Scafati ritrova vittoria e bel gioco, Viola non pervenuta

0

GIVOVA SCAFATI – VIOLA REGGIO CALABRIA 99-71

La Givova Scafati ospita la Viola Reggio Calabria nel turno che precede il giorno di Natale. Coach Perdichizzi perde Fischer, ma ritrova Yuval Naimy e affida dunque le chiavi della sua squadra al play israeliano; dall’altro lato coach Paternoster si affida ai soliti Radic e Legion per provare ad espugnare il PalaMangano.

Parte forte Scafati che è obbligata a vincere e lo fa capire subito con le bombe di Santiangeli e Naimy (6-0); Reggio non sblocca il punteggio e Johnson con un lay up su Assist di Naimy firma l’8-0 che costringe Parernoster al time-out. Segna ancora Naimy per il +10 gialloblè, ma gli arancioneri trovano i primi punti del periodo con Fabi e Radic che valgono il -5 (10-5). Scafati allunga con le bombe di Baldassarre e Santiangeli fino a doppiare i viaggianti (18-9). L’USA Legion prova a tenere a galla Reggio, ma Crow ed un ispiratissimo Santiangeli allungano ancora il vantaggio dei padroni di casa che vanno al primo mini intervallo sul +12 (27-15). È un secondo periodo di marca gialloblè, con la faccia di chi è spalle al muro e non può sbagliare. Si inizia con l’intensità sotto le plance di Fantoni e l’estro di un ritrovato Santiangeli; gli ospiti provano a rimanere a galla, ma vanno sotto di 14 (36-22). Crow e Naimy segnano dalla lunga e infiammano il PalaMangano costringendo l’ex coach di Agropoli al secondo Time out della sua partita. Legion segna in arresto e tiro, ma Baldassarre esegue uno spettacolare fallo e canestro che permette ai padroni di casa di allungare ulteriormente. A trenta secondi dalla fine Santiangeli in transizione spara da tre e segna e nell’ultima azione l’ex Jesi cattura il rimbalzo e lancia Ammannato in contropiede per la schiacciata del +24 (55-31) che vale il punteggio parziale della gara.

Nel terzo periodo è brava Scafati a non perdere il controllo della gara e continua a “stracciare” la retina avversaria con le bombe di Crow e Santiangeli. Reggio Calabria è priva di energia e di spunti, escluso il solo Radic, e non riesce a ricucire lo strappo che Scafati ha creato nei primi due periodi. Il recupero di Naimy è linfa vitale per coach Perdichizzi visto che il play israeliano segna a raffica e dirige alla grande il team gialloblè. Il quarto periodo è utile solo per i tabellini e per dare minuti a chi ha avuto meno spazio in questo difficilissimo inizio di stagione. Scafati torna a vincere dunque dopo cinque sconfitte consecutive ed ora punta alla trasferta di Agrigento per poter vincere per la prima volta in questa stagione fuori dalle mura amiche.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here