La Fortitudo Agrigento batte l’Eurobasket Roma trovando la seconda vittoria consecutiva

La Fortitudo Agrigento batte l’Eurobasket Roma trovando la seconda vittoria consecutiva

Agrigento ancora priva di James, batte Eurobasket trascinata da Pepe e De Nicolao, con il punteggio di 89-76.
Ventitreesima giornata del campionato di Serie A2, girone ovest, Agrigento prova a dare continuità di risultati dopo la vittoria con Bergamo, Roma vuole provare a trovare punti “pesanti”, per alimentare il sogno salvezza.

di Salvo Trifirò

Quintetti:

Agrigento: De Nicolao. Pepe, Ambrosin, Chiarastella, Easley.

Eurobasket Roma: Taylor, Veideman, Fanti, Graziani, Maganza.

Primo quarto:

Inizio di partita con due ottime difese da entrambe le squadre, sblocca la partita un canestro di Chiarastella in contropiede, e due punti facili di Pepe. Immediata risposta di Graziani che non sfrutta un gioco da tre punti, Chiarastella fa due su due dalla lunetta, e una palla recuperata da De Nicolao, portano Agrigento sul +6. Contro parziale di 6 a 0 Roma firmato Fanti, Taylor e Graziani. Chiarastella sbaglia i due liberi, e Veideman firma il sorpasso di Roma, con la prima tripla di serata. Easley prova a trascinare Agrigento, con i primi punti della gara, Veideman risponde subito, Pepe con la prima “bomba” di serata e un canestro allo scadere dei ventiquattro secondi, firma il punteggio sul 15-13. De Nicolao con un parziale di 5 a 0, costringe coach Maffezzoli a chiamare time-out, per provare a fermare l’inerzia della gara. Ottima uscita dal time-out da parte di Roma con due punti di Amici, Agrigento sfrutta il fatto che Roma sia in bonus ma Easley fa 0 su 2 dalla lunetta. Easley nell’azione successiva non capitalizza un gioco da tre punti, Fattori porta a -4 Roma, Ultimi quaranta secondi del quarto che vedono Agrigento andare in bonus, Amici è glaciale dalla lunetta, De Nicolao sbaglia il secondo libero, concludendo il quarto sul 22-19 per Agrigento.

Secondo quarto:

Subito un’ottima difesa di Roma, ma quattro punti consecutivi di Ambrosin e De Nicolao portano Agrigento sul +7. Amici risponde a Rotondo, Veideman prova a trascinare Roma, una tripla di Fattori porta la squadra capitolina a -2, coach Cagnardi capisce il momento delicato della gara, chiama time-out, e prova a riordinare le idee per Agrigento. Al rientro, Maganza fa uno su due, Amici sbaglia la tripla del sorpasso per Roma, ci pensa Fattori a trovare il +1, e primo vantaggio della gara. Amici risponde a Pepe da tre punti, garantendo un punto di vantaggio a Roma. De Nicolao è in serata di grazia, penetra e porta Agrigento sul +1. Amici fa due su due dalla “linea della carità”, sfruttando il bonus raggiunto da Agrigento, si sblocca da tre punti Ambrosin, Ultimo minuto di gara, che vede Veronesi sbloccarsi dall’arco, Maffezzoli chiama time-out per gli ultimi quindici secondi di quarto, ma il quarto vede Agrigento avanti di tre punti, con il punteggio di 40-37.

Terzo quarto:

Secondo tempo che si apre con la tripla di Taylor, e il terzo fallo di Ambrosin, Graziani fa uno su due, e Veideman con una “bomba” porta Roma a +4. Momento difficile per la squadra di casa, Easley segna il canestro del -2, Pepe è glaciale dalla lunetta e porta la partita in parità sul 44-44.  Veideman “brucia” in velocità Ambrosin, ma Pepe risponde immediatamente. Brutta palla persa di Amici, ma Fanti fa due su due dalla lunetta e Roma torna avanti. Agrigento dopo soli cinque minuti ha raggiunto il limite di falli, Taylor non approfitta di questa situazione. Fallo antisportivo fischiato a Pepe, Fanti trasforma tutti e tre i liberi, Roma è avanti 46-52, ma un gioco da tre punti di Easley riporta Agrigento ad un solo possesso di svantaggio. Veronesi subisce fallo su tiro tra punti, è glaciale dalla lunetta e parziale di 6-0 per Agrigento, coach Maffezzoli prova a fermare l’inerzia della gara e chiama time-out. Roma esce malissimo, Easley con un tap in porta Agrigento in vantaggio, ma Amici risponde immediatamente, De Nicolao sbaglia un libero, e Roma con i liberi di Maganza trova il pareggio. Roma è in bonus, De Nicolao è perfetto, Easley domina sottocanestro, Agrigento allunga sul +7, con un gioco da tre punti di Veronesi. Veideman non è perfetto dalla lunetta, e Agrigento chiude il quarto con una tripla fantastica di Pepe, che chiude il quarto sul 65-56.

Quarto quarto:

Ultima frazione di gioco che vede Pepe subito protagonista con due punti facili, Amici mette la tripla del -8 per Roma, Ambrosin risponde subito “presente” con la seconda “bomba” di serata, Amici prova a trascinare Roma, Taylor trova di tabella la tripla del -5, ma Ambrosin è finalmente entrato in partita. Fanti non sbaglia dalla lunetta, Ambrosin fa due su tre dalla linea della carità, portando Agrigento sul + 8. Roma a cinque minuti dalla fine ha già raggiunto il limite di falli, Viglianisi trova due punti allo scadere dei ventiquattro secondi, Moretti sbaglia tutti e due i liberi, Roma si porta -6. Pepe e De Nicolao, trascinano Agrigento, Ambrosin mette la tripla del +13, e il coach Maffezzoli deve fermare la gara, per provare a rientrare in partita. Taylor fa 0 su due dalla lunetta, Amici stoppa Pepe, Agrigento mette il + 16 con l’ennesima tripla di Pepe, chiude la partita, vince la sua seconda gara consecutiva, con il punteggio di 89-75.

A cura di Giuseppe Geraldi

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy