Rimini travolge la Luiss Roma

0
Foto: Nicola De Luigi

Rivierabanca Basket Rimini – LUISS Roma 88-64 (32-15, 45-26, 63-47)

RIVIERABANCA: Tassinari 3, Marks 23, Anumba 2, Bonfè, Grande 11, Tomassini 10, Scarponi 5, Mari, J.Johnson 21, Simioni 9, Pellegrino 2, Abba 2. All.: Dell’Agnello.

LUISS: Murri 2, Villa, Fallucca, Pasqualin 4, D’Argenzio 10, Jovovic, Sabin 28, Basso, Cain 5, Cucci 10, Salvioni 5. All.: Paccariè

Il Flaminio torna ad ospitare la Rivierabanca Rimini nel match che vede i romagnoli affrontare la Luiss Roma (in 9° posizione nel girone verde). Lo score finale vede la compagine romagnola battere gli ospiti con il punteggio di 88-64. Vittoria con più di 20 lunghezze di margine derivante dalle ottime percentuali dal campo avute da Rimini (50,8%), date da un 51% da 2 punti ed un 50% da 3 punti complessivo. Top scorer e Mvp di giornata lo statunitense Derrick Marks (23 punti,4 rimbalzi e 3 assist). Solida anche la prestazione di Justin Johnson, autore di un’altra doppia-doppia con 21 punti e 10 rimbalzi. Per la Luiss Roma eccellente il contributo di Tyler Sabin, autore di 28 punti, e del duo italiano D’Argenzio e Cucci, con 10 punti ciascuno. Si ringraziano per l’attiva partecipazione tutti i 3.153 spettatori presenti al Flaminio, che hanno incitato la squadra per tutti i 40’ minuti, celebrando al meglio l’ottenimento della posizione in griglia playoff.

Avvio di partita in quinta per la Rivierabanca: parziale di 11-0 in apertura tutto a tinte stelle e strisce, 7 punti per Marks e 4 per J.Johnson. Time-out immediato per Paccariè che porta dividendi: controparziale della Luiss guidato da Cucci e Sabin che, con cinque punti ciascuno, riporta il risultato in equilibrio (11-10 al 6’). Coach Dell’Agnello pesca dalla panchina Tomassini e Grande e le percentuali dal tiro dal campo ne beneficiano: 5 punti di Tomassini e 5 per Grande, con due tiri da tre punti ciascuno. Al break piazzato dal duo italiano biancorosso si aggiunge Marks (18 punti personali nel 1° quarto) che con altre due triple in fila porta Rimini ad avere un buon margine di vantaggio (27-13 al 9’). Per la Luiss, Cain e Pasqualin segnano 3 punti dalla lunetta prima che Salvioni appoggi il suo lay up. Il quarto si avvia verso la conclusione con un lancio rugbistico di Anumba che imbecca Marks, che poi liberato da Tomassini in angolo mette la tripla del 32-15 al 10’.

Buon inizio per Roma: D’Argenzio apre la seconda frazione in sottomano, Salvioni dopo buona circolazione e libero in angolo scrive il suo quarto punto (32-19 al 12’). Rimini risponde: schiacciata di J.Johnson su imbeccata di Simioni e primi due punti anche per Scarponi, che dopo ottimo taglio appoggia due punti al tabellone ma senza capitalizzare il tiro dalla lunetta, cui invece vede Tomassini con il 100% di realizzazione (39-23 al 18’). Sabin su azione personale torna nuovamente a muovere la retina, ma troppo poco per contrastare la veemenza degli attacchi biancorossi: Tassinari nel ribaltamento di fronte trova la sua prima tripla di serata, che non sazia i romagnoli: Simioni, infatti, sul finire del 1° tempo trova anche lui la sua prima realizzazione da dietro l’arco dei 6,75, che porta le squadre all’intervallo sul 45-26.

J.Johnson apre la ripresa con otto punti personali tutti in pitturato, ribattuti dagli arcigni Cucci, Sabin e Cain, che con undici punti in tre mantengono l’equilibrio in avvio di 3° quarto (53-37 al 26’). Sulla metà di terza frazione la stabilità continua prevalere: Tomassini da tre punti, poi D’Argenzio con un 2/2 dalla lunetta e Marks su buona azione dalla rimessa si fa trovare pronto per il lay up. Ancora D’Argenzio in fade away mette due punti importanti, prima che una buona azione difensiva di Roma lanci Sabin in contropiede per due comodi punti. Sul finire di quarto, Pellegrino e J.Johnson apportano altri due punti sul tabellino locale (63-47 al 30’).

Simioni da dietro i 6,75 per due volte consecutivamente punisce la Luiss, che con Sabin trova l’ultimo baluardo ad arrendersi (69-52 al 33’). L’ultima frazione prosegue con il presagio del risultato già acquisito e le squadre si rispondono colpo su colpo, lasciando il margine di differenza in doppia cifra sostanzialmente stabile. Per la Luiss, da segnalare gli 11 punti personali di Sabin tutti nella 4° frazione (28 complessivi per lui) non sufficienti a tenere la partita in equilibrio (73-56 al 36’). Sul risultato ormai in naftalina, coach Dell’Agnello dedica spazio a Mari e fa uscire dalla panchina Abba e Bonfè: proprio il pivot riminese, dalla lunetta, trova i suoi primi punti stagionali che sanciscono il finale di 88-64.

Ufficio Stampa Rivierabanca Basket Rimini