A2 F8 QF – Tutto facile per Napoli, Orzinuovi KO ma con onore

0
FOTO CIAMILLO - CASTORIA

GeVi Napoli – Agribertocchi Orzinuovi 80-69 (23-14, 22-19, 22-17, 13-19)

GeVi Napoli: Pierpaolo Marini 19 (7/12, 0/1), Josh Mayo 13 (0/2, 3/6), Lorenzo Uglietti 12 (6/7, 0/1), Jordan Parks 10 (4/7, 0/3), Antonio Iannuzzi 8 (4/7, 0/0), Eric Lombardi 7 (2/2, 1/3), Andrea Zerini 6 (3/5, 0/0), Diego monaldi 3 (0/3, 1/4), Daniele Sandri 2 (1/2, 0/2), Amar Klacar 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 43 9 + 34 (Jordan Parks 8) – Assist: 20 (Josh Mayo 5)

Agribertocchi Orzinuovi: Anthony Miles 19 (8/17, 0/1), Martino Mastellari 12 (0/0, 4/9), Marco Spanghero 10 (2/6, 1/7), Giacomo Zilli 10 (5/8, 0/0), Marco Rupil 6 (0/1, 2/3), Damian Hollis 5 (1/7, 1/6), Lorenzo Galmarini 4 (2/5, 0/1), Matteo Negri 3 (0/0, 1/2), Joel Fokou 0 (0/0, 0/0), Ludwig Tilliander 0 (0/0, 0/0), Francesco Guerra 0 (0/0, 0/0)Tiri liberi: 6 / 7 – Rimbalzi: 35 11 + 24 (Damian Hollis 8) – Assist: 17 (Martino Mastellari 5)

In campo per Napoli Mayo, Marini, Lombardi, Parks e Zerini, risponde Orzinuovi con Spanghero, Miles, Negri, Hollis e Zilli. Negri dall’arco apre le danze e punisce il cattivo rientro di Napoli, che compensa fretta e forzature offensive con la sua straripante fisicità. Serve un po’ più del solito per far scaldare i motori a Marini e Parks, che tengono botta alle sortite di Miles e Zilli. Ma nonostante funzioni, l’ex Agrigento lascia il campo a Galmarini e il suo impatto sembra modesto, Parks allora ha ancora più spazio per esaltare la sua dimensione interna (9-5). Entra l’ex Mastellari a metà frazione, ma la GeVi stringe le maglie e l’Agribertocchi si allontana da canestro, con i partenopei che approfittano dei cambi sistematici mentre anche Mayo si fa sentire con due bombe (17-7). Il break azzurro però non si ferma, entra Uglietti e l’ex Treviso offre un immenso valore aggiunto, con sei punti che regalano il +11, solo Miles con due magate mette un tampone all’emorragia tenendo Orzinuovi a galla (23-14 al 10′).

Si torna in campo ma Napoli sembra non esserne mai uscita: è ancora Uglietti a fare da mattatore con difesa, punti e assist per Zerini. La bomba di Monaldi a 8’50” sembra chiudere i giochi (30-14), Hollis continua a sparacchiare ma ecco rientrare Zilli, Miles offre un costante apporto offensivo e la zona prima burrosa – specie con Parks e Marini – comincia a funzionare. Addirittura Mastellari spreca la bomba del -6 sul 40-31, Napoli però ritrova Zerini, e Marini torna in cattedra punendo Zilli sul mis-match, firmando in scioltezza il 45-33 del 20′.

Nella ripresa Hollis col reverse cerca di dare la svolta a una partita opaca, ma ecco un nuovo super break di Napoli: terza bomba di Mayo, pick and roll esemplare dell’ex Varese con Zerini, punto esclamativo di Parks con rubata e bimane: 7-0 GeVi, 52-35 a 8’05”, time-out di Corbani. L’ex coach di Biella chiede una scossa, Spanghero sembra dare il giusto feedback ma Mayo è illuminante con i deliziosi assist per Marini, mentre Lombardi si libera dalla gabbia e piazza il +20 a 6’29” (58-38). Hollis torna a intestardirsi dall’arco, Corbani lo richiama e va di doppio lungo Galmarini – Zilli, Mayo continua a predicare basket con il penetra e scarica capitalizzato da Lombardi, ma sul più bello Napoli perde Parks che rimedia una botta. Rientra Uglietti, Mastellari e Galmarini firmando punti di puro orgoglio, mentre solo nei contropiedi Miles regala i punti per non far chiudere i giochi in anticipo. Spicca Iannuzzi negli ultimi scampoli di quarto, al 30′ Napoli avanti 67-50.

Ultima frazione in cui si spreca tanto nei primi due minuti, tanto acido lattico nelle gambe, un torpore che Miles cerca di rompere con il 2+1 a 7’57”. Negri sbaglia l’importante tripla del -11, errore pesante visto che neanche un minuto ed ecco prima Iannuzzi in area, poi il contropiede di Uglietti per rispedire Orzinuovi a -18 (71-53). Time-out ed è ancora Spanghero il primo a reagire con un delizioso fade-away, Corbani punta tutto su Hollis e Zilli che non delude con due belle transizioni, Agribertocchi che si riavvicina di prepotenza e senza Miles (71-59 a 3’55”), Napoli in difficoltà ma con un canestro no sense Marini dà ossigeno ai suoi. Miles allora rientra e punisce per il nuovo -12, ma ancora Marini con coraggio e fortuna risponde, stesso mix per Uglietti con il 2-1 costruito in transizione. Con poco o più di due minuti sembra davvero finita, ne dà conferma Hollis con il suo terzo fallo si frustrazione, Galmarini, Rupil e Mastellari però non si rassegnano con canestri di cuore. Il cronometro scorre, Napoli consolida dai liberi il vantaggio, il finale dice 80-69: Napoli stacca il pass per la semifinale e aspetta la vincente tra Tortona e Ferrara, Orzinuovi al tappeto complice anche una coppia USA troppo incostante.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here