Scafati si ferma al Ponte Grande, Ferentino ritrova la vittoria

La FMC Ferentino torna alla vittoria in casa e lo fa conquistando due punti fondamentali contro la Givova Scafati.

di Giuseppe Giordano

La FMC Ferentino torna alla vittoria in casa e lo fa conquistando due punti fondamentali contro la Givova Scafati. Partita dalle mille emozioni al Ponte Grande, una vera battaglia nella quale i gigliati sono riusciti a prevalere grazie alla classe di Bernardo Musso (21 punti totali), assoluto protagonista dell’ultimo periodo con le sue triple. I gigliati sono costretti a rincorrere per larghi tratti ma sono bravi a trovare sempre risorse diverse per rimanere in partita e poi conquistare il successo nel finale anche grazie alle prove di Raymond (19), Imbrò (11) e del nuovo acquisto Radic (11).

FMC Ferentino 87 – Givova Scafati 77
Parziali: 24-24, 16-19, 16-16, 31-18
Ferentino: Guarino 5, Radic 11, Capuani n.e., Musso 21, Gigli 9, Datuowei 4, Imbrò 11, Carnovali 5, Bertocchi n.e., Benvenuti 2, Raymond 19. Coach: Paolini
Scafati: Dobbins 15, Crow 8, Izzo n.e., Lupusor, Fantoni 10, Naimy 4, Ammannato 18, Jackson 9, Metreveli 10, Santiangeli 3. Coach: Perdichizzi

Ferentino ospita Scafati per una gara fondamentale per il cammino di entrambe le squadre visto che per i padroni di casa vincere significherebbe mettere una seria ipoteca sulla salvezza distanziando Scafati di sei punti ed andando 2-0 negli scontri diretti. In casa Scafati vincere significherebbe credere nella rimonta e dunque di poter addirittura evitare i playout.

Ferentino inizia con Imbró, Musso, Datuowei, Raymond e Radic; Scafati risponde con Naimy, Jackson, Dobbins, Lupusor e Fantoni. Partono forte i padroni di casa con con un parziale di 14-5 firmato da Radic e Musso, ma Scafati si scuote e reagisce con Dobbins e l’energia di Ammannato dalla panchina. Belle le sfide sotto le plance con Gigili&Radic a battagliare con Fantoni&Metreveli. Le due squadre iniziano a segnare con continuità e la partita diventa sempre più divertente con Fantoni e Ammannato in gran spolvero, ma Raymond e Benvenuti rispondono colpo su colpo. Il primo quarto finisce con le due squadre in perfetta parità a quota 24. Nel secondo periodo Scafati prova ad allungare, ma deve giocare con quintetti adattati visti i 3 falli personali di Fantoni e Metreveli; i padroni di casa non mollano nemmeno quando Scafati tocca il +8 dopo una bomba del redivivo Santiangeli grazie ad un parziale di 6-0 firmato Imbró (33-35). Scafati mantiene il comando della partita e chiude sul +3 (40-43) il secondo periodo.

Nel terzo quarto per i primi due minuti non si segna, poi Ammannato prima schiaccia e poi serve Jackson per la bomba del +7 (42-49) che costringe i padroni di casa al time-out. Partita molto combattuta nel terzo quarto, ma Ferentino è dura a morire e Scafati fatica a trovare soluzioni in attacco, vista la pessima serata di Yuval Naimy. Nel quarto periodo Scafati non segna più, mentre Ferentino è un fiume in piena e tocca il +2 (66-64) a 4 minuti dal termine con conseguente Time-out dello sceriffo. Scafati è priva di Lupusor e Fantoni per 5 falli e Ferentino azzanna la partita con Musso che segna 3 bombe in fila, due delle quali con la mano di Jackson in faccia. Scafati capitola a Ferentino con il punteggio di 87-77, ma può essere fiera della partita disputata visto che i lunghi hanno dato vita a una performance di altissimo livello (Ammannato e Fantoni i migliori) e che Dobbins ha dimostrato di avere una voglia matta di sudare la maglia. Naimy e Jackson in serata no, dunque non si può far altro che lavorare con serenità in vista della sfida interna con Trapani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy