Napoli, il poker è servito: anche Biella al tappeto

Napoli, il poker è servito: anche Biella al tappeto

Dopo Bergamo, Torino e Tortona, un’altra big del girone Ovest cede a una GeVi straordinaria nel primo tempo con Monaldi cecchino e la difesa rocciosa, specie su Bortolani. Edilnol cui non basta un super Saccaggi, un Donzelli in crescita e un Polite concreto soprattutto in velocità.

di Davide Uccella

GENERAZIONE VINCENTE NAPOLI – EDINOL BIELLA 74-60

GeVi Napoli: Diego Monaldi 28 (2/4, 7/13), Terrence Roderick 16 (3/4, 2/3), Brandon Sherrod 12 (5/11, 0/0), Antonio Iannuzzi 10 (5/8, 0/0), Giga Janelidze 5 (2/2, 0/2), Daniele Sandri 2 (1/4, 0/0), Hugo Erkmaa 1 (0/0, 0/0), Massimo Chessa 0 (0/0, 0/3), Martino Mastellari 0 (0/1, 0/4), Francesco Guarino 0 (0/0, 0/0), Amar Klačar 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 18 – Rimbalzi: 32 9 + 23 (Terrence Roderick 10) – Assist: 12 (Diego Monaldi, Terrence Roderick 3)

Edilnol Biella: Lorenzo Saccaggi 25 (5/8, 4/7), Ed Polite jr 15 (7/8, 0/3), Daniel Donzelli 7 (2/4, 1/3), Eric Lombardi 6 (2/4, 0/3), Giordano Bortolani 5 (1/5, 1/7), Emmanuel Omogbo 2 (0/2, 0/1), Federico Massone 0 (0/1, 0/2), Matteo Pollone 0 (0/0, 0/0), Simone Barbante 0 (0/0, 0/0), Lodovico Deangeli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 8 / 11 – Rimbalzi: 31 8 + 23 (Ed Polite jr 9) – Assist: 9 (Ed Polite jr, Federico Massone 2)

In campo per Napoli Monaldi, Roderick nonostante i problemi alla schiena, Chessa, Sandri e Sherrod. Quintetto tipo per Biella con Saccaggi, Bortolani, Polite, Lombardi e Omogbo.

Chessa su Bortolani, Monaldi su Saccaggi: accoppiamenti difensivi scontati ma che Napoli gestisce alla grande, privando Biella di spazi e di idee a difesa schierata. Sherrod intanto lavora di tecnica e agilità contro Omogbo, l’avvio sprint è coronato da Monaldi con la tripla del 7-0 a 7’33” dalla prima pausa. Polite, marcato da Roderick, fa la voce grossa solo in velocità ma mostrando grande atletismo, Monaldi crivella ancora la retina, dopo il time-out di Galbiati è Barbante a prendere il posto di Omogbo ma si soffre ancora sull’asse Monaldi-Sherrod, a dir poco sfavillante. A 4’06” Erkmaa per Monaldi, Biella si riavvicina con lo schiaccione di Lombardi e un alley-oop di Polite che riscuote gli applausi di Furogrotta (14-8 a 3’25”), ma Roderick è chrirurgico dall’arco, Janelidze (che sale presto a due falli) debutta con una splendida linea di fondo chiusa dalla schiacciata (20-8), intanto Erkmaa non riesce a limitare al meglio Saccaggi, Galbiati rivoluziona il quintetto con Donzelli, Massone e Pollone, Roderick colpisce ancora, tenendo l’Edilnol a distanza nel primo parziale (25-14).

In campo torna Monaldi per Erkmaa, idem Massone e Pollone che danno fiato a Bortolani e Polite. Apre Donzelli in jumper a centro area, battendo un Iannuzzi un po’ opaco, anche in ricezione sulle tacche. Più brillanti Sandri con un delizioso sottomano e Monaldi che ruba e s’invola in contropiede (29-16). Galbiati in difesa chiede zona e in altre occasioni la press, cambia spesso le carte ma l’unica vincente resta Saccaggi, autentico salvagente per tenersi in linea di galleggiamento, Omogbo mostra finalmente la sua fisicità e fa tremare il PalaBarbuto con i-6 (31-25 a 3’28” dalla pausa lunga). Tremano ancora gli spalti di Fuorigrotta ma per il super-break targato Diego Monaldi, con quattro triple quattro (6/9 al 20′), una ritrovata difesa su Saccaggi che all’ultimo tiro sparacchia. Risultato 45-29 al 20′.

Ripresa con Donzelli per Omogbo e Pollone per Bortolani rispetto allo starting five biellese, Napoli conferma l’assetto iniziale. Saccaggi non demorde, Biella tonica a rimbalzo offensivo, Napoli si sblocca con il dai e vai sull’asse Sherrod-Roderick, poi a 7’21” dall’ultima pausa l’antisportivo di Chessa non sfruttato dall’Edilnol. A 6’44” è il momento di Janelidze, Sherrod concreto dalla lunetta ma la scorribanda di Saccaggi e la transizione di Polite riavvicinano Biella, con l’1/3 di Monaldi Napoli inizia a litigare con il ferro dalla linea della carità (50-36). Al giro di boa si rivede Bortolani che prova a sbloccarsi con la tripla, Polite si conferma uomo volante per il 2+1 del -9, Roderick approfitta del prematuro bonus ospite ma non Iannuzzi, che riscatta lo 0/4 dai liberi con due numeri in fade-away e pick and roll (56-42). A 1’23” Massone per Polite, con lui Bortolani e Saccaggi per un terzetto leggero e molto efficace in chiusura di parziale, grazie anche all’inesauribile verve del 15 rosso-blu: 57-46 Napoli al 30′.

Iannuzzi dalla media inaugura l’ultimo quarto, Donzelli però si dimostra prontissimo sotto ma anche dall’arco, in risposta alla buona mano di Janelidze. Erkmaa per Napoli resta in regia, Biella sotto opta per Barbante, a 7’52” quarto fallo di Saccaggi che riavvicina i suoi a -8 (61-53), ma ecco il 4-0 Napoli con i liberi di Monaldi e Sherrod che batte sul ferro Barbante a 6’12” (65-53), costringendo Galbiati al time-out. Sacripanti rischia con Roderick e Mastellari a portare palla sostituendo Sandri con Monaldi, rientra Polite per l’Edilnol che rischia altrettanto con Saccaggi a quttro falli, ma è regale il back-door di Roderick visto da Janelidze, causa scatenante il secondo time-out di Galbiati nel giro di un minuto (67-53 a 4’59”). Biella sembra all’angolo ma Saccaggi da tre è implacabile, redivivo Bortolani pescato al momento giusto in lato debole: 4’04”, il break ospite si allunga con la mezza transizione di Polite, Bortolani in angolo sbaglia la tripla che potrebbe riaprire la partita, Monaldi non sbaglia quella che la chiude, a 1’45” dalla fine (72-60). Biella sparacchia ancora con Lombardi, il coronometro scorre, Roderick fa un altro viaggio in lunetta nonostante una penetrazione con botta alla schiena, il poker di Napoli è servito sul finale di 74-60, ribaltando anche la differenza canestri.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy