Il PalaFacchetti è un fortino e Treviglio sconfigge anche Cagliari

Vittoria importante per la Remer Treviglio che infila la quinta vittoria casalinga consecutiva battendo un avversario ostico come la Pasta Cellino Cagliari con il punteggio finale di 91-84.

di Adriano Zucchetti

Vittoria importante per la Remer Treviglio che infila la quinta vittoria casalinga consecutiva battendo un avversario ostico come la Pasta Cellino Cagliari con il punteggio finale di 91-84. Una partita che ha visto la Remer condurre le danze dall’inizio alla fine lasciando poco spazio agli avversari cui va dato merito di averci provato fino alla fine senza però riuscire a impensierire veramente i trevigliesi che, spinti dalle folate di Marino e Voskuil, portano a casa punti importanti per la classifica e riducono lo svantaggio in graduatoria dai sardi a sole due lunghezze.

Coach Vertemati schiera il quintetto formato da Marino in regia, Voskuil e Pecchia sugli esterni, Mezzanotte ed Easley sotto canestro; dall’altra parte coach Paolini manda in campo dall’inizio Keene in regia, Rullo e Bucarelli sugli esterni, Allegretti e Stephens sotto canestro.

Parte a tutta Treviglio con la penetrazione di Pecchia e cinque punti di Voskuil, sfruttando i pasticci offensivi di Cagliari che per 2’ sbaglia ogni conclusione per poi trovare i primi punti del match con la schiacciata di Stephens (7-2). Gli ospiti ci provano ma Treviglio viaggia su marce altissime in questa prima parte di quarto e piazza senza pietà un parziale di 7-0 ispirato da Marino che sforna assist e poi si mette in proprio per la tripla del +10 (14-4) che costringe coach Paolini al primo time out del match. I sardi provano a reagire con la tripla di Matrone e un’altra schiacciata di Stephens ma la Remer non accenna a rallentare e allunga ancora con i canestri di Easley e Pecchia e altri 5 punti di un indiavolato Marino (23-9). Le triple di Rullo e dell’ex Turel riportano Cagliari sotto la doppia cifra di svantaggio e gli ospiti, complici alcuni errori al tiro dei biancoblu, si avvicinano pericolosamente con il 2/2 ai liberi di Keene e un’altra tripla di Rullo che fissano il punteggio di fine quarto sul 25-20 per i padroni di casa.

Inizio di secondo parziale in cui i sardi continuano il loro tentativo di ricongiungimento grazie a Turel e alla tripla di Allegretti, dall’altra parte però Treviglio non vuole concedere nulla puntando su una difesa molto pressante e trovando cinque punti da un solido Dincic (32-25). La Remer prende l’abbrivio giusto e ritrova la doppia cifra di vantaggio con la tripla di Voskuil e il piazzato di Mezzanotte (37-27), Allegretti e Keene provano a riportare sotto i loro ma Voskuil è inesorabile nel ricacciare indietro i sardi (42-32). Ultimi minuti del quarto equilibrati con gli ospiti a tentare il ricongiungimento, Treviglio mantiene le distanze guidata da capitan Rossi ma l’ultima parola è di Cagliari con la tripla di Keene che manda le due squadre negli spogliatoi sul 49-41 per i padroni di casa.

Primi minuti di terzo quarto con il freno a mano tirato per entrambe le formazioni che non riescono a infilare la retina fino alla penetrazione vincente di Keene con 7’50 sul cronometro di gioco, Treviglio invece continua a stentare e sul canestro da sotto di Bucarelli che vale il -4 sardo (49-45) c’è il time out chiamato da coach Vertemati. I biancoblu escono bene dal minuto di sospensione trovando dopo quasi 4’ il primo canestro del quarto con la tripla di Marino, Keene e Allegretti cercano di rispondere subito ma la Remer mantiene un rassicurante vantaggio grazie al canestro da sotto di capitan Rossi (55-47). Gli animi si scaldano per i sardi che si vedono fischiare contro due falli tecnici per proteste a Keene e al coach Paolini, sanzioni che però i trevigliesi sfruttano solo con i liberi di Voskuil e sommando errori su errori in attacco che danno modo a Cagliari di andare sotto il doppio possesso di svantaggio grazie ai lunghi Allegretti e Stephens. Palumbo da’ un po’ di respiro ai suoi con un’entrata vincente, Rullo colpisce dalla lunga distanza ma l’ultima firma è di Pecchia con una tripla allo scadere che fissa il punteggio di fine parziale sul 61-56.

L’ultimo quarto inizia bene per la Remer che ritrova la doppia cifra di vantaggio grazie alla tripla di Voskuil e al canestro da sotto di Pecchia (66-56), immediata reazione dei sardi con sei punti di un indiavolato Keene che non ci sta ad alzare bandiera bianca ma Marino non vuol dare speranze agli avversari e con un gioco da quattro punti rimanda indietro Cagliari (70-62). Le speranze di rimonta degli ospiti sono portate avanti dai canestri di Rullo e Stephens che attaccano a tutta la difesa biancoblu, in particolare il play rossoblu che con due triple dimostra di voler far sudare la vittoria a Treviglio che dalla sua parte colpisce con intelligenza i sardi grazie alla tripla di Voskuil e la penetrazione di Marino che valgono il +8 (78-70) a 4’43 dal termine. Il canestro da sotto di Easley e la tripla di Marino in faccia a Keene portano la Remer a +12 (83-71), reazione sarda con il 3/3 ai liberi di Keene e la bomba dall’angolo del cecchino Rullo, Rossi fa 2/2 dalla lunetta ma la tripla frontale di Keene a poco più di 2’ dal termine (84-80) lascia presagire un finale combattuto. La giocata potenzialmente decisiva arriva da un uomo della cosiddetta seconda linea, ovvero Marco Planezio che con una manciata di secondi sul cronometro dei 24 s’inventa una penetrazione in mezzo alla difesa sarda e trova quei due punti che, sommati al libero aggiuntivo concesso dagli arbitri, valgono il +7 (87-80) a 1’17’’ dal termine. Cagliari va a segno in penetrazione con Rullo e Stephens ma il fallo sistematico dei sardi sulla rimessa biancoblu non crea particolari problemi ai trevigliesi che fanno 2/2 con Voskuil e 2/4 con Palumbo e portano a casa la vittoria finale per 91-84.

Per Treviglio sono risultate fondamentali le prestazioni di Marino (imprendibile per i difensori avversari, chiude da top scorer con 23 punti, 5 assist e 6/10 da 3 punti) e Voskuil (motorino instancabile dei biancoblu con i suoi 37:29 di utilizzo, impreziosisce la sua prestazione di sostanza con 21 punti, 5 rimbalzi e 5/9 da 3 punti). Importante come sempre la prova di Andrea Pecchia (premiato nell’intervallo come miglior Under del mese di Gennaio, chiude con la doppia doppia d’ordinanza da 11 punti e 10 rimbalzi, cifre cui aggiunge la solita buona dose di personalità), in doppia cifra anche 9 punti e 9 rimbalzi.

Dall’altra parte non bastano le ottime prestazioni di Keene (l’ultimo a mollare dei sardi, chiude con 27 punti, 3 rimbalzi e 7 assist), Rullo (importantissimo nella seconda parte di partita quando Cagliari si era spinta fino al -4 a 2’ dal termine, corona il suo match con 22 punti, 8 rimbalzi e 3 assist) e Stephens (16 punti, 7 rimbalzi).

 

Remer Treviglio 91–84 Pasta Cellino Cagliari (parziali: 25-20, 49-41, 61-56)

Remer Treviglio: Easley 9, Viero n.e., Pecchia 11, Dincic 5, Nani n.e., Marino 23, Palumbo 6, D’Almeida n.e., Mezzanotte 2, Rossi 7, Voskuil 21, Planezio 7. All. Vertemati

Pasta Cellino Cagliari: Keene 27, Allegretti 7, Turel 7, Rullo 22, Ebeling, Matrone 3, Bucarelli 2, Stephens 16, Rovatti n.e., Angius n.e. All. Paolini

StatisticheTreviglio: 20/31 da 2, 13/39 da 3, 33/70 totale, 12/18 ai liberi; Cagliari: 20/40 da 2, 12/25 da 3, 32/65 totale, 8/12 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Alessandro Tirozzi di Bologna (BO), Stefano Wassermann di Trieste (TS), Moreno Almerigogna di Trieste (TS)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy