Meluzzi-Jackson show, Chieti vince e convince contro Chiusi

0

La Lux Chieti vince il primo incontro stagionale battendo per 70-62 l’Umana Chiusi. Partita dalla doppia faccia per gli uomini di coach Maffezzoli che partono sottotono, chiudendo il primo tempo con soli 27 punti e tanti dubbi, salvo poi realizzarne 43 nel secondo tempo. Prestazione sublime per il play Davide Meluzzi autore di ben 25 punti e il centro statunitense Cameron Jackson (17 punti), uomini certamente decisivi nei momenti di difficoltà. Quello che si è visto oggi è quello che i tifosi teatini vogliono: una squadra che lotta su ogni pallone, volonterosa anche nei momenti di maggiore difficoltà. Applausi per Chiusi che perde la prima partita in campionato, una squadra che ha lottato fino alla fine, abile nel giro palla e nelle conclusioni sotto le plance. Degno di nota, il ritorno tra gli applausi al PalaLeombroni del centro Andrea Ancellotti.
Domenica prossima, Chieti sarà attesa dalla lunga trasferta di Nardò.

CRONACA

Al fischio d’inizio, Chieti scende in campo con Rebec, Meluzzi, Graziani, Amici e Jackson; rispondono i chiusini con Medford, Musso, Pollone, Wilson e Ancellotti. Il primo quarto si mostra con entrambe le squadre guardinghe e avere di punti, con diversi errori da una parte dall’altra. I teatini chiudono il perimetro per limitare le bocche di fuoco dei toscani, che dal canto loro possono contare su un Ancellotti in grande spolvero, decisivo sia in attacco che in difesa, autore di ben due stoppaste rocambolesche. Ed è proprio grazie al centro emiliano che Chiusi mette la freccia e piazza il break decisivo di 8-0. Meluzzi prova a suonare la carica ma il tiro sullo scadere da tre punti di Fratto taglia le gambe a Chieti: al decimo, Chiusi è avanti per 20-12.

Nel secondo quarto, Chieti scende in campo con un altro piglio: Meluzzi trascina la squadra da vero capitano e, con una schiacciata di Jackson che infuoca il PalaLeombroni, passa in vantaggio per la prima volta nell’incontro (21-20) costringendo coach Bassi al primo timeout dell’incontro. Il play romagnolo bolla ben 7 punti in meno di tre minuti di gioca, un’autentica mina vagante. Chiusi torna in campo con un altro spirito e tornano in vantaggio. Chieti torna a rivivere l’incubo del primo quarto, con diversi errori in fase di possesso palla. Questo permette dunque agli ospiti di alimentare il vantaggio: prima dell’intervallo lungo, il tabellone recita 27-37 con un finale da scintille che vede protagonisti Amici e Maffezzoli.
Alla ripresa delle ostilità, con entrambe le squadre a riproporre i quintetti iniziali, Chieti si mostra subito aggressiva, rinvigorita dalla strigliata del coach, macinando gioco e punti. Chiusi sembra avere ancora la testa nello spogliatoio, Chieti ne approfitta e pareggia i conti con il duo Meluzzi-Jackson (37-37). Bassi rompe il ritmo di Chieti chiamando timeout e la partita si assesta su quell’equilibrio che ha contraddistinto l’inizio di gara. La partita si accende, con colpi di classe da una parte e dall’altra. Chieti accusa il pressing asfissiante del primo quarto ma arriva al trentesimo con un punto di distacco: 51-52.

L’ultimo quarto si apre con una tripla di Woldetensae che scalda il PalaLeombroni (54-52). Chiusi non accusa il colpo e pareggia immediatamente (54-54). I teatini reagiscono, innescando la solita intensità difensiva e la solidità a rimbalzo, e portano il vantaggio a 5 punti (59-54). Medford realizza i primi punti dell’incontro e i toscani si avvicinano: 59-58. Maffezzoli vuole parlarci su quando mancano quattro minuti alla fine delle ostilità. Meluzzi allunga con una tripla “libera tutti” (64-58), Chiusi sembra non averne più, a Chieti il compito di custodire come meglio può. I teatini vincono dunque l’incontro per

LUX CHIETI – UMANA CHIUSI (12-20, 27-37, 51-52,

LUX CHIETI: Rebec 6, Woldetensae 5, Graziani 5, Meluzzi 23, Caggiano ne, Jackson 17, Cocciaretto ne, Bartoli 4, Tsetserouku 6, Amici 4. Coach: Maffezzoli

UMANA CHIUSI: Criconia 8, Fratto 8, Musso 9, Biancotto ne, Medford 5, Pollone 3, Wilson 11, Mei 0, Raffaelli 5, Ancellotti 13. Coach: Bassi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here