Jesi espugna il Palaruggi e ottiene la salvezza matematica: Imola soccombe ma non senza combattere

0

IMOLA- Non bastano i 23 punti di Niles per tornare a far punti. L’Aget cade nuovamente e a ringraziare è Jesi, che spinta dai 27 di Migliori e la doppia doppia del solito Maggioli (14+11) conquista la salvezza matematica.

LA CRONACA

1 quarto: Vecchi schiera Maccaferri, Poletti Niles, Mancin, Iannone. Coen risponde con Maggioli, Borsato, Jukic, Santiangeli, Migliori. Avvio lento per entrambe, che nei primi 2 minuti sbagliano in sequenza azioni dalla facilità disarmante. Rompono il silenzio le triple di Santiangeli e Migliori, che fanno scattare la BPA avanti di sei punti. Niles però non ci sta ed esegue una combo di tripla ed entrata che riportano subito sotto Imola. Viene però esasperato il gioco da 3 punti in casa Jesi, che con Maggioli e Migliori trova già il +6, mettendo il primo muretto provvisorio con l’avversaria. Un lavoro di squadra, però, capitanato da un ottimo Niles, riesce a ricatapultare l’Aget alla pari degli ospiti, a quota 19, proprio qualche istante prima del suono della sirena.

2 quarto: Anche alla ripresa continua l’equilibrio già visto nel primo quarto, con una risposta colpo su colpo da ambo le fazioni. Un esplosivo Hoover, però, infila in rapida sequenza 8 punti, che fanno schizzare in avanti di altrettanti la Fileni. Ora Imola è al massimo svantaggio da 14 minuti a questa parte, dato da un calo non indifferente dell’USA Niles, che ha condizionato il quadro generale. Piccolo e unico segno di ripresa proviene da Corrado Bianconi, che con facilità ottiene 2 punti in contropiede. Si allenta la presa della Fileni, che sta concedendo qualche possibilità di troppo da sotto a Imola, che riesce a riportarsi con Niles e Mancin, a un ben più congeniale -4. Torna però, puntuale come una cambiale, la bomba di Hoover, desiderata oramai da parecchi minuti, che limita il danno. Gestito alla perfezione l’ultimo possesso del quarto dall’Aget, che conquista altri 2 punti. Termina sul 34 a 37 il primo tempo di gioco.

3 quarto: La pausa lunga non sembra aver intaccato l’omogeneità delle due formazioni, perpetuando il botta e risposta in stile “Pong”. Un surplus di Poletti, che rincara la dose ai 2 di Maggioli di qualche secondo prima, permette ai biancorossi il raggiungimento del -1 a 2 minuti dalla ripresa. Ci pensa Franco Migliori a spegnere gli animi di una rinnovata tifoseria imolese, grazie alle duplici triple intavolate in sequenza, che fanno sfigurare persino l’operato di Poletti, che ha già messo a segno il suo quindicesimo punto. Il -8 è motivo di time-out per coach Vecchi, che tenta di fermare immediatamente la ferita prima che divenga irrecuperabile. Buono l’effetto su Niles, che dopo un black out di parecchi minuti, rifà capolino con una tripla dall’angolo. Ripaga con la stessa moneta Migliori, che dopo una tripla dallo stile identico a quella dell’USA, raggiunge i 20 sul tabellino personale. Un Borsato fresco di campo, poi, assieme al fidato Michele Maggioli, riescono a sgranocchiare altri 5 punti, prima del suono della terza sirena della serata, ottenendo il +10 sul 51 a 61.

4 quarto: Imola in una crisi nera all’inizio dell’ultimo periodo, che concede il massimo vantaggio agli avversari, ora a 15. Calo sfruttato a piene mani dalla Maggioli & co, che hanno instaurato un regime totalitario sul parquet palaruggiano. Risponde bene Imola, grazie a Niles, Bianconi e Iannone che si inventano alcune belle azioni per i loro tiri da 3, ma il vero problema continua a essere la difesa: troppo permissiva e discontinua. La morsa delle bombe della BPA però non sembra attenuarsi, e dopo l’ennesima di Migliori, si giunge rapidamente al -20, sul 62 a 82. Ultimi minuti di agonia per l’Aget, che ora non riesce a concludere niente nemmeno nel reparto offensivo. Ultimi “sessanta secondi” di gioco, allungati dai palleggi di Hoover, che tanto paiono il battere del martello sull’ultimo chiodo della bara Imolese. Il vantaggio della BPA viene incrementato dal 2/2 di Borsato alla lunetta, qualche istante prima del gong del tabellone, che lascia congelato il 65 a 87 conclusivo.

Top player Basketinside: #53 Michele Maggioli (14 punti, 11 rimbalzi, 7 assist)

AGET IMOLA – FILENI BPA JESI 65-87 (19-19, 34-37, 51-61)

AGET IMOLA: Maccaferri 2, Gorrieri 3, Poletti 15, Folli, Sedioli, Ciampone, Niles 23, Mancin 6, Bianconi 6, Iannone 10.

FILENI BPA JESI: Maggioli 14, Borsato 9, Fallucca, Jukic 4, Esposito 1, Bonfiglio 4, Santiangeli 7, Hoover 15, Migliori 27, Di Giuliomaria 2.

Fotogallery a cura di Simone Amaduzzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here