Supercoppa A2 – San Severo onora il fattore campo. Latina sconfitta

Buona la prima casalinga per l’Allianz San Severo che esce vincitrice dallo scontro con Latina per 84-75 siglando anche il primo successo in questa supercoppa.

di Antonio Giuliani

Nella prima partita della stagione 2020/21 al palasport Falcone e Borsellino di San Severo si affrontano i padroni di casa dell’Allianz Pazienza e la Benacquista Assicurazioni Latina. I pugliesi sono reduci da una serie di sfortunati eventi legati al Covid-19 che hanno costretto alla rimodulazione del calendario e alla disputa dell’incontro a Scafati in condizioni di estrema emergenza. Latina ha perso la prima uscita contro Scafati all’overtime per voi vedersi rinviare il secondo match contro Napoli.

Gli ospiti partono molto aggressivi a rimbalzo offensivo con Gilbeck approfittando di un paio di ingenuità di Pavicevic, che esordisce in quintetto al posto di Di Donato, assente per problemi fisici. San Severo affida le chiavi dell’attacco a Jones, a cui si aggiungono due belle triple di Ikangi. A metà prima frazione siamo 14-13. Gilbeck continua ad essere una spina nel fianco della difesa casalinga, ma anche Jones si trova già in doppia cifra dopo pochi minuti. Spazio anche per Fabrizio Piccone, ex proprio della Cestistica San Severo in serie B. 21-16 con due minuti da giocare on Hajrovic che sbaglia entrambi i liberi a sua disposizione. 23-20 il risultato a termine della prima frazione.

Secondo quarto che si apre con i padroni di casa che provano la fuga sul 28-20 grazie a Contento e Ikangi. Raucci non ci sta e tenta di spronare i suoi, aiutato da Piccone. San Severo si mostra più solida in difesa e anche in attacco con un bel 50% dall’arco: il risultato è un nuovo allungo a 3 minuti dal riposo lungo fino al 43-30 con Latina costretta a chiamare timeout per spezzare il ritmo. 49-37 il finale del secondo quarto con una tripla di Antelli sulla sirena.

Terzo periodo che continua sulla falsa riga del precedente. I padroni di casa gestiscono i ritmi e Latina non riesce realmente a svegliarsi. Il vantaggio si mantiene sempre intorno ai 10 punti (53-43 a metà quarto). Generalmente è una frazione di gara abbastanza confusionaria che non brilla per spettacolarità del gioco espresso e che si chiude sul 63-48 per San Severo.

Nel quarto finale una Latina in affanno cerca di cavalcare il solido Gilbeck ma San Severo in attacco mantiene ottime medie al tiro. 71-56 a metà frazione che diventa immediatamente 71-61 dopo un attimo, complici due leggerezze offensive, tramutate in contropiedi, che costringono coach Lardo a bloccare il gioco chiamando timeout. Flash di Lewis che suona la carica per Latina ma ci pensa Ogide con due liberi a mantenere la doppia cifra di vantaggio sul 75-65 con 2.30 ancora da giocare. Piccone accorcia a meno 8 sul 75-67 con un minuto da giocare, ma Jones con un libero e un canestro da giocoliere in area riporta a più 11 i padroni di casa. Gramenzi chiama timeout con 30 secondi ancora da disputare per disegnare uno schema veloce che porta solo ad una sanguinosa palla persa di Mouaha.

Termina 84-75 per l’Allianz Pazienza San Severo che risponde con solidità alla brutta sconfitta contro Scafati. Passo indietro invece per la Benacquista Latina che non convince offensivamente e cede senza troppe resistenze il passo ai pugliesi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy