Lunga vita a “Re Cannon”. Rieti piazza la seconda vittoria consecutiva,Torino KO

Prestazione mostruosa di Cannon che consente a Rieti di trovare la seconda vittoria di fila; gli ospiti trovano la terza sconfitta esterna consecutiva nonostante l’ottima prova di Pinkins e Marks.

di Giammarco Imperatori

Prestazione mostruosa di Cannon che consente a Rieti di trovare la seconda vittoria di fila; gli ospiti trovano la terza sconfitta esterna consecutiva nonostante l’ottima prova di Pinkins e Marks.

STARTING FIVE:

NPC RIETI: Passera, Brown, Stefanelli, Cannon, Vildera     

Allenatore: Rossi

TORINO: Cappelletti, Marks, Cassar, Alibegovic, Pinkins                                      
Allenatore: Cavina

PRIMO QUARTO- Vildera è ispiratissimo e realizza i primi 4 punti della partita mentre dall’altra parte Torino è molto imprecisa nei primi 2’ di gioco.
Pinkins rompe il digiuno e prova a scuotere i suoi. Nella propria metà campo la difesa della Reale Mutua adegua benissimo sul classico attacco della NPC ovvero il post basso di Cannon, e guidata da  Cappelletti e Alibegovic confeziona un 9-0(4-9) quando è trascorsa la metà della prima frazione.
Nonostante Passera soffra molto l’accoppiamento con Cappelletti , il numero 3 in maglia bianca risulta essere l’unica luce offensiva degli amarantocelesti.
Il talento offensivo di Torino è mostruoso, e i ragazzi di Cavina riescono a trovare dei canestri anche ad alto coefficiente di difficoltà.
Tuttavia, la compagine di Rossi riesce a limitare i danni e chiudere i primi 10’ di gioco sotto di 3 punti(14-17) con la tripla finale di Pastore da 8 metri.
SECONDO QUARTO- La NPC stringe le maglie in difesa, prendendo fiducia anche in attacco. 

Pastore continua lo show realizzando un grandissimo canestro dai 6.75 e porta i suoi sul +5(22-17).
L’attacco piemontese si inceppa: gli ospiti per 4’ non riescono a trovare la via del canestro ma Rieti non approfitta della sterilità offensiva di Marks e compagni per incrementare il proprio vantaggio.
Brown inizia a mettersi in partita con 5 punti in fila, ma Cappelletti tiene a contatto la Reale Mutua(30-27) a 3’ dall’intervallo lungo. Salgono in cattedra Cannon e Pinkins che si rispondono con 4 punti a testa nei successivi 120 secondi.
Alibegovic risponde al solito Cannon prima di sbagliare i tiri di liberi che mandano le squadre negli spogliatoi sul 35-33.
TERZO QUARTO- Rieti torna in campo con un’intensità difensiva spaventosa a differenza delle ultime 2 sconfitte casalinghe. Cannon continua a dominare e ricorda a chi se lo fosse scordato perché è stato eletto MVP del mese d’ottobre. Torino sembra essere in bambola e impaurita dal PalaSojourner.
Cavina prova a fermare l’emorragia chiamando un timeout, ma il copione non cambia e la NPC vola sul +10(45-35) a 6’ dall’ultimo riposo. 

Passera dalla lunga porta in vantaggio di 13 lunghezze Rieti ma sveglia Torino che con 2 canestri in fila(48-39) riesce a restare incollata a questa partita.
Cavina piazza la zona, e Rieti inizia ad avere l e proprie difficoltà offensive della serata. PInkins inizia ad essere totalmente dominante e propizia la rimonta piemontese. Marks e Cappelletti fanno il resto, e riportano la Reale Mutua sotto di 1 solo un punto(54-53) a 20’’ dalla fine del quarto.
Nell’ultimo possesso ci sono 3 sciocchezze della difesa ospite, che permettono alla NPC di affacciarsi agli ultimi 10’ di partita sopra di 6: 59-53.
QUARTO QUARTO-
Rieti continua ad avere non pochi problemi con la zona, tuttavia, data la scarsa precisione di Torino in attacco, riesce a restare al comando della gara.
Cavina manda in campo Jakimovski  al posto di Pinkins,  ma la scelta non paga dato che il classe 2011 ha un impatto difficile col match.
La NPC ringrazia e si riporta sul +9(63-54) a sette minuti dalla fine.
Non a caso torna Pinkins e Torino realizza un 9-2(65-63) di parziale concluso dalla tripla fortunosa di Toscano che obbliga Rossi al timeout.
Il blackout dei reatini continua, e Pinkins impatta a quota 65. Brown realizza ma la svolta della partita è forse nell’azione successiva dove viene fischiato un fallo, il quinto, in attacco a Pinkins: a dirla tutta il fischio è davvero al limite.
L’uscita della superstar ospite aiuta la NPC che riesce a scavare un minisolco(71-66) col solito Cannon.
Altro fischio piuttosto discutibile è il tecnico a Brown, che permette alla Reale Mutua di restare sotto di 6(73-67) a 3’ dalla sirena lunga.
Alibegovic fa una grandissima schiacciata che gli garantirà il podio della top ten, ma Stefanelli e Brown sentono l’odore del sangue realizzano due triple di fila che portano Rieti sopra di 10(79-69) a poco più di 100 secondi dalla fine.
Torino prova anche a riprenderla, ma ormai è tardi. Rieti vince 82-75.

Zeus Energy Group Rieti – Reale Mutua Torino 82-75 (14-17, 21-16, 24-20, 23-22)

Zeus Energy Group Rieti: Jalen Cannon 27 (10/15, 0/2), Elijah Brown 15 (2/7, 2/5), Marco Passera 9 (2/2, 1/2), Francesco Stefanelli 8 (1/2, 2/5), Giovanni Vildera 8 (4/9, 0/0), Dario Zucca 7 (2/2, 1/2), Andrea Pastore 6 (0/0, 2/4), Niccolo Filoni 2 (1/3, 0/1), Carlo Fumagalli 0 (0/0, 0/1), Aleksa Nikolic 0 (0/0, 0/0), Gabriele Mammoli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 14 / 19 – Rimbalzi: 27 8 + 19 (Jalen Cannon 6) – Assist: 17 (Jalen Cannon, Marco Passera 5)

Reale Mutua Torino: Derrick Marks 20 (6/12, 0/1), Kruize Pinkins 20 (7/11, 1/5), Alessandro Cappelletti 16 (5/7, 1/3), Mirza Alibegovic 9 (3/8, 1/5), Daniele Toscano 6 (1/3, 1/3), Luca Campani 4 (1/2, 0/1), Kurt Cassar 0 (0/0, 0/0), Andrej Jakimovski 0 (0/1, 0/1), Nicolo Ianuale 0 (0/0, 0/0), Ousmane Diop 0 (0/0, 0/0), Nicolò Castellino 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 26 – Rimbalzi: 32 10 + 22 (Kruize Pinkins, Alessandro Cappelletti 7) – Assist: 14 (Alessandro Cappelletti 6)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy