Ravenna corsara, espugnato il campo della Stella Azzurra

0

Stella Azzurra Roma – OraSì Ravenna 61-83 (20-18, 12-17, 11-22, 18-26)

Stella Azzurra Roma: Sandi Marcius 16 (8/10, 0/0), Lazar Nikolic 10 (2/5, 1/2), Matteo Visintin 8 (4/10, 0/1), Tommaso Raspino 7 (1/3, 0/5), Emmanuel Innocenti 6 (3/7, 0/1), Darryl joshua Jackson 6 (1/1, 0/4), Leo Menalo 4 (2/3, 0/1), Kevin Ndzie 2 (1/1, 0/0), Simone Barbante 2 (1/2, 0/0), Fabrizio Pugliatti 0 (0/2, 0/1), Riccardo Salvioni 0 (0/0, 0/0), Kaspar Kuusmaa 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 12 / 21 – Rimbalzi: 32 10 + 22 (Sandi Marcius 7) – Assist: 17 (Tommaso Raspino 4)

OraSì Ravenna: Austin Tilghman 16 (5/6, 0/0), Daniele Cinciarini 15 (4/8, 1/3), Alessandro Simioni 13 (3/5, 2/5), Lewis Sullivan 11 (3/3, 0/0), Giulio Gazzotti 8 (3/3, 0/1), Tommaso Oxilia 7 (1/2, 1/3), Nicola Berdini 7 (1/2, 0/1), Davide Denegri 6 (3/5, 0/3), Giulio Martini 0 (0/0, 0/0), Nicola Giovannelli 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 25 / 35 – Rimbalzi: 28 5 + 23 (Giulio Gazzotti 9) – Assist: 14 (Austin Tilghman 7)

Con una prova caparbia e di squadra l’OraSì Ravenna vince a Frosinone contro la Stella Azzurra 61-83. Una partita equilibrata per i primi due quarti, che ha preso la direzione di Ravenna grazie ad un ottimo terzo quarto difensivo ed un ultimo parziale in controllo. I giallorossi di coach Lotesoriere ottengono così la quinta vittoria consecutiva in campionato. 

La partita
OraSì in campo con Tilghman, Denegri, Cinciarini, Sullivan, Simioni. La Stella Azzurra parte bene (6-2), poi due pregevoli canestri di Cinciarini e la tripla di Simioni per il break giallorosso (6-10). La partita è vibrante, Nikolic risponde a Tilghman poi ancora Simioni dall’arco (14-17). Per l’OraSì dentro Oxilia e Gazzotti per Denegri e Sullivan, Ravenna risponde con l’organizzazione alla fisicità dei padroni di casa. Berdini cambia Tilghman dopo nove minuti e il primo quarto termina 20-18.
Il canestro in sospensione di Berdini per la nuova parità, poi i padroni di casa con Raspino e Marcius tornano avanti (27-23). Difese protagoniste e punteggio cristallizzato per alcuni minuti poi Oxilia, Sullivan e Tilghman propiziano il nuovo vantaggio OraSì (29-30). Ravenna alza l’intensità ma la Stella Azzurra resta lì e si va all’intervallo lungo sul 32-35. 

L’OraSì riparte con lo stesso quintetto iniziale e il primo canestro giallorosso del secondo tempo arriva ancora dal pitturato, con Simioni (34-37). Due volte Sullivan per il +8 Ravenna e sull’azione successiva una bella difesa innesca il contropiede di Tilghman, che serve a Denegri l’assist per il 35-45, timeout coach D’Arcangeli. Sullivan e Simioni penetrano con continuità, Cinciarini scaglia la tripla del 37-52 al 25′. Solo cinque punti concessi in 8 minuti permettono a Ravenna di incrementare fino al 37-56. Nel finale i padroni di casa tornano a segnare e si va all’ultimo intervallo sul 43-57. 
Dopo il canestro di Visintin che riporta la Stella a -12, Oxilia con un 2+1 porta l’OraSì sul 47-63. Ravenna resta in controllo del match e negli ultimi due minuti c’è spazio anche  per i giovanissimi Giovanelli e Martini. Finisce 61-83 per la gioia dei 6, indissolubili, tifosi giallorossi al seguito. 

Il commento dell’assistant coach Mauro Zambelli: ” È stata una partita più difficile di quanto dica il punteggio finale. Decisivo il parziale di inizio terzo quarto, ottenuto grazie ad una difesa arcigna e attenta, in cui abbiamo protetto l’area molto meglio di quanto fatto nella prima parte. Dopo aver chiuso il quarto con soli 11 punti subiti, abbiamo tenuto i nostri avversari a distanza di sicurezza con contributi importanti di tanti giocatori. Era fondamentale interpretare bene la gara in chiave offensiva perché la Stella Azzurra dispone di un atletismo di altissima caratura per questa categoria e noi siamo stati bravi a limitare le palle perse e avere una buona selezione dei tiri”.


Matteo Papi
Ufficio Stampa e Comunicazione OraSì Basket Ravenna