Treviglio non muore mai: sconfitta Rieti e terzo posto conquistato

Vittoria al cardiopalma per la Remer Treviglio che conquista lo scontro diretto contro Rieti per 73-70.

di Adriano Zucchetti

Vittoria al cardiopalma per la Remer Treviglio che conquista lo scontro diretto contro Rieti per 73-70. Una partita iniziata malissimo per i bianco-blu che subiscono subito uno 0-9 in avvio di match e faticano a contrastare la fisicità e le folate offensive degli avversari per i primi 20′ di gioco, al ritorno dagli spogliatoi la musica inizia a cambiare con il trio Nikolic-Caroti-Roberts a caricarsi sulle spalle la Remer in un clima infuocato dagli accesi scontri tra i giocatori delle due fazioni e qualche decisione arbitrale discutibile fino al sorpasso bianco-blu a metà ultimo quarto; il finale è una battaglia senza esclusione di colpi dalla quale emergono vincenti i trevigliesi che conquistano una vittoria veramente sudata e la terza piazza in classifica.

Treviglio (priva del capitano Pecchia, operato al menisco in settimana) inizia il match con il quintetto formato da Caroti in regia, Roberts e Reati sugli esterni, M. Nikolic e Borra sotto canestro; dall’altra parte Rieti schiera per la palla a due Jackson in regia, l’ex Tomasini e Toscano sugli esterni, Jones e Vildera sotto canestro. Dopo un paio di azioni infruttuose per parte, la contesa si accende con le due triple consecutive di Jones che spingono subito avanti gli ospiti, dall’altra parte la Remer non riesce proprio a bucare la difesa dei laziali che ne approfittano per allungare ulteriormente con il gioco da tre punti di Tomasini (0-9). Dopo 3′ da incubo Treviglio muove il suo punteggio con la tripla di Nikolic ma Rieti non accenna a rallentare e ritrova il +9 (3-12) con la bomba dall’angolo di Toscano che costringe coach Vertemati a chiamare il primo time out del match dopo 4’19” di gioco. Piccola reazione trevigliese con la tripla di Roberts e il 2/2 ai liberi di Caroti che però non fermano l’onda reatina che raccoglie altre due bombe con il cecchino Jones e il canestro da sotto di Jackson che spingono gli ospiti alla doppia cifra di vantaggio (8-20). Coach Vertemati cambia qualche pedina del quintetto per provare a invertire il trend negativo che caratterizza il primo quarto dei suoi ma la musica non cambia, Rieti allunga ancora con altri 5 punti di uno scatenato Tomasini e il piazzato di Bonacini, dall’altra parte Treviglio continua a rimbalzare contro la difesa laziale e trova solo una schiacciata con D’Almeida che fissa il punteggio di fine primo parziale sul 10-27. L’apertura del secondo quarto è favorevole ai trevigliesi che accorciano con un’altra schiacciata di D’Almeida e il contropiede vincente di Palumbo che provoca il primo time out per coach Rossi, Rieti però non riesce più a essere efficace come nel primo quarto complice un’arcigna difesa dei bianco-blu che continuano nella loro opera di recupero con i canestri di Borra e D’Almeida che dominano nell’area avversaria (20-27). Il 10-0 trevigliese si interrompe dopo più di 4′ con la tripla dall’angolo di Toscano che vale il primo canestro laziale nel secondo quarto, la BluBasket però non demorde e arriva a -6 (26-32) con la penetrazione di Reati e i 4 punti di Caroti. Rieti respira con due conclusioni dalla lunga distanza da parte di Carenza e Toscano mentre dall’altra parte la Remer trova un 2/2 dalla lunetta con Roberts ma poco altro, fortemente limitata anche da diverse decisioni discutibili da parte della terna arbitrale; nel finale si registrano le realizzazioni di Tomasini e D’Almeida che fissano il punteggio sul 30-40, con le squadre che rientrano negli spogliatoi con un fallo tecnico fischiato allo staff laziale infuriato per un contatto su Jones a loro giudizio falloso. Treviglio torna in campo con il piglio giusto e accorcia ulteriormente lo svantaggio con la tripla di Nikolic e il piazzato di Roberts, dopo un primo momento di appannamento risponde Rieti che con il libero di Jones e i 5 punti di Vildera ritrova la doppia cifra di vantaggio (36-46). Fase centrale del quarto caratterizzata da difese molto aggressive da entrambe le parti del campo, Vildera e Jackson permettono agli ospiti di mantenere la testa avanti mentre Treviglio non demorde e torna pericolosamente sotto grazie alle triple di Nikolic e Roberts, con la guardia statunitense a firmare il -2 (48-50) con un 2/2 ai liberi. Dopo il time out chiamato da coach Rossi i laziali rispondono con altri 2 punti di uno scatenato Vildera e il 2/2 dalla lunetta di Casini, la Remer mantiene lo svantaggio con i 4 punti di Palumbo prima che la tripla dall’angolo di Jackson la rimandi a -5 (52-57). Ultimo minuto in cui si registra solo l’1/2 di Nikolic ai liberi e la stoppata dell’under Abati Touré con le due formazioni che approcciano l’ultimo periodo sul 53-57 per gli ospiti. Il quarto parziale viene aperto dopo quasi 2′ di errori da entrambe le parti dal piazzato di Caroti, con il play bianco-blu a replicare nell’azione successiva per il pareggio (57-57), Rieti non riesce a segnare ed è ancora l’indemoniato numero 9 a colpire, questa volta dalla lunga distanza con la tripla che firma il primo vantaggio Remer (60-57) nell’esplosione di gioia del pubblico del PalaFacchetti che accompagna tutto il minuto di sospensione chiamato da coach Rossi. I laziali reagiscono con con i canestri di Vildera, Toscano e Tomasini ma dall’altra parte Treviglio, nonostante altre decisioni discutibili della terna arbitrale, mantiene un possesso di vantaggio con i 5 punti di Reati (65-62 a 3’40” dal termine). Rieti insiste e trova il sorpasso con il canestro di Toscano e il 2/2 ai liberi di Jones (65-66), Treviglio però non vuole mollare il colpo e si riporta a +4 (70-66) con Roberts e la tripla di Reati che aprono l’ultimo e decisivo minuto: botta e risposta da tre punti tra Tomasini e Roberts, 1/2 dalla lunetta di Jones (73-70), dopo 2 falli sistematici degli ospiti Treviglio perde palla sulla rimessa per infrazione di 5 secondi e consegna la palla a Rieti con 20” sul cronometro ma i laziali buttano via la palla tentando la tripla con Jones e ancora 8′ da giocare, dall’altra parte D’Almeida fa 0/2 ai liberi ma con 3” da giocare Jones tenta la bomba della disperazione che non entra e consegna la vittoria a Treviglio. Per Treviglio decisive una volta di più in questa stagione le prestazioni di Caroti (vero condottiero della compagine trevigliese e determinante nel break che ha portato al sorpasso, chiude con 14 punti, 6 assist e 3 rimbalzi) e Roberts (top scorer dei suoi con 17 punti, 5 rimbalzi e 4 assist), in doppia cifra anche Nikolic (10 punti e 3 rimbalzi, fortemente limitato dai falli) e Reati (12 punti e 5 rimbalzi), positivi D’Almeida (8 punti e 3 rimbalzi), Palumbo (6 punti e 7 rimbalzi) e Borra (6 punti, 10 rimbalzi e 2 assist). Dall’altra parte non bastano le ottime prestazioni di Jones (16 punti e 7 rimbalzi), Tomasini (15 punti e 4 rimabalzi), Toscano (14 punti, 5 rimbalzi e 3/5 da 3 punti) e Vildera (11 punti e 6 rimbalzi).

Remer Treviglio 73–70 Zeus Energy Group Rieti (parziali:10-27, 30-40, 53-57)

Remer Treviglio: M. Nikolic 10, Reati 12, Caroti 14, Palumbo 6, D’Almeida 8, Abati Touré, Tiberti n.e., Roberts 17, Siciliano n.e., Belotti n.e., Borra 6. All. Vertemati

Zeus Energy Group Rieti: Berrettoni n.e., Jackson 7, Tomasini 15, Casini 2, Toscano 14, Vildera 11, Conti, Jones 16, Carenza 3, A. Nikolic, Bonacini 2. All. Rossi Statistiche – Treviglio: 16/29 da 2, 9/25 da 3, 25/54 totale, 14/21 ai liberi; Rieti: 15/40 da 2, 10/27 da 3, 25/67 totale, 10/14 ai liberi. Arbitri dell’incontro: Giacomo Dori di Mirano (VE), Giampaolo Marota di San Benedetto del Tronto (AP) e Damiano Capozziello di Brindisi (BR)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy