33Tortona 36 Tiri Liberi Biella 11/14Tortona 13/15 Assist Biella 14 Tortona 12

CRONACA

C’è molto in palio questa sera di fronte a 3700 spettatori, la vittoria in casa, la tranquillità prima delle finali di coppa, il predominio nella regione e la voglia di vendicare il risultato dell’andata da parte degli alessandrini. Carrea schiera Hall, Ferguson, Wheatle, Tessitori, Venuto in quintetto lasciando a riposo De Vico. Cavina risponde con Sanna, Garri Ricci Cosey e Greene. Biella inizia con il piede giusto da tre, Ferguson apre le danze e poi Hall da otto metri, ma Tortona non demorde e dopo sei minuti il tabellone recita 14 punti per Tortona e solo 8 per Biella. La difesa alta di Tortona manda in confusione Biella, ci deve pensare Venuto a ricucire lo strappo, mentre Tortona si affida alla buona vena di Ricci, a referto con dodici punti, mentre Garri sotto le plance cattura rimbalzi importanti. Al primo riposo il punteggio però è in perfetta parità

La grinta e la scossa nel secondo quarto la dà Pollone una tripla di personalità e alcuni recuperi con Wheatle la spina dorsale di questa squadra che lascia ancora in panca De Vico, Tortona aumenta i giri della difesa, si carica di falli, ma non permette mai dei tiri facili a Biella. Cosey e Greene aumentano il tasso di pericolosità con i loro tiri aperti, mentre per Biella è Hall a salire già in doppia cifra. Tuttavia sul finale di tempo Tortona scappa e mette la freccia arrivando sul più quattro

Tessitori al ritorno dall’intervallo è quello che dà il ritmo a Biella, ma Tortona è attenta e fila sul più otto, un margine che corre il rischio di diventare devastante per Biella, Carrea chiama time out e scuote la squadra, Wheatle e Hall fanno un contro-parziale e la partita torna in bilico. Biella si affida a Ferguson ma sono diversi i possessi che non concretizza, alcuni per sfortuna, che non consentono a Biella di mettere la testa avanti. Cosey sigilla con un’entrata il vantaggio ospite all’ultima sirena.

Gli ultimi dieci minuti si aprono con due squadre ormai stanche, Garri commette il suo quarto fallo con uno sfondamento e anche Hall si carica di falli; a cinque dalla fine Biella patisce ancora ed è sotto di due. Tortona con Cosey tenta la fuga e gli alessandrini vanno anche sul più cinque, la palla scotta tremendamente Venuto ricuce, ma Cavina ci crede e chiede ai suoi di chiuderla. Ferguson però non ci sta una tripla, un’entrata, siamo nella sua zona, si perde però Cosey che realizza canestro e subisce fallo proprio da Jazz. I tre punti sono chiusi da una strepitosa tripla di Udom, poi Ferguson cattura pallone a sette secondi dalla fine e si carica dell’ultimo attacco che risulta vincente. Tortona rimette male la palla, c’è un’incomprensione con gli arbitri e la partita finisce con Cosey che si avventa contro la terna trattenuto a stento dai suoi compagni di squadra.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy