Trapani illude poi Bergamo la punisce e firma l’impresa

Pesante tonfo casalingo della Pallacanestro Trapani, che ferma la sua striscia di vittorie e cade in casa con il fanalino di coda Bergamo, dilapidando anche un + 16 e e dissolvendosi alla distanza.

di Michele Maltese

Pallacanestro Trapani- BB14 Bergamo (34-18,43-39,62-63)

Pallacanestro Trapani: Goins 9, Renzi 23, Spizzichini 9, Mollura 2, Corbett 2, Bonacini 3

BB14 Bergamo: Dieng 5, Carroll 26, Parravicini 3, Costi 5, Bozzetto 10, Allodi 6, Jackson 9, Zugno 14

Pronti via 5-0 granata firmato Corbett e Renzi, quasi a rimarcare la voglia e la supremazia dei granata imposta anche da una classifica che parla chiaro. I lombardi dell’ ex Calvani arrivano a Trapani da fanalino di coda del torneo, al cospetto dei locali a caccia della quinta vittoria di fila. Renzi e Corbett sono indemoniati, con il capitano capace di piazzarne gia 12 nel primo periodo e scappare dopo i primi 5 minuti sul punteggio di 16-11. Carroll e Allodi provano invano a frenare la forza d’urto iniziale dei granata, che attuano subito ampie rotazioni e mandano a segno un po tutti, scavando un solco pesante gia a fine primo quarto sul 34-18

Bergamo parte meglio nel secondo periodo, Zugno e Carrol approfittano di una leggera flessione dei locali dopo l’avvio veemente, per tornare a -8 sul 36-28 al 14′.Parente ricaccia dentro il quintetto iniziale alla ricerca di nuova linfa per tenere a bada il buon ritorno dei bergamaschi, riuscendoci in parte. Bergamo con Allodi e Jackson sa tenersi in scia e nel finale affonda i colpi ad una Trapani distratta e assente che va in crisi, dilapidando tutto e andando al riposo appena sul +4 (43-39).

Trapani torna in campo solo fisicamente, lasciando pero la testa altrove. La tripla di Zugno e la schiacciata di Carroll firmano l’incredibile sorpasso ospite per la prima volta nella gara sul 43-44, costringendo Parente all’immediato timeout. Trapani capisce che non é serata da passeggiate domenicali calandosi nella lotta e cercando nuove vie per riemergere. Spizzichini la pareggia dalla lunetta a quota 50 al 25′ mentre Palermo va in panca con 4 falli. Bergamo é piu dinamica, incassa buone soluzioni e con i tre liberi di Carroll trova il massimi vantaggi in serie fino al +11 al 28′(52-63).Trapani perde il controllo di se stessa, si carica di falli e Bergamo non perdona dalla lunetta per allungare ancora anche sul +11. Un gioco da tre punti di Corbett riaccende l’orgoglio di Trapani e di tutto il Palaconad, che insieme a Renzi firma gli ultimi 120 secondi da incubo per Bergamo, che collassa su se stessa incassando un 10-0 che riporta i locali a -1 alla terza sirena sul 62-63

Bergamo ritrova spinta in avvio di ultimo periodo con un 8-0 firmato Carroll e Zugno che rida linfa agli ospiti, mentre Trapani ricade nei suoi alti e bassi. A dare una mano ai granata ci prova Zugno, che si fa cacciare dal campo per somma di tecnico e antisportivo al 34′ sul 64-71. Trapani cerca di radunare tutte le sue energie per l’assalto finale restando a – 6 a 3 minuti dal termine sul 68-74. Trapani si avvicina ma non troppo, Palermo e Corbett mandano sul ferro due triple in serie per ricucire il gap ma Bergano non allunga. Con una serie di buone difese e tiri forzati si arriva ai liberi di Corbett a 40 secondi dal termine per il 72-74 e palla in mano Bergamo. Trapani se la gioca dalla lunetta e manda a tirare Bergamo con i falli n.5 di Palermo e Spizzichini che si accomodano in panca. Jackoson fa 2/2 a 14 secondi dalla fine, Corbett stecca l’ennesima tripla di serata e Bozzetto sempre dalla lunetta mette il timbro alla vittoria ospite per 72-78.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy