Tortona batte Scafati e conferma le ambizioni di play off

Con Cosey mattatore (22pt.) la Orsi Tortona conquista la prima vittoria al Pala Pltrepò di Voghera, battendo la Givova Scafati 82 a 75, e si conferma seconda forza del campionato.

di Matteo Armana

Finalmente a casa! La Orsi Tortona dopo un lungo esilio a Casale Monferrato, torna a giocare al Pala Oltrepò di Voghera, vera casa dei bianconeri. Ospiti di questa premiere, davanti ad palazzetto gremito in ogni ordine di posto, la Givova Scafati dell’ex Ammannato. Il colpo d’occhio del palazzetto è di quelli che tutto l’ambiente tortonese auspicava a testimoniare che la voglia di grande basket del pubblico tortonese è semprevive e, ora più che mai, forte. La Orsi chiama, Tortona risponde all’urlo “leoni leoni”.

Inizia la gara, coach Cavina schiera il suo oramai rodato, quiintetto tipo, con Greene, Cosey, Garri, Ricci e Sanna, mentre per coach Perdichizzi partono Fantoni, Jackson, Naimy, Dobbins e Lupusor, primo possesso per i padroni di casa che subito aprono le danze con una penetrazione a segno di Greene. La Givova pasticcia più volte in attacco e Tortona è spietata e prima con Garri e poi con Cosey vola sul 6 a 0 dopo due minuti e mezzo di gioco. E’ Lupusor che tenta di ricucire lo strappo con una bomba dall’angolo, e dopo tre minuti, il punteggio è sul 6 a 3 per i padroni di casa. La guerra sotto le plance tra Fantoni e Garri impazza ma è Greene che mette la marcia veloce e con una tripla porta il punteggio sul 13 a 8 con 5 minuti al termine del periodo. Entra Mascherpa a fare da guardiano su Naimy al posto di Sanna, ma i bianconeri si perdono nella rotazione Jackson che da tre non sbaglia, 15 a 12 per il Derthona. Coach Perdichizzi mette in campo Ammannato, accolto tra i fischi della curva bianconera, al posto di Fantoni, mentre Cavina avvicenda Cucci a Garri. Ed è proprio l’ex bianconero che da sotto canestro sigla il meno uno per la Givova 15 a 14 con 1.30 sul cronometro. Entra Alviti per Ricci, mentre in attacco Greene sembra indemoniato e segna ancora in traffico, 19 a 15 con 43 seondi ancora di gioco. Ma Cucci commette una ingenuità e fa fallo su Crow in sospensione da tre punti,  regalando alla guardia campana tre liberi che portano gli ospiti a meno 1. Il primo quarto si chiude con i bianconeri in vantaggio 19 a 18, con Greene a quota 7 punti e Cosey a 6.

Il secondo quarto si apre con una bomba di Crow che sigla il sorpasso della Givova 19 a 21, ma Tortona non si spaventa e Cosey inventa un tiro da tre che riporta avanti i bianconeri. Dopo due minuti e mezzo di gioco i padroni di casa conducono 22a 21. La match prosegue in un continuo equilibrio tra le due compagini e con 6.09 sul cronometro il punteggio è fermo sul 25 pari. E’ di nuovo Crow, implacabile dall’arco, che da la spinta a Scafati coadiuvato da Ammannato che segna da tre punti e portano gli ospiti avanti di sei lunghezze, 25 a 31, con 5.23 da giocare. Tortona fatica a trovare la via del canestro, è macchinosa in attacco quindi Coach Cavina gioca la carta della difesa a tutto campo, ma Scafati ben risponde e con Dobbins allunga a più dieci lunghezze. Con 3.50 sul cronometro, la Givova Scafati conduce 35 a 25 al Pala Oltrepò di Voghera. Ma i bianconeri non ci stanno e Mascherpa, di mestiere, si guadagna due liberi che permettono alal Orsi di ridurre la distanza. Ammannato regala due liberi da bonus a Cucci ed il Derthona ritorna a meno sei punti. Tortona alza la pressione difensiva ma concede qualche fallo di troppo e Scafati non approfitta dalla lunetta e con 60 secondi alla sosta lunga il punteggio è sul 37 a 31 per gli ospiti. Ma Sanna rompe gli indigi con la partita e con una penetrazione di potenza porta a casa un canestro più fallo che riporta la Orsi a meno tre lunghezze. Cucci, forte come un toro, contienen magistralmente il post basso di Fantoni , il pubblico si risveglia ed accompagna i bianconeri in attacco all’urlo “Leoni Leoni”. Due liberi di Cicci e un contropiede di Conti chiudono il secondo periodo con i bianconeri che sorpassano la Givova e vanno al riposo in vantaggio 38 a 37, ricucendo il breack che Scafati aveva impartito all’inizio delsecondo quarto.

Il terzo quarto si apre con Tortona che pasticcia in attacco ma Scafati non approfitta ed allora è Sanna, che in incursione, porta il punteggio sul 40 a 37. Jakson ne fa cinque in fila, ma è sempre Sanna, ispirato, che riporta il punteggio sul 42 pari dopo tre minuti di gioco. In campo c’è tensione e Jackson e Greene si punzecchiano in un trashtalking tutto USA, mentre è un jumper di Naimy che riporta gli ospiti sul più due. Ma subito la risposta di Tortona è affidata a Cosey, 44 pari. Tra i fischi del pubblico, torna in campo Ammannato al posto di Fantoni. L’ex Tortonese si perde Garri e Tortona vola sul 48 a 44 a cinque minuti dalla fine della terza frazione. Scafati forza in attacco ed il duo Sanna – Cosey mettono la marcia, quattro punti in fila, portando i padroni di casa sul 52 a 45, con 4.06 sul cronometro. Time Out per coach Perdichizzi. Al rientro in campo è Crow, che sempre da tre punti, riaccorcia la distanza per Scafati. Ma Cosey ha acceso il cartello “non parlate al conducente” e va a segno. Con 2.03 sul cronometro i bianconeri conducono 54 a 50. Ma Cosey (17 pt.) si mette in prorpio ed allunga ancora, 56 a 50. ed offre ad Alviti un cioccolatino sotto canestro che costringe Scafati a mandare in lunetta l’ala tortonese. Un Cosey in formato NBA porta il Derthona a più nove (59 a 50) alla fine del terzo tempo.

Ultimi dieci minuti di gioco, Scafati inizia in attacco ma subito Fantoni commette fallo prendendo posizione  e i bianconeri hanno la palla per l’allungo firmato Giulio Mascherpa. Ma Dobbins prova a tenere vive le speranze dei campani con una bomba dall’angolo, 61 a 53 per i bianconeri. Rientra in campo Greene che subito “torna in ufficio” con un missile terra aria dai 6.75 che fa esplodere il pubblico tortonese. Con 5.38 da giocare la Orsi conduce 68 a 60 su Scafati.Botta e risposta, Mascherpa – Jackson, mentre sotto le plance Garri e Fantoni lottano senza esclusione di colpi. A 3.14 dal termine i bianconeri conducono 70 a 65.  E’ Jackson che riporta, con una bomba i suoi a meno due lunghezze, ma come spesso succede, “ci pensa Cosey” e canestro buono più fallo che riporta i ragazzi di Cavina a cinque punti di vantaggio. Ma la zampata finale la mette il Capitano, luca Garri, che a 58 secondi sul crnometro mette la bomba del 78 a 70, il Pala Oltrepò esplode e l’urlo Leoni Leoni invade il campo.

Tortona, in un Pala Oltrepò gremito, batte scafati 82 a 75 ed il sogno play off continua.

Il nostro MVP: Glen Cosey, vero mattatore della gara, 22 punti e tutti quando Tortona era in difficoltà, anche con tiri inventati dal nulla. Cinico, spietato, un vero leone.

Orsi Tortona: Cosey 22 , Greene 12, Cucci 8 , Ricci 4, Garri , Sanna 10 , Mascherpa 6, Alviti 2, Conti 2. All. Cavina

Givova Scafati: Ammannato 5, Dobbins 18, Crow 12, Lupusor 8, Fantoni 4, Naimy9 , Jackson17 , Santiangeli. All. Perdichizzi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy