La Stella Azzurra rimonta ma a vincere è San Severo

0

Allianz Pazienza San Severo – Stella Azzurra Roma 83-75 (27-18, 21-19, 12-21, 23-17)

Allianz Pazienza San Severo: Ty Sabin 22 (4/5, 4/10), Keron Deshields 20 (7/12, 0/0), Lorenzo Tortu 11 (3/5, 0/1), Michele Serpilli 7 (2/3, 1/2), Matteo Piccoli 6 (0/2, 2/2), Samuele Moretti 5 (1/3, 0/0), Alessandro Bertini 4 (0/0, 0/2), Tommaso De gregori 4 (1/2, 0/0), Antonino Sabatino 2 (0/0, 0/2), Gabriele Berra 2 (1/1, 0/0), Goce Petrushevski 0 (0/0, 0/0), Matteo Chiapparini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 24 / 32 – Rimbalzi: 24 5 + 19 (Lorenzo Tortu 6) – Assist: 17 (Keron Deshields 6)

Stella Azzurra Roma: Sandi Marcius 19 (8/10, 0/0), Darryl joshua Jackson 14 (2/2, 2/9), Tommaso Raspino 12 (3/4, 1/2), Lazar Nikolic 8 (1/2, 1/3), Matteo Visintin 8 (3/6, 0/2), Lucas Maglietti 6 (3/5, 0/2), Simone Barbante 4 (2/2, 0/1), Dut Biar 2 (1/1, 0/0), Matteo Ghirlanda 2 (1/1, 0/0), Leo Menalo 0 (0/0, 0/1), Emmanuel Innocenti 0 (0/0, 0/0), Riccardo Salvioni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 15 / 23 – Rimbalzi: 26 3 + 23 (Sandi Marcius 7) – Assist: 14 (Darryl joshua Jackson 5)

“Seconda Stella a destra questo è il cammino e poi dritto fino al mattino. Poi la strada la trovi da te…” Correva l’anno 1980 quando il cantautore italiano Edoardo Bennato cantava e suonava una delle sue più celebri canzoni e, a distanza di anni, sembra la sintesi perfetta di Allianz Pazienza Cestistica San Severo 83 – Stella Azzurra Roma 75. I Neri di Luca Bechi con un’altra prova convincente conquistano la seconda vittoria stagionale, questa volta nelle mura amiche, vincendo contro una squadra completa, fisica e ben organizzata come la Stella Azzurra guidata da un tecnico esperto quale Germano D’Arcangeli. La partita, come abbastanza prevedibile, ha da subito palesato un basket veloce e propositivo per poi, nell’ultimo quarto e certamente con sofferenza, prendere la “strada” giusta, quella giallonera, fino alla sirena finale. San Severo si gode un superbo Ty Sabin autore di 22 punti, un Keron Deshields da 20 punti e un Lorenzo Tortù da 11 punti capace di continuare a sorprendere, al netto dei sempre alti rendimenti ottenuti, se si si pensa che è un ragazzo che non aveva mai calcato il parquet dell’A2 così come altri suoi compagni di squadra. Ma in un “Falcone e Borsellino” sempre caloroso che ha preso per mano i suoi beniamini nei 40′ in particolare nella terza frazione, è tutta la squadra giallonera da Piccoli a Serpilli fino a Sabatino e Bertini a salire in cattedra mostrando voglia, disciplina e quelle giocate che ogni domenica dovranno accompagnare il quintetto guidato da Bechi.

Ora, con quattro punti in classifica, il rullino di marcia è giusto; tuttavia bisognerà continuare a dimostrare la voglia di competere contro qualsiasi avversario, soprattutto le più quotate che l’Allianz affronterà già dalla settimana prossima andando a Ferrara. Per il momento la squadra, i dirigenti e soprattutto i tifosi possono godersi un ottimo weekend… “fino al mattino”.

LA GARA – Il coach livornese si affida al quintetto schierato a Fabriano formato da Deshields, Sabin, Bertini, Serpili e Moretti mentre Germano d’Arcangeli opta per Nikolic, Jackson, Raspino, Menalo e Biar. La freschezza dei roster palesa una pallacanestro vivace già nei primissimi minuti, con capovolgimenti repentini da ambo i lati; le due squadre si attaccano e difendono con una rapidità impressionante ed il punteggio, per essere il primo quarto, è abbastanza elevato: 27 – 18. Buonissima sin qua la prestazione di tutti gli uomini in casacca giallonera, mentre è certamente più individuale la prova di Stella che si affida al talento di Jackson e Raspino. Che Roma sia una squadra da non sottovalutare lo si capisce chiaramente all’inizio di frazione quando, appena partiti, gli stellini piazzano un 0 – 4 allarmante e Bechi corre subito nel timeout. Dopo le parole del coach Gabriele Berra trova un tapin complicato, tuttavia sono sempre gli ospiti a prendersi la scena e segna con Jackson e Marcius cosa che riesce poco all’Allianz Pazienza sfortunata in tante occasioni. La sfortuna, però, deve cedere al talento di Sabin e Deshields che, a suon di canestri, svegliano i propri compagni e riportano la Cestistica su un buon parziale prima del riposo: 48 – 37. Al ritorno sul parquet si alternano errori abbastanza superficiali per poi passare a miglior qualità con realizzazioni perfette da tre sia di San Severo (Piccoli, Sabin e Serpilli su tutti) e di Stella Azzurra che, con caparbietà, continua ad essere nel raggio dei gialloneri. Infatti, il merito degli uomini di coach D’Arcangeli è di avere un atteggiamento sempre propositivo, energico e senza mai perdere la concentrazione di affidarsi ai centimetri di Marcius che rappresenta una garanzia sotto canestro. L’Allianz Pazienza, dal canto suo, deve ritrovare la serenità dei primi venti minuti e non farsi prendere dalla frenesia. Il pubblico presente al Palazzetto capisce la difficoltà del momento, la prima in questo match, e incita la squadra. Si andrà all’ultimo quarto sul punteggio di: 60 – 58. Il trend è sempre lo stesso: Sabin macina punti su punti e Stella, con calma e abnegazione, risponde; così facendo San Severo non riesce mai a trovare l’affondo decisivo per azzannare il match tranne che negli ultimi 2’ quando, finalmente, non solo si difende bene ma si guadagno punti importantissimi che, alla sirena finale, si rivelano vitali anche sfidando la sfortuna: 83 – 75.

PROSSIMO APPUNTAMENTO – Il calendario, ora, si fa duro. La Cestistica andrà a far visita alla Top Secret Ferrara. Si gioca domenica 31 ottobre alle ore 18.

Ciro Mancino
Ufficio Stampa Cestistica Città di San Severo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here