Manital senza patemi contro Trapani, si prospetta di nuovo il derby

0

TORINO Pms e Trapani si affrontano nell’ultimo impegno della stagione regolamentare con le panchine infarcite di molti giovani, in particolare oltre a Baldasso tra i gialloblù siedono in panchina Bianchi e Bergese. Pillastrini è costretto a rinunciare a Wojciechowski ancora dolorante per la distorsione rimediata nell’amichevole contro i canturini.La Manital inizia il match schierando Evangelisti, Sandri, Amoroso, Steele e Bower, tra gli ospiti i primi a solcare il parquet sono Parker, Ferrero, Lowery, Baldassare e Renzi.

TORINO DAL PERIMETRO Partenza forte dei padroni di casa che premono con Sandri e Bowers grandi protagonisti in avvio, le incursioni di Baldassarre provano a contenere la prima minifuga gialloblù. La Manital trova subito grande lucidità dal perimetro con Evangelisti e Amoroso (2/2 dalla lunga), i siciliani replicano ancora con Baldassare ed una conclusione chirurgica di Renzi. Parker dalla media riporta gli amaranto a contatto (19 -14),ma l’ingresso di Mancinelli  ridà verve ai Torinesi che si ritrovano sul +7. Con la tripla di Steele il margine di vantaggio è nuovamente  in doppia cifra,nel finale anche Sandri è incontenibile, realizza dopo un rimbalzo offensivo e un antisportivo. La Manital allunga ulteriormente con il gioco da tre di Bowers, c’è spazio anche per Baldasso schierato in campo da metà periodo.

TRAPANI RISALE Apre le marcature Rizzitello, mentre Torino prosegue la striscia positiva dalla lunga distanza con una conclusione pesante di Gergati. Lowery prova a rilanciare i siciliani, i gialloblù restano a distanza e trovano ancora gloria in attacco con una splendida incursione di Sandri (39 -23).Lino Lardo chiama time out e sistema la difesa, le conclusioni di Ianes e Lowery aprono un minibreak che ridà mordente agli amaranto (39 -31).E’ Sandri a giganteggiare ancora regalando altre due incursioni sotto i tabelloni che sembrano chiudere il black out offensivo dei torinesi.L’offensiva dei siciliani però non si arresta : Rizzitello che scalda ancora la mano dalla distanza e Renzi con due bei movimenti sorprendono i  gialloblù. I padroni di casa dilapidano così un vantaggio consistente e si ritrovano con sole sei lunghezze da amministrare negli ultimi minuti. La conclusione pesante di Bowers permette comunque di  rifiatare chiudendo sul 50 -41.

NEL SEGNO DI SANDRI ED AMOROSO E’ una Manital più convincente quella in avvio di terzo quarto, subito in evidenza Amoroso e Sandri (tripla) ma Lowery non ci sta a perdere, realizza un gioco da tre punti e costringe il lungo gialloblù ad un fallo in attacco. Trapani  approfitta dell’assenza momentanea di Amoroso  e  con Renzi e Baldassarre trova punti e rimbalzi  sotto i tabelloni mettendo in apprensione i padroni di casa. La tripla di Bowers ed il piazzato di Steele sono una boccata di ossigeno in casa Manital che con Gergati tenta di nuovo l’allungo  (62-49).La situazione falli si fa però pesante quando anche Mancinelli commette il quarto fallo, Lowery riavvicina gli ospiti, una giocata di Sandri riporta Torino sul +9. Parker dalla distanza e una schiacciata in campo aperto di Ferrero mettono il fiato sul collo ai padroni di casa che si affidano a due giocate scaccia crisi del rientrante Amoroso dal perimetro ed a cronometro fermo. Nel finale la tripla di Gergati sulla sirena mantiene il distacco in doppia cifra.

PMS CHIUDE IN BELLEZZA Evangelisti apre le ostilità dai 6e75, l’attacco amaranto sembra avere le polveri bagnate ed Amoroso porta i gialloblù a sfiorare anche le venti lunghezze. Nella parte centrale del quarto c’è gloria anche per il giovane Bartoli autore di due conclusioni pesanti. La Manital amministra il vantaggio giocando al limite dei 24”, Baldassarre si mette in mostra con una bella giocata in 1c1 e un assist per Lowery. Il canestro in contropiede di Ferrero riserva ancora qualche brivido ad un finale che sembra già scritto, la tripla di Gergati regala il +12 che chiude virtualmente i giochi (86 – 74). L’attenzione si sposta sugli altri campi, Amoroso incrementa ancora il bottino personale (lui e Sandri i migliori in campo), Ferrero regala ai fotografi una bella schiacciata.Si chiude sul 91-78, sarà prioritario per  i gialloblù recuperare Kuba e ritrovare Mancinelli in forma per la serie contro Biella. Ai siciliani il merito di essersi comunque battuti, onorando fino alla fine un match senza particolari pretese di classifica.

MANITAL PMS TORINO-LIGHTHOUSE TRAPANI 91-78 (34-18, 50-41, 72-60)

TORINO: Mancinelli 4, Evangelisti 11, Baldasso, Sandri 20, Amoroso 25, Bergese, Steele 5, Bowers 12, Gergati 14, Bianchi. All. Pillastrini. Ass. Comazzi, Canella.
TRAPANI: Renzi 11, Bartoli 6, Lowery 14, Baldassarre 14, Bossi 2, Rizzitiello 10, Ianes 5, Tabbi, Parker 10, Ferrero 6. All. Lardo.
ARBITRI: Mauro Moretti, Pasquale Pecorella, Marco Pison

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here