POFF QF G3 – Monumentale Potts: Mantova porta Verona a gara 4

0

Staff Mantova – Tezenis Verona 66-59 (29-14, 16-17, 8-20, 13-8)

Staff Mantova: Antonio Iannuzzi 13 (4/12, 0/0), Giddy Potts 12 (2/7, 2/6), Riccardo Cortese 10 (3/5, 1/4), Marco Lagana 10 (3/6, 0/0), Lorenzo Maspero 7 (0/2, 2/6), Beniamino Basso 5 (1/3, 0/0), Gabriele Spizzichini 4 (2/3, 0/0), Martino Mastellari 3 (0/0, 1/1), Matteo Ferrara 2 (1/3, 0/2), Moustapha Lo 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 29 – Rimbalzi: 41 11 + 30 (Giddy Potts 13) – Assist: 9 (Giddy Potts, Marco Lagana, Lorenzo Maspero 2)
Tezenis Verona: Karvel Anderson 16 (2/2, 3/10), Xavier Johnson 12 (3/5, 2/2), Giovanni Pini 8 (2/5, 1/1), Sasha mattias Grant 6 (2/3, 0/3), Guido Rosselli 5 (2/3, 0/5), Marco Spanghero 5 (1/1, 0/2), Davide Casarin 5 (1/2, 1/2), Francesco Candussi 2 (0/4, 0/1), Lorenzo Caroti 0 (0/3, 0/6), Liam Udom 0 (0/0, 0/3), Nikola Nonkovic 0 (0/0, 0/0), Emmanuel Adobah 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 18 – Rimbalzi: 36 10 + 26 (Francesco Candussi 7) – Assist: 9 (Guido Rosselli 6)

Si va a gara 4. La Tezenis Verona esce sconfitta dalla Grana Padano Arena di Mantova per 66-59 con la serie che ora vede i gialloblù avanti per 2 a 1. Un match che la formazione di casa ha condotto dall’inizio alla fine, segnato dall’espulsione di Johnson in apertura di secondo quarto. Nel terzo la grande reazione della Tezenis che riapre la partita e torna fino a -2, non riuscendo però a concludere la rimonta nell’ultimo quarto. Domenica si tornerà in campo, ancora a Mantova, per la quarta gara della serie.

E’ subito break in apertura per la Staff Mantova che scappa, dopo solo due minuti di gioco sul 7- 2. Johnson, appoggiando al vetro,
prova a ricucire lo strappo ma la Staff prosegue nella propria marcia e sull’11 a 4, coach Ramagli utilizza il suo primo time out della gara.
Rosselli, al rientro, va subito a segno ma la tripla di Cortese conferma il vantaggio dei padroni di casa (14-6). Johnson guida il primo rientro della Tezenis, iniziando con una tripla e proseguendo con una palla rubata concretizzata in contropiede (14-11). La Staff, costruisce un nuovo break, questa volta di 10 a 0 (24-11) ed i primi dieci minuti si chiudono, poco dopo, sul 29-14.

Il secondo quarto si infiamma dopo pochi minuti con l’espulsione di Johnson. Mantova mantiene il vantaggio,
e dopo 4 minuti di gioco (parziale 6-5) i padroni di casa viaggiano sul +16 (35-19). Anderson-Rosselli provano a scuotere la Tezenis mentre Mantova fatica a trovare punti nonostante i 4 liberi consecutivi (36-24). Verona alza l’intensità in difesa, con i liberi di Grant torna sul -10 (38-28) ma nell’ultimo minuto è la squadra di casa a tentare un nuovo allungo. Si chiude sul 45-31.

La Tezenis si scuote nel terzo quarto. Con un parziale di 8 a 20 riapre la gara tornando sul -2 poco prima della chiusura del parziale.
Grant e Pini, in apertura, sono protagonisti e con i tre liberi di Spanghero la Tezenis recupera fino al -8 (52-44). Verona mette pressione in difesa, Anderson trova il canestro del 53-46 con il parziale di Verona che si chiude con i canestri di Casarin che valgono il 53-51 finale.

La Staff prova a reagire ad inizio dell’ultimo quarto. Iannuzzi firma il +4 dopo il rimbalzo in attacco poi Cortese allunga il break con due canestri consecutivi e Mantova si fa forte di una difesa aggressiva a uomo. Verona stenta in attacco, Mantova prova ad allungare.
Gli ultimi 5 minuti iniziano con la tripla di Anderson che è il primo squillo dell’attacco scaligero all’interno del quarto.
La Tezenis continua ad essere imbrigliata nella difesa aggressiva di Mantova. Coach Ramagli chiama i suoi in panchina (63-55)
e al rientro in campo la tripla di Anderson con tiro libero aggiuntivo (63-59) rianima la gara. Pini ruba palla ma viene fischiato un fallo di sfondamento ad Anderson. Mantova, da qui, costruisce un nuovo +7 che la Tezenis nel finale prova a recuperare senza riuscirci. Si chiude sul 66-59.

Uff.Stampa Tezenis Verona

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here