OF G5- L’Alma Trieste strappa il pass per i quarti di finale

0

34391480095_42985c6859_zIn una partita al cardiopalmo i triestini, guidati da un sontuoso Cavaliero, strappano il pass per i quarti, nonostante una Treviglio davvero pugnace e mai doma. La partita si chiude sul punteggio di 83-72.

Do or die; questa è la sceneggiatura che propone la gara 5 di stasera l’Alma Arena. Le protagoniste della serie ormai si conoscono a memoria sia nei pregi che nei difetti; il passaggio del turno perciò, siamo certi, verrà deciso dai piccoli dettagli come una difesa al limite dei 24”, un pallone sporcato o un rimbalzo recuperato dalla spazzatura.

Primo quarto che comincia con Parks, Da Ros, Pecile, Cavaliero e Green in campo per l’Alma; mentre Rossi, Sollazzo, Sorokas, Marini, Marino è lo starting five deciso da Vertemati. Il capitano della Blu Remer apre le danze della contesa con un semi gancio nel cuore dell’area per il primo vantaggio ospite (2-0). Trieste sembra un po’ contratta in questo avvio, ma con Cavaliero si sblocca da quota 0 prendendo la leadership sul 3-2. Sollazzo e Parks firmano altri due punti per le rispettive squadre mantenendo inalterata la differenza nel punteggio; ci pensa Marini, in penetrazione, a scrivere il nuovo vantaggio ospite (5-6). Partita oggettivamente brutta, con le squadre che, prese dalla paura, sbagliano ripetutamente la gestione dei rispettivi attacchi ed il punteggio ne risente. Sorokas, con un gioco da 3 punti, allunga sull’11-9; ma Parks, dai liberi, impatta il punteggio a 2’30” dal termine. Coronica, con la solita energia in uscita dalla panca, firma 4 punti di fila che mettono per la prima volta due possessi tra le due squadre (15-11). La Remer ha però la caratteristica di non morire mai e, con le triple firmate Genovese-Cesana, ristabilisce la parità a quota 17 sul tabellone; punteggio con cui termina il primo quarto.

Secondo periodo che tarda ad entrare nel vivo, la posta in palio è alta e la tensione la fa da padrone. Ci pensa Cittadini a sbloccare l’incantesimo con due liberi a cui Sollazzo replica prontamente. Prandin, con la tripla, da l’illusione che Trieste possa prendere il comando delle operazioni; Genovese e Marini non sono della stessa opinione e ribaltano l’inerzia del match (22-24). Parks, con 5 punti filati, apre il break di 7-0 che viene rifinito da Cavaliero costringendo Vertemati a spendere un minuto e parlare con i suoi giocatori. Prandin non sfrutta l’antisportivo chiamato a Marino, mentre Rossi dall’altra parte con l’1/2 dalla linea della carità riporta a 4 i punti di gap tra le due contendenti. Il botta e risposta tra Cavaliero e Cesana dai liberi mantiene intatta la differenza tra le due formazioni (31-27). I due piccoli continuano a monopolizzare il tabellino fino a che Sorokas, sempre dalla lunetta, interrompa tale monotonia (34-31). Finalmente la partita entra nel vivo con gli attacchi che riescono ad avere le meglio sulle difese ed i canestri messi a segno dal duo Bossi-Da Ros scrivono il nuovo massimo vantaggio sul 39-34. I centri di Cittadini e Rossi poi aggiornano il punteggio sul 41-38 con cui le squadre tornano negli spogliatoi.

L’inizio di terza frazione rispecchia l’andazzo generale dei primi 20′, col punteggio che viene sbloccato dai canestri di Marini e Parks dopo due minuti di gioco. La difesa triestina non è per nulla impeccabile stasera, il terzetto Marini-Rossi-Sorokas, infatti, ne approfitta ed il contro sorpasso è presto che servito (45-46). Sollazzo porta per la prima volta gli ospiti ad un possesso pieno di vantaggio (45-48), prima dei liberi targati Green (47-48). Sollazzo con una tripla pregevole si iscrive per la quattordicesima volta a referto, ma Green tampona temporaneamente l’emorragia della squadra triestina (49-52). Rossi, con la tripla, spinge addirittura i suoi sul +6 prima che Nwohuocha, coi primi punti della sua gara, scriva il 50-57 a 2 minuti dal termine. Pecile prova ad indicare la via della rimonta ai suoi compagni, accorciando dalla linea dei 6 metri, ma i soli Da Ros e Parks raccolgono l’invito chiudendo la frazione con altri tre punti. Il periodo terminerà sul 55-57 per la Blu Remer.

Quarto ed ultimo quarto che si apre col canestro della parità firmato da Prandin (57-57) a cui Cesana risponde dalla lunetta (57-59). Trieste è sparita, offensivamente, dal match con Marini che ne approfitta per piazzare la bomba del +5 che causa l’immediato time-out di Dalmasson. Minuto che risulta essere un toccasana visto che Da Ros riesce a sbloccare l’Alma dal pantano in cui si era cacciata, ma lo stesso lungo milanese l’azione dopo perde un pallone sanguinoso convertito in contropiede da Sorokas (59-64). I triestini hanno un moto d’orgoglio e guidati dalla premiata ditta Cavaliero-Green scrivono il nuovo -1 che costringe questa volta il coach lombardo a spendere minuto. La Remer sembra esserne uscita meglio grazie ai punti di Sorokas, ma il rinato Green e la bomba del mulon di casa, a.k.a Cavaliero, ribaltano per l’ennesima volta la sfida (68-66). Da Ros trema dalla linea della carità mentre dall’altra parte Sorokas è glaciale e rimette la situazione in parità. Sollazzo in fade-away estrae il coniglio dal cilindro prima che i soliti noti in casa alabardata (Parks e Cavaliero) riconducano la città con in riva all’Adriatico avanti per 73-70. Il play, ex Varese, dimostra di avere il sangue glaciale e con la terza bomba del suo quarto scrive il +6 a pochi secondi dalla fine che decreta, di fatto, la fine del match. L’incontro si concluderà poco dopo sulla tripla di Bossi col punteggio di 83-72.

Arbitri Perciavalle A. (Torino), Boscolo E. (Chioggia-VE), D’Amato A. (Roma)

Spettatori paganti: 5132

MVP Basketinside.com: Daniele Cavaliero. E’ stato comprato per risolvere partite come queste e stasera è stato proprio così. 23 punti con 4/5 dalla lunga conditi da 3 rimbalzi e 3 assist lo score del play giuliano.

TRIESTE 83-72 TREVIGLIO

Alma-Agenzia per il Lavoro: J. Parks 22 (6/12 da 2, 1/2 da 3, 7/10 tl), S. Bossi 6 (0/0 da 2, 2/2 da 3, 0/0 tl), A. Coronica (K) 6 (3/3 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), J. D. Green 8 (3/7 da 2, 0/3 da 3, 0/0 tl), A. Pecile 2 (0/1 da 2, 0/2 da 3, 2/2 tl), L. Baldasso 0 (0/1 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), E. Gobbato n.e., A. Simioni n.e., R. Prandin 5 (1/5 da 2, 1/1 da 3, 0/2 tl), D. Cavaliero 23 (3/5 da 2, 4/5 da 3, 5/5 tl), M. Da Ros 7 (3/6 da 2, 0/3 da 3, 1/4 tl), A. Cittadini 4 (1/4 da 2, 0/1 da 3, 2/2 tl), All. E. Dalmasson

Remer Blu Treviglio: L. Cesana 9 (1/3 da 2, 1/5 da 3, 4/4 tl), A. Pecchia 0 (0/0 da 2, 0/1 da 3, 0/0 tl), N. Dessì n.e., P. Sorokas 13 (4/5 da 2, 0/3 da 3, 5/5 tl), T. Marino 0 (0/0 da 2, 0/5 da 3, 0/0 tl), P. Marini 11 (4/6 da 2, 1/6 da 3, 0/0 tl), S. Genovese 6 (0/0 da 2, 2/2 da 3, 0/0 tl), E. Rossi (K) 10 (3/7 da 2, 1/1 da 3, 1/2 tl), C. Nwohuocha 4 (2/3 da 2, 0/0 da 3, 0/0 tl), A. Sollazzo 19 (4/7 da 2, 2/4 da 3, 5/7 tl), All. A. Vertemati

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here