Grinta Biella che fa sua la prima al Forum contro Agrigento

0

La Giovine Biella al termine di una partita tutta grinta e cuore ha ragione di Agrigento in un match assolutamente combattuto, la prima al Forum in questo campionato contro una squadra sicuramente più esperta, ma in debito di ossigeno nella seconda parte della partita. Una vittoria meritata corale e collettiva ma con un Bortolani stellare che si carica la squadra sulle spalle con giocate fini e con Massone e Saccaggi in cabina di regia a regalare assist e canestri determinanti. Cagnardi si affida a Chiarastella Easly, De Nicolao Ambrosin, James, mentre per Biella Ed Polite, Omogbo, Saccaggi Donzelli e Bortolani. I primi due attacchi non vanno ma poi è un assolo degli ospiti con la tripla di Ambrosin che vale il sette a zero, Biella si sblocca dalla lunetta con Omogbo, solo uno, ma quando Ambrosin mette un’altra tripla che vale il 13 a 1, Galbiati chiama time out e resetta i suoi. Reazione d’orgoglio e piano piano Biella rientra anche se a fatica in partita. E’ una match in cui si fischiano più falli in attacco che in difesa e con Saccaggi che mette una tripla che vale il meno quattro costringe Cagnardi a chiamare a sua volta time out. Biella rifiata un po’ e questo consente a Easly e compagni di andare al primo riposo sul più sette. Il ritorno in campo è di nuovo da incubo per Biella Pepe apre con una tripla e poi ci mette ancora Ambrosin, in un amen i siciliani viaggiano di nuovo bene e vanno sul più 13 (26 – 39). A questo punto si accende Bortolani e il suo squillo vale il rientro in partita per Biella con un parziale di 13 a 1, solo James tiene viva Agrigento con un canestro a fil di sirena che vale il vantaggio minimo. Ma ormai la partita è dalla parte di Biella e lo si vede nella terza frazione Agrigento fa fatica, Biella difende meglio e se in attacco i siciliani sono più reattivi a rimbalzo, le palle perse fanno la differenza e all’ultima sirena Barbante piazza una tripla che fa male (69 65) Si lotta come leoni sotto canestro negli ultimi dieci minuti anche con i più giovani la squadra di Galbiati tiene, ,mentre la truppa di Cagnardi ha un ultimo sussulto con un parziale di otto punti che fa mettere la freccia vanti per l’ultima volta, ma poi è solo Biella Omogbo diventa padrone della lunetta e alla fine i punti di vantaggio diventano dieci facendo impazzire la Curva Barlera e scatenare Galbiati sotto la curva. Per una sera Biella è tornata grande con i suoi giovani

 
Biella vs Agrigento 92 – 82 (23 – 30; 43 – 44; 69 – 65)
Biella: Donzelli 13, Omogbo 13, Bertetti 0, Barbante 5, Bortolani 21 , Saccaggi 17, Blair n.e., Bassi n.e., Pollone 2, Massone 9, Ed Polite 12. All.Galbiati
Agrigento: Rotondo 8, Cuffaro n.e., De Nicolao 15, Fontana 6, Chiarastella 6, Ambrosin 11, James 19, Mbretti 0, Pepe 11, Easly 6. All. Cagnardi
Tiri Liberi Biella 28/34, Agrigento 15/17. Rimbalzi Biella 30  Agrigento 40 Assist Biella 13 Agrigento 13
Fotogallery a cura di Matteo Cerreia Vioglio
Polite Jr