SF G3 – Monaldi esalta Udine, battuta Cantù

0
foto di Stefano Gariboldi

Apu Old Wild West Udine – Acqua S.Bernardo Cantù 76-60 (20-16, 17-14, 22-16, 17-14)

Apu Old Wild West Udine: Diego Monaldi 19 (2/3, 4/8), Mirza Alibegovic 16 (4/6, 2/9), Iris Ikangi 12 (3/3, 2/8), Jalen Cannon 7 (2/5, 0/0), Raphael Gaspardo 6 (3/5, 0/4), Quirino De laurentiis 6 (3/4, 0/0), Gianmarco Arletti 4 (2/3, 0/1), Lorenzo Caroti 3 (0/2, 0/4), Matteo Da ros 3 (0/2, 1/1), Michele Zomero 0 (0/0, 0/0), Benjamin Marchiaro 0 (0/0, 0/0), Marcos Delia 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 45 14 + 31 (Raphael Gaspardo 11) – Assist: 14 (Lorenzo Caroti 6)

Acqua S.Bernardo Cantù: Solomon Young 14 (3/6, 2/7), Anthony Hickey 11 (3/6, 1/6), Filippo Baldi rossi 9 (2/2, 1/2), Stefan Nikolic 7 (2/2, 1/3), Nicola Berdini 6 (1/1, 1/2), Riccardo Moraschini 5 (1/7, 0/4), Christian Burns 4 (1/7, 0/1), Luca Cesana 2 (1/1, 0/1), Lorenzo Bucarelli 2 (1/1, 0/2), Curtis Nwohuocha 0 (0/0, 0/0), Gabriele Tarallo 0 (0/0, 0/0)

Tiri liberi: 12 / 19 – Rimbalzi: 28 9 + 19 (Solomon YoungChristian Burns 7) – Assist: 10 (Riccardo Moraschini 4)

Ricomincia da una fondamentale vittoria il cammino dell’Apu Old Wild West Udine in questi playoff. Al Carnera i bianconeri si impongono in G3 su Cantù con il risultato di 76-60 . Udine ha quindi la possibilità, vincendo anche domenica 26/05 di riaprire definitivamente la serie. Mvp bianconero il Capitano Diego Monaldi, autore di una prestazione da 19 punti (2/3 da due, 4/8 da tre e 3/4 ai liberi) condita da 3 assist e 5 rimbalzi, per una valutazione complessiva di 20. Ancora assente tra le file bianconere Jason Clark. L’Apu si presenta in campo con il quintetto formato da: Caroti, Alibegovic, Gaspardo, Ikangi, Cannon.

Primi punti di questa gara 3 firmati da Iris Ikangi che fa breccia dentro l’area e trova il fondo della retina. Risponde Cesana sempre per la parità (2-2). Cannon subisce fallo e realizza entrambe le conclusioni a gioco fermo (fallo di Young). Udine apre un parziale di 6 lunghezze con i canestri di Gaspardo ed Ikangi (8-2). Risponde Cantù che ricuce il gap grazie ai canestri di Baldi Rossi (8-7). Ancora un botta e risposta fra le due formazioni, vanno a segno Hickey, Arletti, Nikolic ed Alibegovic (12-12). Caroti a gioco fermo fa 1/2 e firma il nuovo sorpasso Bianconero (fallo di Hickey). Prima tripla a segno per Udine, firmata dal Capitano Diego Monaldi, sul fronte opposto Hickey è cinico dalla linea della carità e riaccorcia nuovamente lo svantaggio (2/2, fallo di Monaldi). Nuova parziale aperto per Udine di 4 punti, con i canestri di Arletti e Monaldi (20-14). Bucarelli segna l’ultimo canestro del quarto che si chiude con il punteggio di 20-16. È Cristian Burns ad inaugurare la seconda frazione di gioco, per lui 2 punti a gioco fermo ( fallo di Alibegovic). Gaspardo cattura un rimbalzo in attacco ed appoggia a canestro per il nuovo +4 friulano. Vola a canestro Mirza Alibegovic che schiaccia a due mani ed infiamma il Pala Carnera, nell’azione successiva trova il fondo della retina anche De Laurentiis con coach Cagnardi costretto ad interrompere il gioco sul punteggio di 26-18 per Udine. Colpo di reni Cantù, che in meno di 2′ impatta con Young, a segno da oltre l’arco con due triple consecutive e con il canestro in penetrazione di Berdini. Cantù prova a pareggiare ma i canestri di De Laurentiis e Capitan Monaldi ricostruiscono margine fra le due compagini (35-28). Baldi Rossi interrompe il nuovo parziale bianconero segnando a gioco fermo entrambi i liberi, ma l’ultimo canestro del secondo quarto lo realizza sulla sirena Mirza Alibegovic (37-30).

Un gioco da tre punti di Cannon, in apertura del terzo quarto regala il primo vantaggio a doppia cifra per Udine. Alibegovic ha la mano bollente e regala al pubblico del carnera due triple importantissime che costringono Cantù a ricorre al minuto di sospensione per placare le acque (46-30). La coppia americana canturina interrompe il parziale bianconero ricucendo fino al -11. Cannon ed Ikangi sfruttano due assist di Caroti e realizzano da sotto canestro, Hickey risponde da tre punti, ma sono ancora i numeri 6 e 35 friulani a regalare i canestri che portano Udine sul nuovo +14 (53-39). I friulani nel corso del quarto riescono a reggere agli urti di Cantù mantenendo il vantaggio accumulato. Gli ultimi 10′ inizieranno con il punteggio di 59-46. Iris Ikangi impatta da oltre l’arco, rispondo per Cantù Young e Burns (62-50 dopo 3′). Trovano il fondo della retina dai 6,75m Da Ros e Berdini mentre Nikolic da dentro l’area segna accorciando il distacco sul -10. Scocca il minuto numero 6′ e con i canestri di Nikolic e Moraschini i lombardi si avvicinano pericolosamente a Udine. Capian Monaldi si mette in proprio e rispedisce la formazione ospite sul -14, realizzando 12 punti consecutivi (74-60). A meno di un minuto dalla fine la formazione di casa ha saldamente le mani sul manubrio dell’incontro, gara 3 è dell’ Apu Old Wild West Udine che chiude il match sul punteggio di 76-60.

UFF.STAMPA APU UDINE