Piazza “E.T.” manda in estasi Agrigento, quinta vittoria di fila per i siciliani contro Scafati

0

Scalda il cuore e accende il cervello la magia di una vittoria in un derby, crea un rischio che potrebbe tramutarsi nel pensare di essere arrivati all’obiettivo. Oggi Agrigento vuole vincere la quinta partita consecutiva per continuare l’inseguimento e sognare la seconda partecipazione di fila alle final eight di Coppa Italia.

Di fronte una Scafati galvanizzata dalla vittoria quasi liberatoria contro Reggio Calabria che sfida i siciliani per cercare di abbandonare l’ultimo posto. Partita condizionata dagli infortuni di Johnson da una parte, Evangelisti e Chiarastella dall’altra.

Alla fine esce vincitrice la Fortitudo Per 81-70

Quintetti:

Agrigento: Piazza, Bucci, Buford, De Laurentiis, Bell Holter.

Scafati: Naimy, Crow, Santiangeli, Baldassarre, Fantoni.

Primo Quarto:

l’inizio migliore è quello di Agrigento che trova buoni canestri con Bell-Holter e Piazza. Poi comincia improvvisamente la lezione di pick and roll orchestrata dal duo Naimy-Fantoni, soluzione che trova il fondo della retina quasi sempre costringendo Agrigento anche ad uno svantaggio di 7 lunghezze. Ciani non riesce a trovare le contromisure e si affida alla presenza agonistica di Ferraro che entra bene in partita insieme a Zungo, autore dei punti che riportano Agrigento sul -3. Primo quarto concluso sul 18-21.

Secondo Quarto:

Seconda frazione di gioco dominata dal forte agonismo messo in campo dalle due squadre, Scafati insiste con i blocchi di Fantoni e la visione di gioco di Naimy, trovando buone soluzioni provenienti anche dalle mani calde di Santiangeli e Crow. Agrigento risponde con un ispirato Zugno. L’attacco casalingo si inceppa ma Scafati non è lucida ad approfittarne. Il Palamoncada si riaccende nuovamente grazie alla tripla di Bucci e le percussioni di Buford che chiudono il secondo quarto con Agrigento avanti di una sola lunghezza, 38-37.

Terzo Quarto:

Molto bene Agrigento che recupera velocemente lo svantaggio ma non riesce a mettere in partita gli americani che appaiono un po’ distratti. A questo punto Agrigento si affida alle mani veloci del suo play Piazza che lavora alla grande in attacco ed in difesa intercettando ogni tipo di pallone nato dalle mani di Naimy. Infortunio alla caviglia per De Laurentiis che accorcia ulteriormente le rotazioni di Ciani. Scafati non trova più soluzioni offensive che possano perforare la difesa avversaria, chiude il terzo quarto subendo un parziale che li manda sul -6.

Quarto Quarto:

Alza le mura Agrigento che rende difficilissima la vita in attacco per Scafati. Piazza è uno spettacolo cestistico e lancia l’allungo decisivo grazie alle sue prodezze, tra queste un’azione che sicuramente rivedremo nella top ten stagionale. Le triple di Ferraro e Bucci respingono un tentativo di rimonta campano guidato dalle triple di Crow. Agrigento vola sul +12 con la tripla che sancisce la vittoria di Bell-Holter. Nel finale c’è tempo anche per il canestro di Cuffaro, prodotto del settore giovanile di Agrigento che chiude la gara sul 81-70. Quinta di fila per Agrigento