POFF QF G3 – Ferrara non si arrende ed allunga la serie con Treviglio

0


In Gara 3 Treviglio è battuta 80-70 grazie ad una grande difesa ed a un eroico A.J. Pacher

PRIMO QUARTO: Subito 5-0 per Ferrara con i canestri di Panni e Pacher, con quest’ultimo in discrete condizioni dopo il guaio muscolare patito in gara 2. Treviglio sembra spuntata al tiro pesante fino alla tripla di Pepe per il pari a quota 5. La posta in palio fa tremare le mani dei giocatori in campo e serve tutta la faccia tosta di Zampini per sbloccare il tabellone estense mentre dall’altra parte è Lupusor a portare energie dalla panchina (10-8 a fine quarto).

SECONDO QUARTO: Ancora protagonista Zampini in avvio: prima perde palla poi la recupera e segna subendo fallo il suo ottavo punto. Coach Leka allunga la difesa ma Lupusor ed Ancellotti trovano punti in area, seguiti da quelli di Zampini e Fantoni che mantengono la Top Secret sul +9 al 13′. Treviglio soffre la grande pressione ferrarese sui propri portatori di palla e Bertone fa scollinare gli estensi oltre la doppia cifra di vantaggio, prontamente rintuzzata dalla tripla di Sarto (26-17 al 16′). Sempre Sarto colpisce ancora dall’arco seguito da cinque punti di Pacher e coach Leka fa sedere Bertone, troppo problematico in difesa rimettendo Filoni. La giovane ala su assist di Panni va subito a completare un gioco da tre punti e successivamente restituisce il favore al compagno per il +17 ferrarese, distacco che poi si mantiene fino al 42-25 dell’intervallo.

TERZO QUARTO: Treviglio prova ad accelerare per rimettersi in partita con i canestri di Nikolic e Sarto arrivando al -12 e costringendo Leka al timeout. Ancellotti va per il -10 ma commette fallo poi concedendo due facili a Vencato a quali segue un ottimo tiro in allontanamento di Filoni che ridà ossigeno ai padroni d casa (49-38 al 23′). Le percentual si raffreddano e fioccano i fallo con Ancellotti che raggiunge i quattro. Per Treviglio poi si sblocca Frazier dalla lunetta e il distacco si accorcia sul -8 con la tripla di Pepe al 26′ e di Nikolic inframezzata dall’ ‘and one’ di Baldassarre. L’americano però non si accende e non basta il solo Nikolic alla Bcc che perde un paio di giri in difesa subendo i punti facili di Pacher e Filoni (61-49 al 28′). Attimi di paura poi per Filoni che abbandona il campo colpito duramente in testa da Lupusor, tutto però sembra risolversi ed il quarto finisce sul 65-54.

ULTIMO QUARTO: Pacher e Vencato iniziano forte il quarto riportando sul +15 Ferrara mentre Treviglo non segna per oltre tre minuti e Pacher continua il suo personale show con altre due punti dalla meda e l’assist per il 73-56 al 34′ firmato da Panni. Gli animi in campo si scaldano con Reati e Pacher che vengono a contatto guadagnando un tecnico entrambi, mentre Treviglio torna sul -9 per merito di otto punti consecutivi di Frazier (75-66 al 37′). La paura passa per Ferrara con la tripla di Panni due dalla media di Pacher che chiudono la gara. Infatti la Top Secret vince 80-70 ed allunga a gara 4 la serie con pieno merito.

Top Secret Ferrara – BCC Treviglio 80-70 (10-8, 32-17, 23-29, 15-16)
Top Secret Ferrara: A.j. Pacher 21 (5/6, 3/6), Alessandro Panni 17 (4/7, 3/7), Federico Zampini 13 (5/7, 0/2), Niccolò Filoni 7 (3/3, 0/1), Luca Vencato 6 (3/7, 0/3), Tommaso Fantoni 6 (2/5, 0/0), Patrick Baldassarre 4 (1/6, 0/2), Pablo Bertone 4 (2/4, 0/1), Nicolo Dellosto 2 (1/1, 0/0), Matteo Fabbri 0 (0/0, 0/0), Alessio Petrolati 0 (0/0, 0/0), Beniamino Basso 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 10 / 15 – Rimbalzi: 36 6 + 30 (A.j. Pacher 7) – Assist: 16 (Alessandro Panni 5).

BCC Treviglio: Mitja Nikolic 13 (0/6, 2/5), Simone Pepe 13 (0/1, 3/9), Alvise Sarto 12 (0/1, 3/4), J.j. Frazier 11 (3/11, 0/1), Ion Lupusor 9 (3/6, 0/0), Davide Reati 8 (3/4, 0/3), Andrea Ancellotti 4 (1/4, 0/1), Matteo Bogliardi 0 (0/0, 0/0), Luca Manenti 0 (0/0, 0/0), Soma Abati toure 0 (0/0, 0/0), Davide Corini 0 (0/0, 0/0).
Tiri liberi: 26 / 31 – Rimbalzi: 35 6 + 29 (Davide Reati 9) – Assist: 13 (Mitja Nikolic, Davide Reati 5).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here