Rieti spegne la luce alla Lighthouse, e spera ancora nei playoff

Tommasini e Gigili guidano gli amarantocelesti ad un pesante successo in chiave post-season con una diretta concorrente. Non bastano a Trapani i 24 di Perry.

di Giammarco Imperatori

STARTING FIVE:

RIETI: Hearst, Olasawere, Gigli, Carenza, Tommasini.  Allenatore: Rossi.
TRAPANI:
Jefferson, Renzi, Perry, Ganeto, Viglianisi.     Allenatore: Ducarello.

PRIMO QUARTO-E’ Rieti a rompere il ghiaccio con la tripla di Hearst a cui risponde prontamente Perry. La NPC è la prima a dare uno strappo alla gara con un 6-0 di parziale(11-5) firmato dalla coppia a stelle e strisce amarantoceleste che costringe Ducarello a spendere il primo timeout della gara dopo 4’.
Trapani esce molto bene dal minuto di sospensione, portando per la prima volta il naso avanti(13-14) a 2’ e 29’’ dalla fine della frazione.
Nell’ultima parte di quarto regna l’equilibrio con i padroni di casa che continuano ad andare a corrente alternata mentre gli ospiti si affidano alla coppia Perry-Ganeto.
La prima frazione termina in perfetta parità a quota 19.
SECONDO QUARTO– Nessuna delle due squadre riesce a trovare lo strappo per portare l’inerzia della gara dalla sua parte.
Simic e Perry chiudono in maniera perfetta l’area costringendo Rieti a tiri forzati, dall’altra parte del campo Trapani riesce a correre ma è molto imprecisa a tiri liberi.
Dopo 5’ di gioco della seconda frazione il punteggio è ancora in perfetta parità, 29-29.
Nella seconda parte di quarto Trapani piazza un break di 4 punti ma Rieti risponde presente. Le due squadre viaggiano affiancate fino a 45’’ dalla fine quando Conti piazza la tripla del +2(38-36) con cui si va all’intervallo lungo.
TERZO QUARTO-Partono meglio i padroni di casa complice anche l’ottima intensità difensiva. Rieti vola sul +7(48-41) a 5’ dalla fine del quarto costringendo Ducarello a richiamare all’ordine i suoi.
Trapani va nel pallone mentre Gigli porta a scuola Renzi dentro al pitturato con ogni tipo di movimento del proprio bagaglio tecnico.
Rieti tocca il +13(56-43) a 2’ e 30’’ dalla fine del quarto.  Jefferson, non pervenuto, prova a mettersi in partita con una tripla da 9 metri.
Rieti però ormai è ‘in the zone’ e non sbaglia praticamente nulla, giocando forse il miglior terzo quarto dell’intera stagione per intensità difensiva e fatturato offensivo.
Trapani riesce però a limitare i danni restando comunque ancora in partita.
Le due squadre vanno all’ultimo riposo sul 61-51.
QUARTO QUARTO– L’ultima frazione inizia con diverse brutte notizie per Rieti: antisportivo fischiato a Carenza, 4° fallo personale per il 17 amarantoceleste, e il 4° fallo di Olasewere.
Mollura non fallisce i due tiri liberi, Jefferson realizza un gran canestro sul possesso successivo e riporta i suoi sul -6(61-55).
Non è un caso che Rieti riprenda il +10 nel momento in cui torna Gigli sul terreno di gioco.
Mollura perde totalmente la testa con un fallo antisportivo che rischia di chiudere la partita perché regala il +13(8-55) alla NPC quando mancano appena 6’ alla fine della partita.
Nel momento in cui Trapani prova a rifarsi sotto c’è però un Tommasini strepitoso che inizia a realizzare in ogni modo possibile.
A 2’ dalla fine Rieti è sopra di 12 lunghezze e non sembra essere impensierita dagli ospiti. In questo momento però in ottica playoff si inizia a pensare alla differenza canestri(14 punti in favore degli ospiti la gara dell’andata).
Trapani si sveglia troppo tardi, ritorna sul -5(78-73) a 31’’ dalla fine, ma ormai Rieti ha superata già la linea del traguardo. Finisce 82-75.

 

PARZIALI:19-19; 38-36;61-51;
TABELLINO:
RIETI:
Tommasini 18, Hearst 18, Savoldelli 5, Casini 12, Olasawere 14, Conti 3, Gigli 12,Carenza ,Marini , Melchiorri ,Berrettoni, Finco.
TRAPANI: Jefferson 8, Bossi 8, Renzi 14, Testa, Fontana 1, Guaiana, Ganeto 8, Mollura 3, Viglianisi 5, Perry 24, Simic 4.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy