Napoli scopre il gusto della vittoria, rimonta inutile per la Virtus Roma

0

Cuore Napoli Basket – Virtus Roma 83-78 (22-19, 19-10, 20-17, 22-32)

Cuore Napoli Basket: Kerry Carter 23 (3/8, 4/9), Stefan Nikolic 18 (6/10, 0/2), Gennaro Sorrentino 13 (3/3, 1/5), Nikolay Vangelov 11 (3/3, 0/0), Bruno Mascolo 9 (1/4, 1/4), Mattia Mastroianni 5 (1/1, 1/3), Melsahn Basabe 2 (1/11, 0/1), Matteo Fioravanti 2 (1/2, 0/0), Roberto Maggio 0 (0/0, 0/0), Alessio Ronconi 0 (0/0, 0/0), Alessandro Puoti 0 (0/0, 0/0), Antonio Crescenzi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 24 / 33 – Rimbalzi: 35 8 + 27 (Melsahn Basabe 10) – Assist: 14 (Kerry Carter 7)

Virtus Roma: Aaron Thomas 22 (5/13, 1/2), Tommaso Baldasso 12 (2/4, 2/9), Lee Roberts 12 (4/9, 0/3), Giuliano Maresca 10 (3/7, 0/1), Aristide Landi 9 (1/2, 1/4), Gabriele Benetti 8 (3/6, 0/0), Jacopo Vedovato 5 (2/2, 0/0), Nicolò Basile 0 (0/0, 0/2), Edoardo Lucarelli 0 (0/0, 0/1), Alessio Donadoni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 26 / 32 – Rimbalzi: 44 14 + 30 (Lee Roberts 12) – Assist: 9 (Aaron Thomas, Tommaso Baldasso, Giuliano Maresca 2

In campo per Napoli Sorrentino, Carter, Nikolic, Mastroianni e Basabe. Risponde la Virtus con Basile, Baldasso, Thomas, Roberts e Vedovato.

Difesa a uomo tonica di Napoli, che nella prima transizione con Mastroianni va a depositare. . Restano però i problemi nel tagliafuori difensivo, primo ad approfittarne il sempre più affidabile Vedovato. Virtus che comunque paga un reparto piccoli acerbo, specie quando Napoli pressa, mentre in difesa impedisce il pick n’roll sporcando la partita di Basabe. Gara fisica, da ritmi alti, con Roma che inizia a trovare tanti punti dalla lunetta grazie a Roberts, risponde Nikolic chiudendo a riccio seguito da Carter, bravo da 3 a chiudere la splendida circolazione azzurra. Ancora Roberts a ferire col jumper, anche Thomas entra in partita dai liberi, gli americani giallo-rossi giocano di fisico e di velocità guidando l’Acea al +4 (9-13), ma Sorrentino e Mascolo si dimostrano ragionieri di categoria, e con loro c’è un Nikolic presente a rimbalzo. Napoli risale la china, intanto Landi da “sesto di lusso” rileva Thomas a 4’08” ma l’impatto non è mirabolante, sponda Cuore ancora Nikolic in vista, e finalmente Basabe concretizza il pick n’roll del 17-13 a 1’55’. Il lungone poco dopo fa posto a Vangelov che non lo farà rimpiangere, ma Napoli conserva il +4/+5 con la tripla di Mastroianni, Landi intanto sale di condizione, quanto basta per rimpanere a -3 al 10′ (22-19).

Doppia torre per Ponticiello con Basabe e Vangelov, rientra Basile sponda Virtus ma è Maresca a brillare con il suo primo passo da veterano, buono di contrappunto l’impatto di Fioravanti, seguito da Vangelov che si semigancio piazza il +7 (26-19). Carter porta palla ma l’attacco non ne risente valorizzandosi come uomo squadra, Sorrentino al cambio tiene alto il testimone, Roma sbanda con la zona 2-3, il Cuore preferisce sempre il passaggio al palleggio e fa bene. Ronconti entra e segna per il +14 (33-19), l’11-0 viene chiuso dall’ex Agropoli Benetti a cui non manca il coraggio. Ancora zona per Roma, Carter per Mascolo, rientra anche Baldasso, gli ospiti rosicchiano anche con Maresca da 3, in veste di realizzatore. Napoli si rifugia un poì troppo nel tiro da 3, ancora con Benetti Roma risale a -7, ma Nikolicinsegna ai suoi come attaccare la zona, e grazie al passo d’incrocio seguito da jumper regala il nuovo +11 agli azzurri (37-26). Negli ultimi 2′ la brigata di Ponticiello fa iconti con il bonus, Roma con Baldasso e Thomas fa di necessità virtù, ma Vangelov risponde per le rime e Mascolo deposita al vetro su assist di Carter, il quinto del match. 41-29 al 20′, dopo la tripla fuori misura sulla sirena di Mastroianni

Ancora zona 2-3 per Roma, in attacco Baldasso punge da 3 per il -8, rompendo la sequela di sprechi offensivi dei primi 3′ di ripresa. Sorrentino rileva un Carter dal palleggio insistito, e subito battezza la zona di mestiere (44-34), Landi subendo il quarto fallo del match si conferma rifugio di un macchinoso attacco Virtus, a Carter basta il minuto di panchina per rientrare e rompere il ghiaccio dall’arco (47-36). Nikolic bravo in difesa a contenere Thomas, ma nei pressi del ferro Benetti non si smentisce, risponde il serbo per le rime sull’ennesimo movimento straripante ma inefficace di Basabe. 49-38, 4’10”all’ultima pausa, Benetti si erge anche ad assist man vedendo Landi tutto solo e solo rete da 3, Napoli pasticcia ma Carter nel rientro è attento quanto basta per sprintare e depositare il nuovo +10. Il quarto decolla a livello offensivo con Thomas in lay-up, ma soprattutto con Kerry Carter che ormai si iscrive alla fiera con la seconda tripla di fila, che vale il 54-43 con time-out di Corbani. 2’12” sul cronometro, in regia il coach capitolino si fida solo di Baldasso ma il play subisce una contrattura, Napoli invece resta glaciale con Mastroianni che torna a segnare. Ultimi 90” con Vedovato e Maresca in campo, Sorrentino allarga il solco con un’altra tripla, stavolta fortunosa per il +16, Benetti è l’unico a sgomitare a dovere insegnando qualcosa agli stranieri, Maggio rientra con i suoi palleggi prolungati ma Carter estrae il coniglio dal cilindro, rigorosamente dall’arco. +17, 61-44, rosicchia un Roberts redivivo con due personali, la zingarata tutto campo di Carter porta un tiro fuori misura, piccolo neo in una frazione straordinaria.

Roberts fuori per Roma, Vedovato ringrazia catturando l’offensivo e depositando i primi due del parziale, Mastroianni trova il contatto ma c’è solo un libero, Thomas con primi passi e mano più delicato entra in partita, lo segue a ruota Baldasso che smaltisce in fretta l’infortunio e con una tripla assicura il -8 per il timeout di Ponticiello (64-55 a 7’28”). Zona per Napoli ma Thomas si conferma ispiratissimo, la Virtus fa paura e mette Roberts, momento thrilling con il 14-3 subito dal Cuore, ma Sorrentino ispira il rientrante Vangelov: meno spettacolo ma più concretezza per il 67-58. Roma resta a contatto con i rimbalzi offensivi, ma soprattutto un Roberts lesto a rimbalzo e bravo a capitalizzare il pick n’roll con Thomas. Maresca per Baldasso e Carter per Mastroianni in favore di un quintetto azzurro agile, il piccolo vede a rimorchio un supersonico Nikolic ad appggiare in contropiede, in difesa però si pagano i chili di Robertsper il nuovo -5 Virtus a 5’13” (69-64). In attacco Thomas si fa male ma è solo uno spavento, Carter ne approfitta con una penetrazione da 1/2 ai liberi, Vangelov di pura sostanza se ne guadagna un altro per il +7 a 3’25”, Thomas rientra ma Sorrentino punisce la sua distrazione sotto le plance, in attacco lo step-back di Carter dà luogo al percorso netto del +9. La Virtus però non è mai doma, Thomas fa il funambolo e pesca il contatto di Vangelov con “and one”, il 5° di Mascolo in attacco rimette in campo Maggio confermando il quintetto agile a tre piccoli. Altro cambio con Mastroianni per Nikolic, problemi per Basile che si accomoda in panchina, al suo posto Maresca coglie al meglio la gita in lunetta. Ultimi 2’28”, + 5 Napoli, in uscita dal time-out il Cuore strafà con il cronometro, Thomas mette ancora le ali ma la lunetta è benigna a metà, Carter dà finalmente tutto in penetrazione e subisce il contatto che gli vale la lunetta del +5. Contro i fischi del PalaBarbuto Maresca oppone il suo mestiere e fa 2/2, zona 2-3 Roma contro cui Carter pecca sfondando , ancora Maresca di mano, gamba ed esperienza per il -1. Ultimi 43”, Carter fa esplodere il Palas da 3 e alza la mano per il tiro della vittoria, Thomas dal canto suo stecca, segue il rimbalzo di rimbalzo di Sorrentino che propizia l’1/2 ai liberi di Nikolic. Sul +6 è di magra consolazione il 2/2 di un Thomas che si è svegliato troppo tardi, Nikolic non fa altrettanto, Baldasso approfitta del relax con la scorribanda del -3 in coast-to-cast, Sorrentino però ha dalla sua il mestiere del nuovo +5. 83-78, è questo il finale di una Fuorigrotta in delirio, che riscopre il gusto della vittoria. Una vittoria che riapre il campionato di Napoli, a cominciare dallo scontro salvezza di Treviglio; una sberla da cui Roma dovrà riprendersi. A cominciare dal derby con Rieti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here