POFF SF G3 – Un finale di gara da favola: Torino chiude la serie contro Verona

0

Tezenis Verona-Reale Mutua Torino 56-61 (12-8; 33-29; 50-43) – Torino vince la serie 3-0

Dura oltre 30 minuti il sogno della Tezenis Verona di allungare la serie. Torino però si rivela troppo forte per gli uomini di Ramagli, chiude gara-3 con un super parziale di 12-1, stritola in difesa i rivali concedendo loro solo 6 punti nel quarto decisivo e vola in finale Playoff. Verona chiude qui la propria stagione con una prova d’orgoglio: non bastano le sei triple di un grande Giovanni Tomassini.

Grande intensità a inizio gara per Verona, che inaugura la contesa con la tripla di Tomassini. Tuttavia le percentuali al tiro non premiano la squadra di Ramagli. Torino parte piano e resiste agli assalti scaligeri ma non incide in attacco. Così sempre Tomassini infila il 6-2 dopo la puntura di Alibegovic. Verona difende alla grande il proprio canestro e la coppia Jones-Rosselli estende il break iniziale a 10-2 dopo 5′ e con Pinkins gravato di due falli. La tripla di Cappelletti dà ossigeno alla Reale Mutua, brava a estendere il pressing a tutto campo e raffreddare l’entusiasmo della Tezenis che prova a mettere in ritmo Greene. Ma l’attacco torinese non funziona e racimola solo 8 punti con appena due canestri dal campo, schiantandosi contro l’organizzazione e l’intensità della squadra di casa: 12-8 alla fine di un primo quarto totalmente a impronta difensiva.

Pini da una parte e Diop dall’altra si scuotono a inizio secondo quarto. Torino riesce a rendere più fluido il suo attacco e sorpassa (15-14) con la tripla di Toscano. Il controsorpasso (17-15) firmato Rosselli è incastonato in un break prezioso di 8-0 in cui partecipano Candussi e l’ispirato Tomassini. Alibegovic e Campani rintuzzano, Pinkins entra in partita, ma è sempre Tomassini a mantenere avanti la Tezenis (29-25). Per Verona, che si aggrappa all’intensità di Jones, permangono tuttavia le difficoltà ad attaccare la difesa fisica e reattiva della squadra di Cavina. Che trova in Bushati un elemento prezioso per tenere a contatto i suoi. Dopo 20′ la Tezenis è sopra di 4 (33-29)

Al rientro dagli spogliatoi Verona rimane intensa e concentrata in difesa e trova il ritmo del solito Tomassini e del redivivo Greene: lo scatto vale il +8 (39-31). Torino prova a sfruttare la fisicità di Pinkins ma i lunghi veronesi rispondono presente anche in attacco e a rimbalzo. Allo spunto isolato di Cappelletti risponde la sesta tripla della gara di Tomassini, cui si aggiungono i fendenti di Greene e Jones per il +11 (48-37) Tezenis. Oltre a un Clark claudicante, Torino registra il problema alla schiena di Cappelletti ma non molla: Penna disegna la parabola del -5 (43-48) chiudendo un break di 6-0. I liberi di Caroti chiudono un periodo intenso e combattuto: 50-43 Tezenis.

All’inizio del quarto decisivo, Torino mette l’intensità giusta in difesa ma Verona risponde presente. Campani ricuce il punteggio, Rosselli ispira Severini dalla rimessa dal fondo. A riavvicinare Torino a -4 (49-53) è ancora l’ottimo Penna che non fa rimpiangere Cappelletti. Greene prova a incidere ma Clark torna al massimo della forma e con Diop azzanna la gara: 55-55 a 3′ dalla fine. Verona patisce la scarica agonistica degli ospiti e non segna più. Torino sorpassa con Clark e allunga con Pinkins, compilando un 12-1 che tramortisce la Tezenis e porta la Reale Mutua in finale.

Tabellini:

Verona: Tomassini 20, Greene 9, Rosselli 5, Jones 9, Candussi 6, Severini 2, Sacchetti 1, Caroti 2, Pini 2. All.: Ramagli.

Torino: Cappelletti 7, Clark 9, Alibegovic 5, Diop 9, Pinkins 6, Penna 8, Pagani, Bushati 3, Toscano 5, Campani 9. All. Cavina.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here