Legnano schianta Trapani; Mosley regala spettacolo

I Legnano Knights vincono largamente un altro match casalingo, questa volta fondamentale per la graduatoria playoff. Dopo un primo tempo equilibrato, i biancorossi nel terzo quarto concedono solo 9 punti e prendono il largo. Mosley regala spettacolo con un paio di alley oop strepitosi, mentre Trapani non è mai riuscita a impensierire seriamente i Knights e deve rimandare la scalata alle parti altissime della classifica, dove invece arriva Legnano

di Giovanni Colombo

Per la ventitreesima giornata del girone ovest di A2 va in scena al PalaBorsani il match tra la FCL Contract Legnano e la Lighthouse Trapani. I Legnano Knights sono schierati da coach Mattia Ferrari con Zanelli playmaker, Raivio guardia, Martini e Maiocco ali e Mosley centro. Coach Ducarello risponde schierando per Trapani Jefferson playmaker, Viglianisi guardia, Ganeto e Perry ali e Renzi centro. PalaBorsani esaurito e presente anche una rappresentanza di tifosi della Lighthouse Trapani.

In apertura di match c’è subito la tripla di Viglianisi per il primo vantaggio ospite. Per tre minuti non segna più nessuno, e si vede una certa confusione sotto i tabelloni, oltre all’imprecisione al tiro. E’ Mosley a sbloccare il tabellino dei Knights segnando da sottomisura. Jefferson riporta a +3 (sul 2-5) Trapani con un long two ma prima Raivio dal mid range e poi Mosley con un gran movimento in post basso regalano il primo vantaggio ai Knights, che conducono 6-5. Perry e Jefferson riportano avanti di tre punti Trapani con due canestri ad alta percentuale, ma Legnano assesta un parziale di 9-0 con la splendida transizione di Martini, il canestro di Pullazi, la tripla di Raivio e l’alley oop sull’asse Tomasini-Mosley. Knights al massimo vantaggio di +6 sul 15-9 e Trapani in difficoltà a rimbalzo difensivo e nel trovare buoni tiri. Il primo quarto si chiude con il 2/2 dalla lunetta di Mollura che riavvicina Trapani a -4 sul 15-11. Punteggio basso ma lo spettacolo è godibile.

Il secondo quarto si apre con la tripla di Raivio che regala il nuovo massimo vantaggio a Legnano (+7 sul 18-11). Il canestro di Simic è solo una pausa in mezzo alle realizzazioni legnanesi. I Knights infatti assestano un altro parziale, questa volta di 8-0, e scappano via a +13 sul 26-13. Il parziale si apre con Pullazi che intercetta palla a centrocampo e lancia Toscano che serve benissimo Tomasini sotto canestro. Poi Tomasini penetra, segna, subisce fallo e realizza il libero supplementare. Alla panchina di Trapani viene fischiato fallo tecnico. Il tiro libero viene sbagliato dallo stesso Tomasini, ma il possesso successivo porta a una grande tripla di Pullazi che colpisce da distanza siderale. Trapani sembra perdere contatto e uscire dal match, ma Legnano diventa sprecona e imprecisa, e gli ospiti recuperano. Renzi, piuttosto opaco fino a questo punto, segna da sottomisura, e poi intercetta una palla a centrocampo e lancia Viglianisi a canestro. Ferrari chiama timeout, ma al rientro sul parquet Testa colpisce dall’arco e Trapani segna anche due tiri liberi. Il punteggio, dopo il  controparziale ospite di 0-9, è di 26-22 per Legnano. Zanelli segna dopo una bella penetrazione, ma Jefferson accorcia ulteriomente le distanza con una tripla. Gli risponde subito Martini, ma è proprio Jefferson ad avere l’ultima parola in questa serie di tiri dalla distanza. Sul 31-28 Legnano colpisce prima con Martini (long two) e poi con un devastante alley oop di Mosley. Da qui i padroni di casa si reinceppano in attacco e prima Perry poi Renzi riportano a -3 Trapani, sul 35-32 con cui si chiude il primo tempo. Legnano dopo essersi costruita un vantaggio importante ha calato la concentrazione e Trapani ne ha approfittato subito, con un Jefferson da 12 punti e un Renzi che ha chiuso in crescendo.

Il terzo quarto si apre con un parziale di 5-0 per Legnano (tripla di Raivio e tiro dal mid range di Martini), che si riporta a +8 sul 40-32. Renzi segna da sottomisura, Raivio con un long two e le distanze restano invariate. Ma, dopo l’1/2 di Viglianisi dalla lunetta, prima Maiocco (tiro in sospensione sulla sirena) e poi Raivio (penetrazione, con la complicità della difesa ospite) riportano Legnano a un vantaggio in doppia cifra (46-35). Il timeout chiamato da coach Ducarello non sortisce alcun effetto, e anzi arriva la tripla di Zanelli. Trapani segna da due ma Mosley segna un altro alley oop devastante, questa volta assistito magistralmente da Zanelli. Poi arrivano le triple di Raivio e di Toscano, e la grande penetrazione di Tomasini, con Legnano che con un parzialone di 17-4 volta a +20. sul 59-39, e di fatto chiude la partita. Trapani è completamente fuori dal match, e non riesce a imbastire una reazione di nessun tipo. Troppi giocatori di Legnano liberi di tirare o di penetrare, poca incisività a rimbalzo, poca lucidità in generale per la formazione siciliana. All’ultimo riposo si va sul 61-41, con Legnano che nel terzo quarto ha concesso solo 9 punti segnandone ben 26.

L’ultima frazione fin dalle prime battute dimostra di non avere più molto da dire. Trapani segna per prima con Jefferson (2/2 dalla lunetta) ma non sembra credere alla grande rimonta che gli servirebbe. Si procede in assoluto equilibrio, e da segnalare c’è il canestro del 65-47 per i Knights, segnato da Raivio con un tiro dal mid range dopo una palla rubata da Zanelli che poi è anche penetrato di forza e ha scaricato benissimo per lo statunitense. Dopo il timeout chiamato dalla panchina ospite c’è uno scambio di cortesie dall’arco tra Ganeto e Zanelli. Sono questi due giocatori ad animare con diversi canestri i minuti finali del match, con Zanelli in particolar modo davvero ispiratissimo. A un minuto dal termine arriva il massimo vantaggio per Legnano, a +21 sul 80-59 grazie alla tripla di Pullazi. Il match termina 82-63, con Legnano che vince d’autorità un match che ha tenuto praticamente per tutto il tempo sotto controllo. Trapani non ha demeriti particolari, Legnano si è dimostrata superiore in questa partita, con un Mosley devastante coi suoi alley oop e la sua presenza sotto canestro e con un Raivio come sempre splendido giocatore all around. Ottimo contributo per i Knights dalla panchina, con i positivissimi Tomasini, Pullazi e Toscano, mentre Trapani ha tirato con un pessimo 29% dal campo, con solo due giocatori in doppia cifra e con percentuali non esaltanti (5/11 da due per Renzi, 4/10 per Jefferson). Legnano si lancia sempre più in alto in classifica e deve ancora recuperare il match contro Napoli.

Legnano-Trapani 82-63 (15-11, 35-32, 61-41)

Legnano

Tomasini 9, Zanelli 13, Maiocco 2, Martini 11, Toscano 3, Raivio 22, Mosley 10, Pullazi 12

Trapani

Jefferson 14, Renzi 16, Testa 3, Ganeto 7, Mollura 6, Viglianisi 6, Perry 9, Simic 2

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy