La Fortitudo Bologna si aggiudica la sfida contro Rimini

0

Flats Service Fortitudo Bologna – RivieraBanca Basket Rimini 84-77 (28-17, 22-28, 15-16, 19-16)

Flats Service Fortitudo Bologna: Mark Ogden 21 (6/9, 2/3), Pietro Aradori 19 (6/9, 1/6), Deshawn Freeman 12 (4/6, 0/0), Matteo Fantinelli 11 (4/5, 1/3), Riccardo Bolpin 8 (4/6, 0/1), Alessandro Panni 6 (1/3, 1/6), Alberto Conti 3 (1/1, 0/3), Alessandro Morgillo 2 (1/2, 0/0), Luigi Sergio 2 (1/1, 0/0), Tommaso Natalini 0 (0/0, 0/0), Vitalii Kuznetsov 0 (0/0, 0/0), Nicola Giordano 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 13 / 16 – Rimbalzi: 36 14 + 22 (Mark Ogden 10) – Assist: 15 (Matteo Fantinelli 5)

RivieraBanca Basket Rimini: Derrick Marks 26 (6/11, 4/10), Alessandro Grande 15 (2/2, 3/8), Giovanni Tomassini 15 (1/3, 3/7), Simon Anumba 9 (2/7, 0/1), Justin Johnson 8 (3/5, 0/0), Alessandro Simioni 2 (0/1, 0/3), Stefano Masciadri 2 (1/2, 0/1), Andrea Tassinari 0 (0/0, 0/0), Alessandro Scarponi 0 (0/0, 0/1), Marco Mari 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 17 / 19 – Rimbalzi: 28 10 + 18 (Simon Anumba 9) – Assist: 13 (Giovanni Tomassini 5)

Ora la Rivierabanca sa che osare si può. Galeotti furono i due minuti finali per l’Rbr, dopo una partita per 38’ giocata ai limiti della perfezione, a tal punto da pensare sul serio di sbancare il palaDozza. Alla fine vince la Flats Service 84-77, ma Rimini era ancora avanti sul 72-73 dopo una partita giocata con il viso giusto che lascia ben sperare per il futuro. Per coach Dell’Agnello non bastano tre uomini in doppia cifra e un Marks da 26 punti. La Rivierabanca torna in Romagna consapevole di essere sulla strada giusta e di aver carattere e soluzioni per risalire presto la china. Da segnalare la presenza al palaDozza di 150 tifosi riminesi, sempre a sostegno della squadra.

Coach Dell’Agnello si affida al quintetto standard con Grande, Marks, Anumba, Johnson e Simioni. Per la Fortitudo Fantinelli, Bolpin, Aradori, Ogden e Freeman. Parte bene la Rivierabanca con la tripla di Marks e Anumba da due (2-5). Risponde Aradori, per il 5 pari. Si prosegue sui binari dell’equilibrio fino a metà quarto, è Grande a segnare la tripla del 13-13. Col trascorrere dei minuti la Effe inizia a correre, Rimini deve inseguire: Ogden entra nella mischia, pesa poi un 3+1 completato da Panni. La Fortitudo concretizza anche in contropiede con il 2+1 di Conti che vale il +11 (26-15). Bolpin allunga ancora 28-15, replica Anumba 28-17 al 10’ di una partita frizzante e divertente.

Il secondo periodo si apre all’insegna di super Marks. L’americano segna 9 punti in 4’ e riporta i suoi sotto 35-32. Mentre Derrick segna da ogni mattonella del Dozza, scalda la mano dall’angolo anche Tomassini e la partita prosegue all’insegna degli attacchi vispi e del punteggio elevato. Dopo il 37-34 con i due liberi di Simioni, è Fantinelli a prendere per mano la Flats Service, cinque in fila e 42-34. Ma Bologna va ben presto in bonus e la Rivierabanca sfrutta lo sfruttabile dai liberi per restare in contatto. Marks completa un primo tempo da 19 punti con il 48-43. Dopo il 50-43 di Freeman, si va negli spogliatoi sul 50-45 a firma Masciadri.

Grande apre il secondo tempo (50-47), con la Effe trascinata dal talento di Ogden che però non riesce a scappare oltre il 59-51. Cresce anche Johnson e col trascorrere dei minuti la Rivierabanca resta comunque sempre vicina. Aradori osa al massimo sul +8 (63-55), l’Rbr concretizza tutto dopo un fallo tecnico con tre liberi, ma Aradori in qualche modo leva le castagne dal fuoco 65-58. Grande in transizione va ancora con la tripla (65-61), poi sul finale Marks spara sul ferro la bomba del possibile -1. Dopo 30’ Rimini prosegue a viso aperto sul campo della capolista.

L’atteggiamento della Rivierabanca è di quelli solidi e decisi. Grande da due, Tomassini va da tre e con 7’32 ancora da giocare è -1 (67-66). Ora Rimini lotta su ogni pallone e in difesa è il miglior mastino della stagione. Dopo il 69-66 di Freeman, parziale di 7-0 Rimini, per il 69-70 del vantaggio (2/2 Anumba) e a ruota 69-73 con Tomassini. Gli ultimi 5 minuti sono tutti da giocare: a 3’14 dopo palla persa di Tomassini, Ogden in contropiede schiaccia il 74-73. Si va al fotofinish: la Effe fa valere la sua esperienza, Rbr paga caro delle sbavature tipo la stoppata su Grande e la persa di Tomassini. Dopo l’80-75 Freeman, due liberi di Aradori per l’82-75. Termina 84-77.

Ufficio Stampa Rivierabanca Basket Rimini