Trapani alza la voce e abbatte la capolista Casale

Con una prova maiuscola la Pallacanestro Trapani stende Casale 88-74 e torna a vincere nell’anticipo del campionato di A2. Renzi e compagni dominano sin dall’inizio, approfittando di una capolista impacciata e imprecisa.

di Michele Maltese

Pallacanestro Trapani – Novapiu Casale Monferrato 88-74 (28-18, 40-34,70-62)

Pallacanestro Trapani: Jefferson 6, Bossi 8, Renzo 22, Ganeto 6, Mollura 15, Viglianisi 13, Perry 16, Simic 2

Novapiù Casale Monferrato: Denegri 3, Tommasini 17, Valentini 5, Blizzard 11, Martinoni 5, Saverini 13, Saunders 13, Marcius 7

La tripla di Viglianisi e i quattro punti in serie di Renzi  accendono le polveri di Trapani, che inizia di prepotenza e nel modo migliore possibile. Casale resta al palo mentre Ganeto e la bomba di Jefferson confezionano il party granata per il 12-0 in meno di 4 minuti. Il timeout ospite è indispensabile, garantendo a Matrimoni e compagni di rompere il ghiaccio per il 14-4 al 5′. La zona granata funziona bene, Perry è attento a rimbalzo e Renzi  resta una sentenza sotto canestro, dominando in lungo e in largo con ben 14 punti nella prima frazione. Severino e Cattapan provano a tenere in scia Casale, che paga il pessimo inizio registrando il 28-18 di fine primo quarto.

Il ritmo intenso di Trapani resta tale anche in avvio del secondo periodo, soffocando le percentuali al tiro dei piemontesi che restano di poco superiori al 40% e fermi al palo a quota 18 dopo altri 4 minuti, mentre i locali affondano con i giovani Mollura e Bossi per ritrovarsi tutti al minuto 15′ sul 36-20.  Casale, oltre a non vedere il canestro nemmeno con il binocolo resta impacciata e poco lucida, dando credito alla perfetta spinta dei granata che restano sul +15 al 18′ sul 37-22. Nel finale Casale aggiusta il tiro e le fiammate dalla distanza di Blizzard  e un gioco da tre punti di Martinoni spezzano le certezze di Trapani, che si lascia rimontare fino al 40-34 che chiude il secondo periodo.

Al dietro in campo Casale è decisamente più dinamica e precisa, accorciando a -3 dopo i primi 2 minuti. La tripla di uno spento Jefferson non basta a fermare il cambio di passo della capolista,  che con Sanders e Matrimoni trovano il primo vantaggio ospite sul 49-50 al 24′. Pugno allo stomaco che però scuote i granata e riporta il copione del match ai minuti iniziali. Le mani calde di Viglianisi e Perry stampano tre triple in serie che spingono immediatamente Trapani nuovamente avanti. Casale non sa cogliere l’attimo, torna ad oscurarsi al tiro e concede ai granata di staccarsi ancora sul 66-57 al 28′. Nel finale qualche fallo di troppo induce Ducarello ad un massiccio turnover, ma i giovani granata non demeritano tenendo botta fino 70-62 della terza sirena.

Inizio proponente di ultimo quarto per Trapani, che stampa un pesantissimo 13-0 in due minuti esatti, figlio di due triple di Mollura e due antisportivi che mandano in confusione la capolista. I granata scappano sul massimo vantaggio 83-62 freddando lo sterile e impacciato attacco piemontese. I timeout di coach Remondino tentano di rianimare Casale, che resta nell’ombra e sul -16 al 35′(86-70), provando a sgomitare di più magari con qualche fallo e a fermare il cronometro, ma con scarsi risultati. L’intolleranza al canestro annienta sul nascere ogni tentativo di rimonta degli ospiti, che finiscono con un pessimo 44% al tiro. I minuti scorrono cosi via veloci e a Trapani basta amministrare senza affanni portando a casa un meritatissimo successo per 88-74.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy