La Leonis Roma travolge Legnano, il match dura solo un quarto

La Leonis Roma trionfa al PalaBorsani contro una Legnano veramente sottotono e mediocre in ogni lato del campo. Jones e Loschi mattatori per gli ospiti.

di Giovanni Colombo

In un match che è stato equilibrato solo nel primo quarto, la Leonis Roma trionfa al PalaBorsani contro una Legnano veramente sottotono e mediocre in ogni lato del campo. Jones e Loschi mattatori per gli ospiti.

Per la ventiduesima giornata del girone ovest di A2, la Axpo Legnano ospita al PalaBorsani la Leonis Eurobasket Roma in un match importante per le parti basse della classifica. Coach Mazzetti schiera i Knights padroni di casa con Raffa, Bianchi, Bortolani, Thomas e Bozzetto. Coach Corbani risponde per Roma con Jones, Fanti, Amici, Hollis e Fall.

Il match inizia col canestro in facile penetrazione di Fall, a cui rispondono Bortolani con un long two e Thomas con una scorribanda vincente dalla linea di fondo per il 4-2 Knights. Si procede col massimo equilibrio possibile, con botta e risposta da una parte e dall’altra per tutto il quarto, che si conclude 16-15 per Legnano. I Knights sono arrivati al massimo vantaggio di +4 sul 16-12 dopo la tripla di Thomas, a cui ha però fatto eco immediatamente quella di Hollis, dopo la quale Legnano non ha concretizzato l’ultimo possesso e si è andati al primo riposo. Per i padroni di casa bene Bortolani, caldo al tiro, e soprattutto Thomas, come sempre all around. Per Roma da segnalare due triple di Hollis e un positivo Jones. Lo spettacolo in generale non è stato indimenticabile, con un discreto agonismo ma anche tanti errori in tutte le parti del campo da parte di entrambe le squadre.

Il secondo quarto si apre con la tripla di Loschi per il 16-18 in favore della Leonis, unico canestro dei primi due minuti. Fanti segna il canestro del +4 per Roma (16-20), ma Legnano ricuce subito con Raffa e i liberi di Bozzetto, e il match è di nuovo in parità, sul 20-20. In pochi secondi Roma torna avanti di quattro punti e arriva il primo timeout di Mazzetti. La pausa non serve a molto, anzi, dopo il canestro di Bozzetto dopo molta confusione, Roma assesta un parziale di 2-10 che la proietta al massimo vantaggio di +10 sul 24-34. Mattatore assoluto è Loschi, a segno con due tiri liberi e due triple consecutive. Raffa segna il temporaneo 26-34 in penetrazione, ma al riposo lungo Roma arriva sul +12, grazie ai canestri di Fanti e Fall. Il punteggio di 26-38 non rispecchia al meglio quello che si è visto, perché il match è stato abbastanza equilibrato. Però Legnano è stata davvero troppo negativa al tiro (41% da due, addirittura 14% dall’arco), e Roma non ha dovuto faticare granché per staccare i padroni di casa.

Il terzo quarto vede Legnano con Ferri in quintetto al posto di Bianchi. Roma va subito a segno coi tiri liberi di Amici che poi ne sbaglia altri due. Dopo due minuti Legnano non ha ancora segnato e ha già commesso quattro falli. Roma arriva a +15 sul 28-43 (altri tiri liberi di Amici e 1/2 di Hollis). Il primo canestro dal campo in questo quarto arriva dopo oltre tre minuti, e lo segna Raffa. Lo spettacolo continua a essere decisamente di livello non eccelso. Il 3/3 di Raffa dalla lunetta e la tripla di Bortolani dall’angolo valgono il -9 per Legnano sul 36-45, e Corbani chiama timeout con 5’39” sul cronometro del terzo quarto e Roma ancora senza canestri dal campo. Ci pensa Amici a chiudere questo digiuno di canestri, con una bella tripla che vale il 36-48. Roma, trascinata da altre due triple di Loschi, si ritrova all’improvviso a +18, sul 40-58, con Legnano che appare in disarmo. Il 42-62 successivo segna un parziale complessivo di 4-14 che per i Knights è letale. C’è spazio per una gran stoppata di Hollis su Raffa e la forte impressione di un lungo garbage time in arrivo. All’ultimo riposo si va sul 50-66, con Roma che ha le mani saldamente sulla partita.

L’ultima frazione si apre con la tripla di Amici a cui risponde Serpilli con un lon two. Al gioco da tre punti di Raffa risponde Jones con una tripla, e il punteggio è di 55-72. Linea replica dall’arco, Hollis segna in solitudine da sotto canestro e Mazzetti chiama sul 57-77, ma a cinque minuti e mezzo dalla fine c’è ormai la certezza che Roma abbia vinto nettamente il match. Infante segna tre canestri consecutivi e regala il +26 a Roma, sul 57-83. Bortolani interrompe il parziale di 0-14 con un canestro dal mid range, ma Roma vince 60-88, travolgendo una Legnano oggettivamente inguardabile, senza idee e anche senza mordente, in gara solo nel primo quarto. Roma stravince senza neanche sudare, trovando ottime prestazioni da Loschi, Hollis e Jones, e guadagna due punti fondamentali nella lotta per evitare i playout. Legnano invece ormai ai playout ci andrà, e anzi deve guardarsi le spalle da Cassino.

Axpo Legnano – Leonis Roma 60-88 (16-15, 10-23, 24-28, 10-22)
Axpo Legnano: Anthony Raffa 15 (5/14, 0/5), Charles Thomas 14 (2/8, 1/5), Giordano Bortolani 12 (2/4, 2/5), Michele Serpilli 10 (1/1, 2/7), Davide Bozzetto 4 (1/2, 0/1), Sebastiano Bianchi 4 (1/2, 0/2), Gabriele Berra 1 (0/1, 0/2), Michele Ferri 0 (0/0, 0/1), Marco Corti 0 (0/0, 0/0), Andrea Coraini 0 (0/0, 0/0), Gabriele Ballarin 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 21 / 24 – Rimbalzi: 37 9 + 28 (Charles Thomas 11) – Assist: 8 (Anthony Raffa, Davide Bozzetto 3)
Leonis Roma: Andre Jones 25 (7/10, 3/6), Federico Loschi 17 (0/2, 5/8), Damian Hollis 13 (2/6, 2/7), Alessandro Amici 13 (0/4, 2/5), Abdel pierre Fall 8 (3/6, 0/0), Luca Infante 8 (4/5, 0/1), Eugenio Fanti 4 (2/3, 0/2), Franko Bushati 0 (0/0, 0/1), Daniele Bonessio 0 (0/1, 0/0), Lorenzo Torresani 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 20 – Rimbalzi: 37 8 + 29 (Luca Infante 8) – Assist: 17 (Andre Jones 4)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy