Il derby è di Udine, battuta Trieste e ribaltata la differenza canestri

0

Festa Udinese quella di oggi al Pala Carnera, i bianconeri, davanti ad un Carnera sold out a soli 7 minuti dall’uscita delle prevendite, battono Trieste nel derby Friulano per 87-83 ribaltando così anche la differenza reti dell’andata. Mvp bianconero Raphael Gaspardo autore di una prestazione da 20 punti (4/8 da 2, 4/6 da 3) condita da 7 rimbalzi in 30 minuti di gioco. L’Apu si presenta in campo con il quintetto formato da: Caroti, Clark, Alibegovic, Gaspardo, Da Ros.

Palla a due e primi punti per la squadra bianconera, a segnare Mirza Alibegovic che nel traffico appoggia e segna (2-0). Risponde Brooks, sempre da dentro l’area per il pareggio. Botta e risposta fra le due compagini, si iscrivono a referto Gaspardo, Ruzier e Clark (6-4). Il numero 10 biancorosso spara e segna la prima tripla dell’incontro, bravo però Gaspardo a rispondere, si mette in proprio, realizza 7 punti consecutivi e assieme alla tripla di Alibegovic portano Udine sul momentaneo +6 (16-10). Recupera terreno Trieste con i canestri di Vildera e Brooks, ma Udine rimane sempre avanti (16-15). Rotazioni incominciate per coach Verdemati, entrano Ikangi, Delia e Monaldi, con il capitano bianconero che spara e segna subito la tripla del +4 (19-15). Risponde Brooks appoggiando a tabellone due punti, ma Monaldi risponde sempre dai 6,75 e rimette margine fra le due squadre. Gioco da tre punti concretizzato da Bossi, che realizza da fuori area, subisce fallo e segna anche il tiro libero supplementare. Sul finale di quarto Vildera segna in contropiede portando lo svantaggio a solo un punto (22-21). In apertura del secondo quarto Clark realizza da sotto. Reazione immediata di Trieste che agguanta il pareggio con il gioco da tre punti di Ruzzier, risponde poi colpo su colpo ai canestri bianconeri di Da Ros e Gaspardo e con il canestro di Vildera si porta per la prima volta in vantaggio (28-29). Time out per coach Vertemati, con il capitano Diego Monaldi a suonare nuovamente la carica per Udine con la tripla del +1, che apre un successivo parziale di di 5 punti firmato da Ikangi e Delia, time out Trieste (36-31). Nei minuti finali Delia trova nuovamente il fondo della retina , poi Reyes sfrutta un fallo di Gaspardo ed un tecnico segnalato sempre al numero 10 per accorciare dalla linea della carità (2/3 38-34). Calda la mano del numero 12 bianconero che fa a sportellate dentro l’area, subisce due falli e realizza altri 4 punti a gioco fermo (42-35). Il quarto si conclude con il canestro di Ruzzier con le squadre che rientrano negli spogliatoi sul punteggio di 42-37.

La bomba di Iris Ikangi apre il terzo periodo, rispondono per Trieste Ruzzier e De Angeli, poi un contropiede innescato dal Capitano Diego Monaldi lancia il numero 35 bianconero che segna nuovamente da 3 punti (48-41). Un fallo tecnico fischiato al coach bianconero (che ne aveva già accumulato uno nel secondo quarto) vede l’espulsione dal campo di Vertemati. Trieste si fa sotto con i canestri di Brooks, per Udine si mette in proprio Mirza Alibegovic che dopo aver caricato i tifosi di casa segna 5 punti consecutivi dando nuovamente respiro alla formazione bianconera (52-47). Reyes prova a ricucire lo strappo, ma questa volta è Gaspardo che con una tripla rimette le distanze (55-51). Candussi segna da oltre l’arco, Monaldi risponde, poi Trieste apre un parziale di 6 punti con i canestri di Brooks e Filloy che la riportano in vantaggio in chiusura di quarto (58-60). Inizia l’ultima frazione di gioco. Trieste mette la freccia; Reyes e Vildera continuano il parziale biancorosso, Gaspardo dall’arco e Monaldi in penetrazione rispondono, riportando Udine ad un solo punto di svantaggio (63-64). Ancora un allungo biancorosso con i canestri di Filloy, Brooks che rimettono distanza fra le due compagini. Gaspardo, Ikangi e Caroti alzano gli scudi e recuperano fino al -2, time out Trieste (69-71). Clark si sbarazza della difesa triestina e segna, riportando Udine in parità, con l’inerzia che sembra finalmente essere tornata nelle mani dei bianconeri. Da Ros regala il vantaggio ai bianconeri. Reyes risponde da tre, Gaspardo fa copia ed incolla. Caroti subisce un fallo da Reyes che viene giudicato antisportivo, segna un libero su due portando il distacco a tre punti quando mancano meno di tre minuti al termine. Brooks fa 2/2 a gioco fermo, Reyes segna in contropiede per il controsorpasso Trieste (77-78). Segnano ancora Brooks ed Alibegovic, Da Ros commette il quinto fallo ed è costretto ad abbandonare il parquet, ma Brooks fa 0/2. Clark segna in penetrazione per il nuovo vantaggio bianconero (81-80). Candussi dalla lunetta fa 1/2 riportando la parità a 40” dalla fine. Clark subisce fallo e realizza entrambi i tiri liberi, nel possesso successivo Trieste trova il fondo della retina con Brooks, time out Udine con il punteggio in parità e 22″ da giocare. Clark nell’azione successiva mette a sedere Reyes ed appoggia per il nuovo vantaggio bianconero a 4″ dalla fine facendo esplodere il Pala Carnera, è ora coach Christian a chiamare time out e a disegnare l’ultimo possesso per i suoi. Sbaglia tutto Trieste che regala letteralmente la palla a Udine, commette fallo su Clark che realizza entrambi i liveri. Il Derby è di Udine che conquista vittoria e differenza reti, il punteggio finale recita 87-83.

APU OLD WILD WEST UDINE – PALLACANESTRO TRIESTE 87-83

(22-21, 42-37, 58-60)

APU OLD WILD WEST UDINE: Vedovato, Clark 14, Alibegovic 11, Caroti 5, Gaspardo 20, Delia 8, Da Ros 4, Marchiaro N.E., Zomero N.E., Monaldi 14, Ikangi 11. All. Adriano Vertemati

PALLACANESTRO TRIESTE: Bossi 2, Filloy 6, Rolli N.E., Reyes 18, DeAngeli 3, Ruzzier 12, Camporeale N.E., Campogrande 2, Candussi 4, Vildera 8, Ferrero, Brooks 28. All. Jamion Augustus Christian

Arbitri: Dionisi, Barbiero, Cassina.

Uscito per cinque falli: Da Ros

UFF.STAMPA APU UDINE