Mantova vince giocando a “strappi”, a Jesi non basta un immenso Maggioli

di Matteo Vecchini

DINAMICA MANTOVA – FILENI BPA JESI 78 – 70 (17 – 26; 45 – 36; 58 – 56; 78 – 70)

DINAMICA MANTOVA: Mazic 7 (2/3; 1/3), Jefferson 21 (10/19 da 2; 14 r.), Moraschini ne, Gaddefors 2 (0/3 da 2; 5 ass.), Rullo 16 (1/3; 4/11), Fultz 9 (2/4; 1/3), Landi 9 (3/4 da 3; 4 ass.), Stanzani ne, Amoroso 11 (2/5 da 2; 10 r.), Maccaferri 3 (1/2 da 3; 3 ass.).

ALL. Morea

FILENI BPA JESI: Maggioli 34 (13/15; 2/5), Benvenuti (0/1 da 2), Borsato ne, Marsili 0 (0/1 da 2), Migliori (0/3; 0/4; 7ass.), Procacci 2 (1/2 da 2; 4 r.), Elliott 8 (1/2; 2/3; 5rec.), Santiangeli (0/1; 0/1), Picarelli 4 (1/2; 0/1), Miller 22 (6/15; 2/7; 4ass.).

ALL. Lasi

PARZIALI: 17 – 26; 28 – 10; 13 – 20; 20 – 14.

T2 – JE: 22/42 MAN: 17/37 T3 – JE: 6/21 MAN: 10/26 TL – JE: 8/8 MAN: 14/15

RIMBALZI – JE: 28 MAN: 39 PALLE PERSE/RECUPERATE – JE: 9/9 MAN: 12/3

ASSIST – JE: 15 MAN: 19 FALLI – JE: 21 MAN: 14 VALUTAZIONE – JE: 73 MAN: 96

Gli Stings tornano al Palabam dopo aver sfiorato l’impresa al PalaOlimpia di Verona. Morea deve rinunciare a  un Moraschini febbricitante. La partenza dei biancorossi è tutt’altro che pungente, e Jesi ne approfitta con un parziale di 13-2 firmato dall’ispiratissimo Miller (11 punti). Gli Stings provano a reagire, ma la difesa dei biancorossi è troppo permissiva, e le percentuali della Fileni ne sono la conseguenza; a 3 minuti dalla prima sirena Elliot mette a segno la tripla del massimo vantaggio per Jesi (23-9). La piccola reazione nel finale di quarto è il preludio al grande secondo quarto che verrà disputato dai ragazzi di Morea, e il divario si assottiglia a nove punti grazie ai cinque di Rullo e alla bomba di Maccaferri.

Riparte il match, e il botta e risposta tra le due squadre lascia pressochè invariato il risultato per i primi due minuti. Dopodichè è Jefferson a dare la sveglia: il lungo mantovano prima va a schiacciare, poi stoppa Santiangeli dando il via all’azione della tripla di Landi, dimezzando così lo svantaggio. Ancora due triple di Landi e Mazic portano per la prima volta in vantaggio gli Stings, che ora giocano con più fluidità, mettendo molta pressione alla Fileni che perde lucidità. Ancora Jefferson si carica sulle spalle la squadra, e con l’aiuto di Fultz e Amoroso gli Stings allungano, sfiorando la la doppia cifra di vantaggio alla fine del secondo quarto.

Nella terza frazione è nuovamente Jesi a trovare il canestro con più continuità, trascinata da uno straordinario Maggioli. I marchigiani a cinque minuti dal termine della terzo periodo ritrovano il vantaggio, ma gli Stings si riportano al comando con una nuova tripla di Rullo. Seguono quattro minuti di errori da entrambe le parti, poi ci pensa Jefferson con una schiacciata a sbloccare il risultato. Il punteggio al termine del terzo quarto è di 58-56.
Gli ultimi dieci minuti si aprono con quattro punti dell’inesauribile Maggioli che riporta avanti i suoi. Terza tripla della serata per Landi che riporta avanti i suoi, ma nuovamente Maggioli coadiuvato da Miller riportano Jesi avanti di tre lunghezze. Il pubblico di fede mantovana, seppur preoccupato per le difficoltà trovate sul cammino dalla propria squadra, continua ininterrottamente a sostenere gli Stings. E a 3 minuti dal termine arriva la risposta dei ragazzi di Morea: Fultz e Amoroso si dimostrano gli uomini d’esperienza della giovanissima squadra mantovana, e trovano la lunetta sfruttandola con i liberi assegnati. I quattro punti di Jefferson che seguono sono una vera e propria liberazione per il pubblico di fede biancorossa, che può finalmente scoppiare in un urlo liberatorio per una vittoria importantissima.

Alla fine saranno 8 i punti di scarto inflitti da Mantova a Jesi, in un match rimasto in bilico fino ai minuti finali. Per gli Stings una prova dai due volti, dove sicuramente apprezzabile è stata la reazione dopo alcuni parziali marchigiani. Importanti sono stati gli ingressi in campo di Landi, Mazic e Maccaferri, che hanno portato punti e assist quando la manovra offensiva faticava a produrre risultati. Ottime le prove di Jefferson, Amoroso e Rullo. Fileni Jesi invece troppo dipendente da Maggioli e Miller, e nonostante questi due disputino un’ottima partita i marchigiani escono a mani vuote dal Palabam. Menzione speciale per Maggioli, che con 34 punti è il migliore dei suoi e senza dubbio della partita. Da sottolineare gli applausi di tutto il pubblico mantovano per lui quando nel quarto quarto è uscito per rifiatare qualche secondo.

MVP Johndre Jefferson: Ennesima doppia doppia per il pivot USA. Ancora una volta l’idolo di Mantova fa sognare con le sue schiacciate, e si rende tremendamente utile alla squadra con i suoi 14 rimbalzi.

Fotogallery a cura di Luca Sacchi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy