Supercoppa A2 – Biella fa suo il derby con la Junior Monferrato

Biella sempre avanti per tutta la partita, Laganà e Kuba Wojciechowski sono già una sicurezza per i lanieri mentre Casale può cullarsi un Thompson mortifero con 31 punti.

di Giuseppe Rasolo

Biella sempre avanti per tutta la partita, Laganà e Kuba Wojciechowski sono già una sicurezza per i lanieri mentre Casale può cullarsi un Thompson mortifero con 31 punti. Squarcina: era poco più di un test ma ci tenevo a vincere per partire bene.

Nell’era post Covid riaprono le porte del Forum di Biella per partite ufficiali e come già nella passata stagione l’overture è dedicata alla Supercoppa e al derby con Casale ormai un classico del basket piemontese. Fa specie l’assenza di pubblico con le tribune vuote e poche decine di spettatori, rigorosamente controllati, insieme ai team e alla pattuglia di giornalisti che segue come di consueto a bordo parquet la partita. La Barlera è addobbata come si conviene ma manca ovviamente il tifo. Squarcina schiera Laganà, Pollone, Wojciechowski, Maschi, Hawkins cui Ferrari risponde con Martinoni, Thompson, Tomasini, Valentini Fabio e Camara.

I primi punti sono di Thompson in sospensione a cui risponde subito Laganà e il primo tempo di fatto ruota sulla sfida tra le due stelle sul campo, più completo il biellese che, oltre ai punti, non disdegna una buona difesa arcigna e si inventa anche uomo assist.  Thompson, invece, è tutta sostanza sotto le plance e anche dall’arco. Biella è più cattiva in questa prima parte, difende meglio e riparte con convinzione e riesce a prendersi anche un buon vantaggio quando una tripla di Kuba porta i lanieri sul 25 a 9. Ferrari non ci sta e chiede ai suoi di aumentare l’intensità, il contro-parziale di 12 a 5 fa chiudere il primo quarto sul 30 a 21.

Ma sono i giovani di Biella a guidare la carica alla ripresa del gioco la tripla di Bertetti e una buona rotazione palla con una difesa super di Pollone indirizzano la partita. Laganà, al terzo fallo, è tenuto prudenzialmente da Squarcina in panca. All’intervallo lungo il tabellone dice che Biella ha ben 22 punti di vantaggio sul Monferrato.

Non cambia il copione nel terzo con Thompson che cerca di dare animo ai suoi, ma ci pensa sempre Laganà a innescare compagni e anche sé stesso per il 65 a 38 che segna il massimo vantaggio per i padroni di casa al 25’. Di fatto non c’è più partita e il resto del match serve agli allenatori per provare schemi, giocatori e tiri, solo Thompson con l’aiuto di Luca Valentini per Monferrato non alza bandiera bianca e lima il distacco.

Alla sirena conclusiva il 97 a 80 segna la prima sfida di questa stagione. “E’ poco più di un amichevole” ammicca Squarcina in sala stampa ma si vede nel suo sguardo che è soddisfatto della risposta dei suoi a cui non ha lesinato, durante la partita, consigli e incitamenti.

Tabellino

Bottega Verde Biella vs Novipiù JB Monferrato 97- 80 (30-21; 55-33; 74 -52)

Bottega Verde Biella : Loro 0, Bertetti 4, Moretti n.e., Laganà 21, Barbante 10, Maschi 11, Lugic 2, Wojciechoski 20, Pollone 10, Vincini 2, Berdini 4, Hawkins 13. All. Squarcina

Novipiù Jb Monferrato: Thompson 31, Valentini F. 9, Valentini L. 7, Tomasini 12, Martinoni 13, Donzelli n.e., Lomele 2, Msljenovic 2, Galluzzi 0, Camarà 4, Redivo n.e. All. Ferrari

Tiri Liberi Biella 19/30 Monferrato 23/34  Rimbalzi Biella 43 Monferrato 31 Assist Biella 11 Monferrato 17

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy