Treviglio sconfigge Trapani con un grande terzo quarto

0

Grande vittoria per la Remer Treviglio che riscatta i passi falsi delle ultime due partite e ristabilisce l’imbattibilità casalinga conquistando lo scalpo di un avversario di ottimo livello come la Lighthouse Trapani: il punteggio finale di 81-73 a favore dei ragazzi allenati da Adriano Vertemati è stato costruito con una partita di grande intensità che li ha visti rimanere a contatto nella prima parte di gara, nonostante la forza fisica sotto canestro di Renzi e Scott, per poi trovare il parziale decisivo nel terzo quarto quando i punti del tandem Marini-Marino le hanno permesso di chiudere il periodo avanti di 10 lunghezze e contenere i siciliani negli ultimi 10 minuti di gioco.

Treviglio inizia il match con Marino in regia, Marini e Sollazzo sugli esterni, Sorokas e Nwohuocha sotto canestro; dall’altra parte coach Ducarello opta per il quintetto composto da Tommasini in regia, Ganeto e Viglianisi sugli esterni, Scott e Renzi sotto le plance.

Sono i lunghi della Lighthouse a inaugurare il match con due canestri da sotto, risposta trevigliese con la tripla di Sorokas ma è Trapani a dimostrarsi più pimpante in questi primi minuti e allunga ancora con il 2/2 ai liberi di Scott e il canestro dall’area di Ganeto (3-8). Accorcia Nwohuocha con un canestro da sotto ma il giocatore di scuola canturina e Sorokas faticano a contenere la forza fisica dei lunghi amaranto che vanno ancora a segno con Renzi e il 2/2 dalla lunetta di Ganeto (5-12 dopo 5’). Coach Vertemati inserisce il capitano Lele Rossi che propizia il parziale di 5-0 con cui la Remer accorcia le distanze, spinta dalla tripla di Marini e il canestro da sotto del lungo biancoblu; va a segno anche Tommasini dalla lunga distanza a spingere ancora avanti i siciliani, ma Treviglio non molla e conquista il comando della gara con il 2/2 ai liberi di Sorokas e altri 4 punti di uno scatenato Rossi (16-15). Ultimo minuto di gioco in cui gli ospiti trovano 5 punti da un grande Demian Filloy che, aggiunti al 2/2 dalla lunetta di Tavernelli, consentono ai siciliani di chiudere il primo quarto avanti 18-22.

Penetrazione di Scott in apertura di secondo parziale ma ottima reazione di Treviglio con il canestro da sotto di Cesana, in seguito al fallo antisportivo fischiato contro Tavernelli, il 2/4 ai liberi di Marino che valgono il -2 (22-24). A seguire girandola di liberi con il 2/2 di Scott e Marino e il 2/3 di Ganeto, con l’ala amaranto a colpire anche dalla lunga distanza per il +7 Lighthouse (24-31). Reazione trevigliese con la penetrazione vincente di Marino e la tripla di Sorokas (29-31), risponde Mays da dietro l’arco ma la Remer può contare su un Marino particolarmente ispirato (14 punti per lui nel secondo quarto) e il play senese infila due bombe consecutive per il nuovo vantaggio BluBasket (35-34). Trapani si riporta avanti trascinata dai 5 punti di Andrea Renzi, risponde Marino con un canestro dalla media distanza ma gli ospiti vogliono andare negli spogliatoi con un vantaggio rassicurante e infilano un’altra tripla con Scott e si fissano il 37-42 di metà partita.

Treviglio rientra in campo con il piglio giusto e si riporta a -1 con il canestro dalla media distanza di Sollazzo e la schiacciata di Sorokas che inchioda il pallone in faccia a Renzi (41-42). Reazione siciliana con il lungo di scuola Treviso che si mette in spalla la squadra e mette a segno 6 punti, Treviglio però non molla e pareggia con i 3 di Lele Rossi, la penetrazione di Sollazzo  e il 2/3 ai liberi di Marino (48-48 dopo 5’), con a seguire la tripla di Marini a firmare il +3 che fa esplodere il pubblico del PalaFacchetti e costringe coach Ducarello al time out. Treviglio ora sente l’odore del sangue e alza le barricate in difesa, chiudendo ogni soluzione agli attaccanti siciliani e garantendosi anche una spinta in attacco dove uscendo dal minuto di sospensione costruisce un parziale di 8-0 grazie al 2/2 dalla lunetta di Sollazzo e le triple di Marini e Cesana che regalano alla Remer il +11 (59-48, 15-0 il parziale totale a favore di Treviglio). L’1/2 ai liberi di Tommasini interrompe il digiuno della Lighthouse che durava oramai da più di 5’, Treviglio risponde con altri 2 punti di uno scatenato Marini (8 punti per lui nel terzo quarto) ma l’ultima firma del quarto è amaranto con la penetrazione vincente di Filloy che fissa il punteggio sul +10 Remer (61-51).

Treviglio riprende il discorso con il canestro siciliano grazie alla penetrazione vincente di Pecchia e la tripla dall’angolo di Cesana, dall’altra parte Trapani si affida ai 5 punti di Mays per provare un rientro che appare difficile vista la carica agonistica che i ragazzi di Vertemati stanno dimostrando in questa seconda parte di partita. La Lighthouse deve subire anche la tegola dell’infortunio a Filloy che esce dal campo sorretto dai compagni, oltre a un’altra penetrazione di Marini che spinge la BluBasket sul +12 (68-56), costringendo coach Ducarello a un nuovo time out. Trapani prova a reagire con la tripla di Scott e la penetrazione di Mays, risponde Treviglio con la bomba di Marino e il 2/2 dalla lunetta di Marini ma la Lighthouse non vuole assolutamente mollare e colpisce ancora la retina biancoblu con il canestro dalla media distanza di Viglianisi e la tripla di Mays  (73-66), perdendo però Scott per raggiunto limite di falli; il play statunitense di Trapani fa 1/2 ai liberi ma sulla rimessa a seguire Ganeto commette un fallo antisportivo e Treviglio ne approfitta per compiere un altro passo decisivo verso la vittoria con il 4/4 dalla lunetta di un glaciale Tommaso Marino (77-67). Nei 2’ mancanti al termine Trapani lotta fino alla fine e va a segno ancora due volte con Mays e il 2/2 ai liberi di Renzi, dall’altra parte la Remer controlla il gioco e mantiene le distanze con il 2/2 dalla lunetta di Marino e Sollazzo e conquista il match con il punteggio finale di 81-73.

Il titolo di MVP va equamente diviso tra Paulius Sorokas e Tommaso Marino: il lungo lituano è stata la chiave di volta per contenere la forza fisica del tandem Scott-Renzi sino quasi ad annullarla nel terzo e decisivo quarto, chiude con un’altra doppia doppia da 10 punti e 10 rimbalzi, cui aggiunge anche 6 assist per un 22 totale di valutazione; il play senese da parte sua, dopo i 14 punti del secondo quarto che hanno permesso a Treviglio di rimanere a contatto nel punteggio, ha guidato i suoi con una grande prestazione al tiro e ha chiuso da top scorer con 25 punti, 3/5 da 3, 5/9 totale dal campo e 12/15 dalla lunetta. Decisive anche le prove di Marini (15 punti e 4 rimbalzi, oltre alla spinta decisiva nel parziale di 15-0 del terzo quarto), Cesana (8 punti, 4 rimbalzi, 2/3 da 3), Sollazzo (10 punti, 4 asssit) e il capitano Lele Rossi (9 punti e 4 rimbalzi, molto importante per ricucire al primo allungo siciliano nel primo quarto).

Dall’altra parte non basta la doppia cifra di Mays (top scorer dei suoi con 18 punti e 5 assist), Renzi (17 punti, 6 rimbalzi) e Scott (14 punti, 7 rimbalzi).

 

Remer Treviglio 81–73 Lighthouse Trapani (parziali: 18-22, 37-42, 61-51)

Remer Treviglio: Cesana8, Pecchia 2, Dessì n.e., Sorokas 10, Marino 25, Marini 15, Mezzanotte n.e., Genovese, Rossi 9, Nwohuocha 2, Sollazzo 10. All. Vertemati

Lighthouse Trapani: Mays 18, Costadura n.e., Renzi 17, Tommasini 1, Tavernelli 5, Simic n.e., Amato n.e., Ganeto 9, Viglianisi 2, Filloy 7, Scott 14. All. Ducarello

StatisticheTreviglio: 15/29 da 2, 10/23 da 3, 25/52 totale, 21/26 ai liberi; Trapani: 15/29 da 2, 8/27 da 3, 23/56 totale, 19/24 ai liberi

Arbitri dell’incontro: Alessandro Tirozzi di Bologna (BO), Valerio Salustri di Roma (RM) e Luca Bonfante di Lonigo (VI)