Treviglio batte una stanca Biella e aggancia i play off

0

Biella un po’ sgonfia contro Treviglio non trova la vittoria, mentre i lombardi con questo successo agganciano il treno dei play off per la gioia di un nutrito gruppo di supporter che li hanno seguiti in questa trasferta biellese. Biella non è stata in grado per tutta la partita di contrastare il trio di piccoletti come Frazier, Voskuil e Marino che hanno maramaldeggiato nella difesa biellese. Biella ha avuto il demerito di non riuscire a rientrare mai in partita rimanendo sempre una decina di punti distante da Marino e compagni e alla lunga questo ha pesato.
Giornata molto calda, il Palazzetto non è pieno come di consueto, dopo la fatica supplementare di mercoledì sera Carrea inizia con Uglietti, Boers, Chiarastella, Tessitori e Ferguson. Treviglio risponde con Voskuil, Pecchia, Borra, Mezzanotte e Frazier. L’inizio è di quelli confortanti per Biella con un’entrata di Chaiastella e un triplone di Tessitori a cui segue ancora Uglietti in entrata. Il messaggio è di quelli pesanti ma Vertemati non si scompone e impone ai suoi il giusto ritmo. Marino, il migliore è in panchina è così Pecchia canestro dopo canestro recupera, mentre i piccoli Frazier e Voskuil infastidiscono le trame offensive biellesi. Quando il piccolo di Treviglio ruba palla a Ferguson in palleggio e va a depositare in solitaria è il sorpasso dei lombardi. Biella ci capisce poco Frazier prima, e Mezzonotte poi, mettono triple che mettono apprensione. La giocata più bella è però di Biella un alley up con il rallentatore per Wheatle che schiaccia. Ma il punto esclamativo di questo quarto è la tripla a fil di sirena di Marino, 25 a 18 per i lombardi
Biella tema la difesa di Vertemati e i piccoli fanno disperare i lunghi di Biella, Carrea cerca di cambiare in continuazione le marcature e ogni canestro diventa veramente difficile per Biella. la regia di Marino è ottima e Ferguson non ci capisce più nulla. A metà quarto il divario è di dodici punti e non accenna a diminuire. Ci pensa ancora una volta Sgobba a limare con canestri importanti, ma ogni volta che Biella si avvicina ci pensa Frazier ad allontanarla, il piccolo è immarcabile per la difesa di Biella. Alla sirena lunga il divario è ancora di sette punti dopo un’entrata di Ferguson.
La musica non cambia nella ripresa, Carrea cerca di incentivare la difesa pressante, ma non riesce a tramutare in canestri i palloni recuperati, Biella con Chiarastella trova alcuni possessi invitanti che si traducono in canestri eccellenti e con Biella che arriva a un canestro di distanza. Vertemati chiama time out e subito dopo allunga con un otto a zero che di fatto chiude la contesa anche se siamo solo alla fine del terzo quarto. Biella anche negli ultimi dieci minuti non da mai la sensazione di riuscire a limare lo svantaggio. Frazier è indemoniato e si macchia anche di un gesto antisportivo che infiamma il Forum (linguaccia a Carrea dopo un canestro). Finisce 91 a 96 con i biellesi visibilmente delusi e i lombardi che festeggiano sotto la loro curva per il traguardo raggiunto. Per Biella ci sarà Montegranaro, ma occorre per Carrea recuperare le energie nervose disperse in questi ultimi giorni.
Biella vs Treviglio 91 – 96 (18 – 25; 44 – 52; 69 – 76)
Eurotrend Biella: Ferguson 12 , Chiarastella 13, Bowers 15, Uglietti 12 , Pollone L. 0, Pollone M n.e., Wheatle 9, Rattalino n.e., Tessitori 13, Sgobba 17. All. Carrea
Blu Basket Treviglio: Pecchia13, Dincic 7, Marino 3, Mezzanotte 3, Rossi 20, Voskuil 20, Planezio 2, Frazier 24, Borra 4. All. Vertemati
Tiri liberi Biella 10/13 Treviglio 15/17 . Rimbalzi Biella 43 Treviglio 30 Assist Biella 19 Treviglio 18
Fotogallery a cura di: Matteo Cerreia Vioglio
Frazier

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here