Napoli, altra sconfitta in volata: al PalaBarbuto sorride Tortona

Napoli perde,forse,l’ultimo treno salvezza contro una Tortona sempre organizzata,sempre chirurgica nelle sue scelte sospinta dal talento di Johnson e dall’energia di Sorokas.

di Giampaolo Caputo

Napoli perde,forse,l’ultimo treno salvezza contro una Tortona sempre organizzata,sempre chirurgica nelle sue scelte sospinta dal talento di Johnson e dall’energia di Sorokas. Napoli non demerita,è volenterosa, generosa, trova in Mascolo un inaspettato protagonista ma nel momento clou del match perde due rimbalzi difensivi sanguinosi e vede spegnere sul ferro l’ultima preghiera di elston Turner che poteva regalare una vittoria di capitale importanza, in vista dello spareggio di domenica prossima in quel di Roma contro la Virtus.

Cuore Napoli Basket – Bertram Tortona 82-84 (18-18, 19-19, 26-20, 19-27)

Cuore Napoli Basket: Elston jr Turner 22 (6/10, 3/8), Bruno Mascolo 18 (6/7, 2/2), Jermaine Thomas 14 (4/10, 1/4), Guglielmo Caruso 12 (6/9, 0/0), Nikolay Vangelov 8 (4/5, 0/0), Alessio Ronconi 6 (1/2, 1/1), Matteo Fioravanti 2 (1/3, 0/2), Roberto Maggio 0 (0/1, 0/0), Antonio Crescenzi 0 (0/0, 0/0), Antonio Gallo 0 (0/0, 0/0), Simon Zollo 0 (0/0, 0/0), Massimiliano Bordi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 5 / 9 – Rimbalzi: 34 6 + 28 (Guglielmo Caruso 11) – Assist: 12 (Bruno Mascolo 5)

Bertram Tortona: Melvin Johnson 25 (4/9, 5/11), Paulius Sorokas 17 (6/10, 1/2), Lorenzo Gergati 13 (4/8, 1/3), Marco Spanghero 9 (3/5, 1/2), Luca Garri 8 (4/8, 0/1), Francesco Quaglia 8 (3/4, 0/0), Francesco Stefanelli 2 (1/3, 0/2), Milos Divac 2 (0/0, 0/0), Todor Radonjic 0 (0/1, 0/0), Alberto Apuzzo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 10 – Rimbalzi: 28 7 + 21 (Paulius Sorokas 9) – Assist: 14 (Lorenzo Gergati 4)

Match di capitale importanza al PalaBarbuto dove Napoli ospita la Bertram Tortona:la Virtus Roma perde nell’anticipo di Casale e i partenopei hanno la ghiotta occasione per rosicchiare punti in classifica. Napoli è priva di Mastroianni e Nikolic per cui coach bartocci ha gli uomini contati. Thomas, Turner, Ronconi, Fioravanti e Caruso il quintetto della GeVi Seleco, risponde Pansa con Spanghero, Stefanelli, Johnson, Sorokas e Garri per Tortona. Inizio equlibratissimo con Caruso e Sorokas sugli scudi, Thomas non si accontenta dei tiri e migliora gli automatismi con i lunghi ma Ronconi – ormai specializzato nelle mission impossible sulle insidiosi ali straniere avversarie – viene subito caricato di due falli. Mini-break ospite guidato da Spanghero e Garri, sull’8-12 Bartocci costretto al time-out. Con Stefanelli rimpiazzato da Radonjic, e Mascolo che resta bene a presidio su Johnson, Turner inizia a macinare punti in sospension, tanto che Napoli torna sopra di due a 1 minuto dalla fine del quarto, sull’asse Thomas – Vangelov. Tortona però ribatte colpo su colpo e ancora con Garri impatta sul 18 pari, punteggio sul quale si chiude un gradevole primo quarto.

Entrano Gergati e Fioravanti, spazio anche per Maggio sponda Napoli, Turner a freddo colpisce da 3 ma Quaglia risponde con un gran reverse in linea di fondo. Gli fa eco Gergati che colpisce da 3 piedi a posto. Rientra Stefanelli, ancora Quaglia in transizione per la schiacciata, Gergati completa uno -09 viziato anche dalla regia del capitano azzurra. Rompe il ghiaccio Thomas, stavolta da 3, ma Napoli resta fin troppo perimetrale, non subisce contatti e non riesce più ad attaccare il ferro. Dall’altra parte Gergati risveglia anche Johmson da 3, poi confeziona un altro contropiede a segno per il +9 (23-32). Tortona è sinonimo di difesa (appena due falli spesi nel primo tempo) e di efficienza (una sola palla persa contro sette), ma Napoli recupera qualcosa a rimbalzo (21-14 alla pausa), Turner risorge come assis-tma sul back-door di Fioravanti, e Mascolo in difesa ruba per volare in contropiede. Ci pensa ancora Johnson a raffreddare gli animi, ancora dall’arco, Thomas gli risponde per le rime ma il pubblico è inviperito dopo il fallo discutibile di Fioravanti con Divac che ringrazia dalla lunetta. Ormai però Thomas è incontenibile: va di “and one” dopo il jumper solo rete, e dopo un’altra transizione griffata Mascolo piazza un quasi buzzer-beater che vale il 7-0 di break, il 37 pari al giro di boa.

Si riparte sulla falsariga del primo tempo,equilibrio assoluto e squadre che non riescono a dare la spallata decisiva. Mascolo sprigiona energia, apre lui le signature dall’arco su scarico da 3, e dopo il botta e risposta tra piccoli e lunghi (Thomas in sospensione, Spanghero piedi a posto, Caruso a rimorchio e Garri in sottomano) e regala il +3 ai padroni di casa (48-45) ma Tortona con Stefanelli e Sorokas a rimbalzo offensivo è squadra vera e non molla mai, nonostante il bonus prematuro a 4’49”. Sorpassi e controsorpassi continui, match davvero avvincente, Johnson da una parte e Mascolo dall’altra vestono i panni di go to guy di giornata e pari 55 ad 1’30” dalla fine d quarto ma Napoli con una bomba di Ronconi ed un’altra, siderale di Turner vola sul più sei sul 63-57 punteggio sul quale si chiude il terzo quarto.

Spanghero in campo per gli ultimi 10′, Tortona a tutto gas con un pesante 8-0. Melvin Johnson inizia con un 3+1 e diventa assoluto mattatore, gli fa eco Spanghero in lay-up, poi Quaglia punisce la zona in sottomano. Duello Mascolo-Gerati, Vangelov a rimorcjio per la nuova partià, Turner offre un nuovo +2 su un Quaglia comunque granitico in difesa, ma a metà dell’ultimo quarto Johnson infila 8 punti di fila per il +6 (69-75). La Bertram sfrutta la bidimensionalità dei suoi lunghi, anche in difesa tengono benssimo su Turner, ma una improvvisa fiammata restituisce a Napoli un meno 2 con Thomas in lunetta:2 su 2 e parità a due dalla fine. Sorokas sigla un gioco da tre ma Turner risponde da due, due erroracci di Vangelov sui due lati del campo regalano un insperato più cinque agli ospiti aggrappati alla ditta Johnson / Sorokas. Tortona che vola sul più tre e possesso a 39 secondi dal termine, Napoli reagisce ma l’ultimo tiro di Turner muore sul ferro e Tortona vince 84-82.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy