Tortu’-Sabin show: San Severo dominante a Verona

0

Tezenis Verona-Allianz San Severo 63-96 (12-34; 33-50; 49-70)

57 punti della coppia Sabin-Tortu’ e una superiorità imbarazzante in ogni parte del campo: così San Severo domina sul campo di una Verona irriconoscibile e triturata dalla maggiore energia ospite.

Ritmo, intensità difensiva e show di Tortu‘ con 9 punti nei primi 3’: San Severo detta subito legge a Verona e sale presto sull’11-2. La Tezenis prova a scuotersi dallo shock iniziale col timeout di Ramagli. Peraltro l’emorragia veronese non si ferma: Sabin partecipa alla festa per il 21-6 nonostante la buona attività fisica di Johnson per i gialloblu. La squadra di Bechi però ormai ha acquisito fiducia e non sbaglia mai salendo a +20 (26-6) con la puntura di Berra. E quando Tortu torna a segnare e Berra insiste, Verona non ha antidoti, se non la tripla allo scadere di Grant che riduce il gap: 34-12 a favore di San Severo dopo 10′ dominati in lungo e in largo.

La Tezenis è ferita e tenta di reagire a inizio secondo periodo andando con aggressività a rimbalzo e mettendo maggiore intensità. Grant, Udom e Johnson danno la scossa ma San Severo è centrata e sempre concentrata e colpisce con Sabin per il nuovo +21 (40-19) ospite. Verona spinge con Grant e Candussi ma basta un’accelerazione ben assestata della solita coppia Sabin-Tortu a regalare a San Severo addirittura il +26 (47-21). I primi segni – tardivi – di impatto di Anderson e la regia di Rosselli permettono a Verona di assestare un break di 8-0 per il -18 (29-47), peraltro subito silenziato da un super Sabin. Il parziale però si estende a 14-3 grazie a Candussi e la Tezenis mantiene speranza per il secondo tempo: 50-33 per San Severo dopo 20′. 

Lo scatenato Sabin troneggia a inizio terzo quarto e riporta la gara sui tranquilli binari di San Severo. Tortu pianta il +23 (60-37) e Verona è tramortita. La squadra di casa impila palle perse e l’Allianz ha vita semplice. Moretti è solido sotto canestro e Tortu continua con la sua serata magica fissando il nuovo +25 (67-42), nonostante la vitalità fin troppo isolata dall’altra parte di Johnson. Il finale di quarto orgoglioso di Verona produce un piccolo rientro con un paio di canestri di Anderson, ma San Severo è salda in testa: 70-49 dopo 30′.  

La tripla di Johnson è un piccolo sussulto, ma Verona torna al peccato orginale: troppe palle perse. L’attacco non assiste la squadra di casa nonostante gli avversari vivano un periodo di magra restando 2 minuti e mezzo senza segnare. Nel frattempo per gli ospiti si riassesta Sabatino che infila un paio di triple e Piccoli morde in difesa e vola in contropiede: San Severo torna a dominare sul +24 (82-58) a 5′ dalla fine. E’ in pratica il segnale della resa per i padroni di casa. Nel finale l’Allianz corre sul velluto raggiungendo anche il +34 (92-58) con Sabin e Tortu insaziabili. A Verona è notte fonda.

Tabellini:

Verona: Udom 5, Anderson 7, Rosselli 2, Johnson 18, Pini 1, Tommasini, Grant 13, Candussi 16, Beghini 1, Adobah. All.: Ramagli.

San Severo: Sabatino 14, Piccoli 4, Tortu’ 28, Sabin 29, Moretti 6, Serpilli 4, Berra 9, Bertini, Petrushevski, Chiapparini, De Gregori 2. All. Bechi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here